Rivelato: BMW, Jaguar Land Rover e Volkswagen utilizzano ancora il lavoro forzato uiguro

Rivelato: BMW, Jaguar Land Rover e Volkswagen utilizzano ancora il lavoro forzato uiguro

  • Edizione del
    20 Maggio 2024
  • Immagine della fonte di notizie
  • Categoria:
    Lavoro forzato, filiera
Banner eroe

Una recente indagine della Commissione Finanze del Senato degli Stati Uniti ha rivelato il continuo utilizzo del lavoro forzato uiguro nelle catene di fornitura delle principali case automobilistiche, tra cui BMW, Jaguar Land Rover e Volkswagen.

Risultati dell'indagine

L’indagine ha scoperto che queste case automobilistiche ottenevano parti attraverso una complessa rete di appaltatori e subappaltatori, tra cui il Sichuan Jingweida Technology Group (JWD), che è stato direttamente collegato alle pratiche di lavoro forzato. Nonostante fossero elencati dalle autorità statunitensi per il loro coinvolgimento in queste pratiche non etiche, i componenti di JWD venivano ancora importati negli Stati Uniti da queste società. In particolare, la BMW ha continuato a importare migliaia di veicoli Mini contenenti queste parti anche dopo essere stata formalmente informata dello status di fornitore. Jaguar Land Rover e Volkswagen hanno dovuto affrontare problemi simili con le loro catene di fornitura.

Gestire catene di fornitura complesse

Ciò evidenzia le sfide significative che le aziende devono affrontare nel supervisionare le loro estese catene di fornitura, in particolare quando i subappaltatori a diversi livelli continuano operazioni che sono in conflitto con gli standard internazionali sui diritti umani. Ma, nonostante la complessità delle moderne catene di fornitura, le aziende devono trovare metodi efficaci per evitare il lavoro forzato in qualsiasi fase. La complessità delle reti di fornitura non può essere una scusa per una due diligence inadeguata.

Secondo il The Associated PressRob Wyden, presidente della commissione finanze del Senato, attribuisce tutta la colpa ai produttori di automobili.

“Le case automobilistiche nascondono la testa sotto la sabbia e poi giurano di non riuscire a trovare lavoro forzato nelle loro catene di fornitura. In qualche modo, lo staff di supervisione del comitato finanziario ha scoperto ciò che le aziende multimiliardarie apparentemente non potevano: che la BMW importava automobili, la Jaguar Land Rover importava parti e la VW AG produceva automobili che includevano tutte componenti realizzate da un fornitore vietato per l’utilizzo del lavoro forzato uiguro. 

Appello per porre fine ai legami con la regione uigura

Per garantire l’assenza di lavoro forzato uiguro in qualsiasi fase della catena di approvvigionamento, le case automobilistiche dovrebbero lasciare la regione e tagliare i legami con tutti gli appaltatori che operano nell’area. Chiediamo alle più grandi case automobilistiche del mondo cessare di approvvigionarsi di tutti i prodotti estratti, fabbricati o fabbricati, in tutto o in parte, nella regione uigura, anche tramite aziende che hanno accettato manodopera fornita dal governo dalla regione uigura. Firma oggi la petizione!

Iscriviti

Freedom United è interessata ad ascoltare la nostra comunità e accoglie commenti, consigli e approfondimenti pertinenti e informati che promuovono la conversazione intorno alle nostre campagne e alla nostra difesa. diamo valore inclusività ed rispetto all'interno della nostra comunità. Per essere approvati, i tuoi commenti dovrebbero essere civili.

icona di arresto Alcune cose che non tolleriamo: commenti che promuovono discriminazione, pregiudizio, razzismo o xenofobia, nonché attacchi personali o volgarità. Esaminiamo le candidature per creare uno spazio in cui l'intera comunità Freedom United si senta sicura di esprimere e scambiare opinioni ponderate.

Notifica
ospite
1 Commento
I più votati
Nuovi Arrivi il più vecchio
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Teresa Strom
Teresa Strom
20 giorni fa

È vergognoso che aziende come BMW e Volkswagen fingano di non “sapere” che la manodopera che utilizzano deriva dal trattamento crudele della Cina nei confronti del popolo uiguro. Tenuti schiavi, torturati e affamati dalla Cina mentre il mondo guarda! La tua avidità non rimarrà impunita nei tuoi ultimi giorni. .

La sezione settimana

Bande europee di cocainomani che utilizzano il lavoro forzato per sfruttare i bambini

Una recente indagine del Guardian ha rilevato che la fame di cocaina da 10 miliardi di sterline del continente ha portato al lavoro minorile forzato su scala altrettanto massiccia. Cartelli della droga sempre più potenti stanno costringendo centinaia, forse migliaia, di minori migranti non accompagnati a lavorare come spacciatori di droga nelle strade europee. Lo fanno per soddisfare la crescente domanda di cocaina in città come Parigi e Bruxelles. Sfruttamento su scala industriale L'aumento dei rifugiati

| Martedì Giugno 11, 2024

Per saperne di più