Schiavitù domestica e sfruttamento dei lavoratori domestici | Libertà unita

Puoi invece leggere la breve trascrizione.

  • I lavoratori domestici sono ad alto rischio di schiavitù. La mancanza di protezione legale, isolamento sociale e mancanza di autonomia personale all'interno della casa crea un alto rischio di schiavitù.
  • Il lavoro domestico è scarsamente regolamentato e sottovalutato. I lavoratori domestici spesso lavorano senza un contratto di lavoro e sono spesso esclusi dalle leggi sul lavoro.
  • Alcuni lavoratori domestici vivono nelle case dei loro datori di lavoro e sono considerati "di guardia" 24 ore al giorno. Questo può renderli più vulnerabili allo sfruttamento.
  • Quando un lavoratore non è libero di andarsene, ha la retribuzione trattenuta, subisce abusi, viene trattato come una merce e controllato dal suo datore di lavoro, queste condizioni costituiscono schiavitù.
  • I segni più comuni sono l'impossibilità di prendersi una pausa e la limitazione della libertà di movimento. Possono esserci abusi fisici ed emotivi e maltrattamenti.
  • I migranti sono particolarmente a rischio. Possono vedersi confiscare i documenti o sentirsi dire che se se ne vanno, saranno incarcerati per aver infranto le regole sull'immigrazione. Possono affrontare una barriera linguistica, o essere scortati dal loro datore di lavoro o detenuti se scappano.
  • Anche i bambini sono ad alto rischio. Le stime riportano circa 17.2 milioni di bambini lavoratori domestici, di cui 11.5 milioni o al di sotto dell'età minima lavorativa o in circostanze pericolose.
  • La Convenzione ILO 189 garantisce ai lavoratori domestici gli stessi standard di tutti gli altri lavoratori. Comprende un salario minimo, condizioni di lavoro chiare, tempo di riposo giornaliero e settimanale e restrizioni sui pagamenti in natura. Ventitré paesi l'hanno ratificato.

Agire: Aiuta a porre fine alla schiavitù domestica

Freedom United è interessata ad ascoltare la nostra comunità e accoglie commenti, consigli e approfondimenti pertinenti e informati che promuovono la conversazione intorno alle nostre campagne e alla nostra difesa. diamo valore inclusività e rispetto all'interno della nostra comunità. Per essere approvati, i tuoi commenti dovrebbero essere civili.

icona di arresto Alcune cose che non tolleriamo: commenti che promuovono discriminazione, pregiudizio, razzismo o xenofobia, nonché attacchi personali o volgarità. Esaminiamo le candidature per creare uno spazio in cui l'intera comunità Freedom United si senta sicura di esprimere e scambiare opinioni ponderate.

ospite
2 Commenti
I più votati
Nuovi Arrivi il più vecchio
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Patrizio Omondi
1 anno fa

consiglio gentilmente come segnalare tali casi quando li incontri e come il governo tende ad affrontarli

Toni Adebayo-Oke
Toni Adebayo-Oke
11 mesi fa
Rispondi a  Patrizio Omondi

Ciao Patrick,
Se ritieni che qualcuno che conosci possa essere vittima della schiavitù moderna, ti consigliamo di contattare un'organizzazione locale che può aiutarti.

USA: Chiama la hotline sulla tratta di esseri umani al numero +1 888-373-7888 o contattali qui
México: Chiama la linea di assistenza nazionale contro la tratta di persone al numero 01 800 5533 000
UK: Chiama la Modern Slavery Helpline al numero 08000 121 700 o XNUMX fare una segnalazione online

Se non sei nei paesi sopra elencati, consulta il Elenco globale della schiavitù moderna

Invia ad un amico