Parla liberamente: l'UE deve farsi avanti per porre fine alla schiavitù in Libia - FreedomUnited.org

Parla liberamente: l'UE deve farsi avanti per porre fine alla schiavitù in Libia

  • Edizione del
    Ottobre 2, 2019
  • Scritto da:
    Jamison Liang
  • Categoria:
    Lavoro forzato
Banner eroe

Il mondo è rimasto scioccato quando due anni fa sono scoppiate le notizie sui mercati degli schiavi in ​​Libia, ma da allora i casi di schiavitù moderna in Libia si sono evoluti considerevolmente. E sono tutti collegati ai centri di detenzione dei migranti e al denaro e al potere che alimentano la loro esistenza.

L'Unione europea ha un ruolo fondamentale da svolgere nel porre fine alla tratta di esseri umani e lavoro forzato legato ai centri di detenzione per migranti in Libia. Deve smetterla di sostenere la guardia costiera libica per intercettare imbarcazioni nel Mar Mediterraneo e rimpatriare migranti innocenti e richiedenti asilo in queste orrende strutture. Appoggiamo la crescente richiesta globale di chiudere tutti i centri di detenzione per migranti in Libia e di reinsediare i rifugiati in paesi terzi sicuri.

Ecco uno sguardo a ciò che tu e gli esperti sulla questione avete avuto da dire:

La sezione settimana

Il “Patto sulla migrazione” che potrebbe significare la fine dei diritti umani nell’Ue

Dopo quasi un decennio di deliberazioni, il Parlamento europeo ha recentemente approvato una revisione radicale delle norme dell’Unione europea in materia di asilo e migrazione con il cosiddetto “Patto sulla migrazione” che, secondo i sostenitori, porterà ad un aumento delle violazioni dei diritti umani, compreso lo sfruttamento estremo. Secondo Al Jazeera, figure di spicco dell’UE come il cancelliere tedesco Olaf Scholz e il commissario europeo per gli affari interni Ylva Johansson credono in queste riforme

| Mercoledì aprile 10, 2024

Per saperne di più