Ultimi aggiornamenti sulla lotta alla schiavitù moderna - FreedomUnited.org

Commemorare le vittime della schiavitù, non i suoi profittatori

  • Edizione del
    12 Giugno 2020
  • Categoria:
    Attivisti anti schiavitù
Banner eroe

Cosa hanno in comune Edward Colston, Robert Milligan e Re Leopoldo II del Belgio?

Sono tutti uomini che sono stati commemorati con statue e monumenti importanti: Milligan a Londra, Colston a Bristol e Leopold in numerose città del Belgio.

Inoltre hanno tutti tratto profitto dalla schiavitù e dal lavoro forzato di milioni di africani.

Ora, l'omicidio di George Floyd da parte della polizia di Minneapolis e le successive proteste anti-razziste globali hanno riacceso le richieste di vecchia data per la rimozione delle loro statue. Nell'ultima settimana, abbiamo visto molte di queste richieste accolte da prudenti consigli comunali, o da azioni dirette dei manifestanti.

Edward colston era un ricco mercante di schiavi inglese del XVII secolo che accumulò la sua fortuna trasportando decine di migliaia di persone africane schiavizzate nelle Americhe. Il suo uso filantropico di questa ricchezza nella sua città natale, Bristol, lo ha reso una figura venerata per centinaia di anni.

Domenica scorsa, una statua in onore di Colston nel centro di Bristol è stato abbattuto e gettato nel porto dai manifestanti.

Roberto Milligan è stato un altro importante commerciante di schiavi britannico che ha fondato West India Docks all'inizio del XIX secolo, dove l'attuale Canary Wharf si trova a Londra. Ha costruito la sua ricchezza attraverso le sue due piantagioni di zucchero in Giamaica, dove possedeva 19 africani schiavi.

C'era una statua di Milligan davanti al Museum of London Docklands rimosso dalle autorità all'inizio della scorsa settimana mentre gli spettatori applaudivano e applaudivano.

Re Leopoldo II del Belgio ha effettivamente trasformato l'allora colonia, la Repubblica Democratica del Congo, in un vasto campo di lavoro privato. Il mancato rispetto o il mancato rispetto delle quote di gomma era tipicamente punito con l'amputazione di mani e arti e si stima che il suo regno abbia provocato la morte di 10 milioni di uomini, donne e bambini congolesi.

Una statua di Leopoldo ad Anversa era incendiato e successivamente rimosso dai funzionari mentre le statue a Bruxelles e Gand sono state vandalizzate.

La rimozione, il rifiuto e la deturpazione di queste statue inviano un messaggio potente che Freedom United sostiene pienamente: che i profitti generati sulle spalle della schiavitù e dello sfruttamento non dovrebbero essere tollerati, figuriamoci celebrati. Celebrare questi uomini significa respingere l'immensa sofferenza che hanno inflitto e ignorare la continua eredità di ingiustizia della tratta degli schiavi per i neri in tutto il mondo.

Invece, dovrebbero essere eretti monumenti per commemorare i milioni di vittime della tratta degli schiavi e per riconoscere le sofferenze che hanno sopportato per arricchire le nazioni occidentali. Ma questo richiede investimenti pubblici. Una proposta per erigere un monumento in bronzo nell'Hyde Park di Londra fu approvata dall'allora sindaco Boris Johnson, ma rimane non costruito a causa della mancanza di fondi, e il governo Johnson ora guida rifiuta di aiutare.

"Non c'è nessun posto a Londra - la capitale dell'Inghilterra - dove le persone possono riflettere sulla storia della schiavitù", dice Oku Ekpenyon, che ha iniziato la campagna per costruire il memoriale. “Boris Johnson ha detto di aver 'sentito' i manifestanti di Black Lives Matter e ha detto che occorre fare di più per contrastare il razzismo e la discriminazione. Quindi ecco una soluzione: sostieni il nostro memoriale ".

Mentre le proteste anti-razziste globali che seguono l'uccisione di George Floyd continuano, esortiamo i governi e le città che stanno facendo i conti con il loro passato e presente razzista a considerare chi commemorano. Mentre i movimenti per rimuovere le statue dei mercanti di schiavi guadagnano terreno, dovrebbe esserci una spinta uguale per le vittime della tratta degli schiavi e per i leader abolizionisti neri per ottenere i memoriali che meritano - e che la comunità nera merita.

Nelle parole del poeta laureato di Bristol, Miles Chambers, "Un cambio di nome o uno spostamento di una statua non rettificherà il razzismo o sradicherà la mentalità da schiavo che ancora esiste, ma aiuterà a dire ai neri: 'Sei uguale a noi, sei britannico , sei prezioso e significhi per noi tanto quanto qualsiasi altro cittadino. ""

Centrare le vittime della schiavitù storica significa anche gettare le basi per un movimento efficace ed equo contro la schiavitù moderna. Mentre combattiamo contro coloro che schiavizzano le persone, Freedom United lavora per centrare i sopravvissuti e creare lo spazio affinché i sopravvissuti possano difendere se stessi. Leggi di più sul nostro impegno La mia storia, la mia dignità qui.

Iscriviti

Freedom United è interessata ad ascoltare la nostra comunità e accoglie commenti, consigli e approfondimenti pertinenti e informati che promuovono la conversazione intorno alle nostre campagne e alla nostra difesa. diamo valore inclusività ed rispetto all'interno della nostra comunità. Per essere approvati, i tuoi commenti dovrebbero essere civili.

icona di arresto Alcune cose che non tolleriamo: commenti che promuovono discriminazione, pregiudizio, razzismo o xenofobia, nonché attacchi personali o volgarità. Esaminiamo le candidature per creare uno spazio in cui l'intera comunità Freedom United si senta sicura di esprimere e scambiare opinioni ponderate.

Notifica
ospite
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

La sezione settimana

Arrestato e abbandonato: il sostegno segreto dell’Europa alle atrocità dei migranti

È ben documentato che le politiche disumane sull’immigrazione stanno costringendo i migranti a intraprendere percorsi estremamente rischiosi nel loro viaggio per cercare asilo in Europa e nel mondo. Tuttavia, un’indagine durata un anno condotta dal Washington Post, da Lighthouse Reports e da un consorzio di media internazionali ha scoperto che le vite dei migranti non sono a rischio solo a causa di attraversamenti irregolari del canale e di essere stipati nel retro di camion frigo. Per dissuadere i subsahariani

| Mercoledì maggio 22, 2024

Per saperne di più