Senza conoscenza non ci possono essere progressi nella lotta contro la schiavitù moderna

0
Legge e politica

Di: Joanna Ewart-James

Non saremo mai in grado di combattere le forme moderne di schiavitù se le persone non sono consapevoli dell'esistenza della schiavitù moderna.

Ci sono ancora troppe persone nel mondo oggi che credono erroneamente che la schiavitù sia finita molto tempo fa. Le campagne di sensibilizzazione pubblica sono quindi essenziali, poiché se la schiavitù moderna non viene riconosciuta, ci sono poche possibilità di compiere progressi significativi nell'affrontare questo crimine. Una mancanza di consapevolezza significa che i vicini non riconosceranno le circostanze del lavoratore domestico della porta accanto. I trafficanti faranno i loro profitti proprio sotto il naso delle autorità. Le vittime non riceveranno l'aiuto di cui hanno bisogno e potrebbero anche essere perseguite. Abbiamo bisogno di un cambiamento nelle norme sociali in modo che la tratta sia riconosciuta come tratta, una forma di schiavitù moderna e come un crimine inaccettabile.

Questo tipo di cambiamento sociale richiede consapevolezza, nonché modifiche politiche e legislative. Il cambiamento di cui abbiamo bisogno per combattere con successo questo malessere sociale ha bisogno di slancio e potere: un movimento diversificato per guidare questa carica diffondendo consapevolezza. Il cambiamento, come il successo, ha molte madri. Una consapevolezza pubblica efficace raramente agisce da sola. Funziona meglio insieme ad altre iniziative, tra cui ricerca, legislazione e sviluppo di politiche. La consapevolezza facilita il cambiamento, creando lo spazio politico e la volontà di agire e garantendo un'attuazione efficace.

Accettando la necessità di sensibilizzare l'opinione pubblica, esaminiamo alcuni degli strumenti necessari per farlo, come campagne e informazioni pubbliche. Alcuni critici hanno descritto questi strumenti come strumenti contundenti. Anche se a volte possono esserci problemi con campagne specifiche, questo tipo di critica non può essere applicato all'ingrosso a tutti gli sforzi di campagna sul campo. Prendiamo, ad esempio, gli sforzi in corso per educare il pubblico sull'entità della schiavitù. Per farlo in modo efficace abbiamo bisogno di numeri. Il Indice globale di schiavitù (GSI) suggerisce che oggi 45.8 milioni di persone sono detenute in schiavitù moderna. I critici del GSI sottolineano l'applicazione della definizione di schiavitù e della metodologia di ricerca. Alcune di queste critiche potrebbero benissimo essere esaminate. Tuttavia, l'impatto complessivo dell'avere un numero, sebbene una stima di incerta precisione, è che ha dato vita alla conversazione pubblica sulla schiavitù moderna. Ciò a sua volta contribuisce a creare la volontà politica di agire. Mette la schiavitù all'ordine del giorno. Dandoci un numero, il GSI ha contribuito a dare un contributo positivo alla lotta generale.

Non è sempre facile tracciare un percorso chiaro tra le campagne contro la schiavitù e il cambiamento politico, come attesterà qualsiasi valutazione di advocacy. Tuttavia, le campagne pubbliche hanno sicuramente contribuito a generare una piattaforma per il cambiamento. Dare agli attivisti per i diritti dei bambini la possibilità di partecipare a un incontro con i funzionari del governo con il peso di 80,000 firme alle spalle dà forza e potere alle loro richieste di migliori misure di protezione, come ECPAT Regno Unito scoperto quando stavano sostenendo una legge più forte sulla schiavitù moderna, dopo aver collaborato con WalkFree.org. L'atto finale includeva una difesa legale per proteggere le vittime dall'essere criminalizzate, una clausola per garantire che i bambini senza prova dell'età siano trattati come bambini e un impegno a lanciare un programma di "avvocati" a livello nazionale per i minori vittime di tratta.

Il dettaglio è spesso il punto in cui la messaggistica pubblica vacilla. Trasmettere un sentimento a persone che non prestano la loro attenzione alla causa - il pubblico di destinazione per un'azione di sensibilizzazione pubblica efficace - può essere un esercizio molto difficile. Non tutta la profondità e le sfumature associate a problemi specifici possono essere completamente digerite. Ciò può rivelarsi problematico in situazioni in cui i dettagli fini sono importanti, come quando si tratta di processi decisionali di qualità, raccomandazioni, consulenza e attuazione delle politiche, legislazione o rappresentanza legale. In tali contesti, la sfumatura e l'analisi dettagliata sono fondamentali. Non si può dire lo stesso delle campagne di sensibilizzazione pubblica, dove l'obiettivo è trasmettere un messaggio chiave e di facile digeribilità. Non è necessario approfondire i dettagli in cui il messaggio potrebbe essere perso.

Sebbene siano necessari alcuni compromessi, vi sono anche occasioni in cui le campagne di sensibilizzazione possono anche minare il progresso o addirittura avere effetti dannosi perpetuando miti e incomprensioni. Alcuni di questi miti includono le nozioni ancora popolari che la tratta di esseri umani esiste solo a fini di sfruttamento sessuale, che le vittime della schiavitù devono essere legate con catene e funi, o che la schiavitù avviene solo attraverso i confini internazionali. Gli attivisti hanno la responsabilità non solo di mantenere l'accuratezza, ma anche di correggere le immagini e le parole sensazionaliste, ma non sempre sono all'altezza delle loro responsabilità in queste aree. Tagliare troppi angoli per attirare l'attenzione del pubblico può comportare un costo a lungo termine.

È essenziale tenere presente, tuttavia, che il mito più significativo che le campagne devono affrontare è il mito che la schiavitù non esiste più. È solo attraverso uno sforzo prolungato che possiamo rendere le persone consapevoli che, sì, la schiavitù esiste. Sì, può succedere nella tua strada ovunque tu viva. Sì, è anche un problema negli Stati Uniti, non solo al di fuori dei nostri confini, e sì, questa È la schiavitù moderna. Campagne pubbliche che catturano in modo accurato e sensibile questa realtà, che non contribuiscono alla perpetuazione di stereotipi disinformati e disinformazione, possono in tal modo promuovere la causa dell'intero movimento anti-tratta e anti-schiavitù. E sono certo che non solo possono, ma devono, se vogliamo fare progressi in questa lotta.

 

Pubblicato originariamente su Open Democracy il 12 gennaio 20171

Entra e aiuta a porre fine alla schiavitù moderna una volta per tutte.