Robert Kraft: un caso di studio in cautela per il settore anti-tratta - FreedomUnited.org

Robert Kraft: un caso di studio in cautela per il settore anti-tratta

  • Edizione del
    10 Febbraio 2021
  • Scritto da:
    Jamison Liang
  • Categoria:
    Legge e politica
Banner eroe

Quasi due anni fa, Robert Kraft ha fatto notizia sui media nazionali. Il proprietario dei New England Patriots era apparentemente stato collegato a un massiccio giro di traffico sessuale multimilionario che si estendeva dalla Florida a New York, dove le autorità sostenevano che le donne cinesi immigrate che lavoravano nei saloni di massaggio erano state trafficate, portate negli Stati Uniti con false promesse di lavori termali legittimi, solo per essere costretti a fornire servizi sessuali ai clienti sul lato.

I media e un pubblico curioso sono scesi su Orchids of Asia Day Spa, un piccolo negozio di massaggi nascosto in un centro commerciale a Jupiter, in Florida, per dare un'occhiata alla presunta scena del crimine che Kraft aveva visitato.

L'unico problema? Non ci sono prove del traffico di esseri umani e le forze dell'ordine delle "vittime" e alcune importanti organizzazioni americane anti-tratta hanno cercato di aiutare, alla fine hanno detto di non essere state costrette a fornire servizi sessuali.

Con questo, le forze dell'ordine hanno fatto 180 - se queste donne cinesi immigrate non ammettessero di essere vittime della tratta, sarebbero perseguite per prostituzione nella misura massima consentita dalla legge.

Infatti, come si è concluso il caso nel gennaio 2021, quattro donne cinesi che lavorano presso Orchids of Asia Day Spa sono state schiaffeggiate con precedenti penali per prostituzione e sono stati condannati a pagare migliaia di dollari di multe, per un totale di circa 45,000 dollari.

Un ex dirigente della spa si è dichiarato colpevole di un conteggio di reato per aver sollecitato un altro a commettere prostituzione, mentre altre tre donne hanno accettato patteggiamento. Tutti affrontano mesi di libertà vigilata.

Questo caso dovrebbe servire da monito al settore anti-tratta e ai media - concludere erroneamente che si trattava di un chiaro caso di traffico sessuale sin dall'inizio, prima che un'indagine completa fosse completata, servì solo a ritorcersi contro, criminalizzando i cinesi immigrati che lavorano. donne che presumevano avessero bisogno di essere salvate da una rete di traffico sessuale inesistente.

In particolare, organizzazioni anti-tratta e “esperti” che ha esultato per la narrativa sul traffico sessuale nei media deve assumersi la responsabilità delle ripercussioni delle proprie azioni.

Troppo spesso questi tipi di operazioni di "raid e salvataggio" si basano su presupposti culturali fuorvianti sulle comunità asiatiche, e quando diventa chiaro che nessuna prova del traffico è evidente, le donne immigrate come quelle della Florida vengono immediatamente demonizzate, passando da "vittime di traffico sessuale che meritano sostegno "alle" prostitute che devono essere punite per aver commesso un crimine ".

La criminalizzazione del lavoro sessuale adulto e consenziente non è la strada per affrontare il traffico sessuale, né è un effetto collaterale delle indagini fallite sul traffico sessuale che le organizzazioni anti-tratta dovrebbero accettare come giuste.

Se il settore vuole veramente mantenere la promessa di "non nuocere", deve riconoscere che il presunto traffico sessuale può avere conseguenze reali e negative per quando si scopre che i lavoratori immigrati non sono trafficati, portando a procedimenti penali e reati di immigrazione.

Sebbene sia vero che alcuni lavoratori di saloni di massaggi asiatici immigrati possono essere trafficati a scopo di sfruttamento sessuale negli Stati Uniti, di recente riparazioni indica a molti che scelgono questa linea di lavoro come la loro migliore opzione considerando la loro mobilità economica limitata.

Piuttosto che avvicinarsi a tutte le sale massaggi asiatiche come hotspot per la tratta dove le vittime e le prostitute consenzienti possono essere trascinate insieme nelle incursioni della polizia, dobbiamo fare chiare distinzioni, riconoscendo le esigenze delle vittime della tratta, l'agenzia delle donne che scelgono questo lavoro e le sfide che alcune comunità di immigrati devono affrontare per accedere alle opportunità economiche.

L'obiettivo dovrebbe essere quello di rimuovere queste barriere e migliorare le condizioni di lavoro per prevenire gli abusi invece di criminalizzarli per la vendita di sesso.

La storia si svolge e prende il via una narrativa sul traffico sessuale

Alla fine di febbraio 2019, il New York Times ha pubblicato un articolo intitolato ""I mostri sono gli uomini": all'interno di un fiorente commercio di traffico sessuale in Florida", Descrivendo in dettaglio come le autorità sono arrivate alla conclusione di aver arrestato un giro di traffico sessuale che operava da saloni di massaggi asiatici nel sud della Florida.

Accuse penali per sollecitazione sessuale sono state intentate contro figure di alto profilo, tra cui Robert K. Kraft, il miliardario proprietario dei New England Patriots; John Havens, ex presidente e chief operating officer di Citigroup; e John Childs, fondatore della società di private equity JW Childs Associates.

Il New York Times ha preso la narrativa del traffico sessuale come un fatto, proponendola a un pubblico nazionale, scrivendo:

Al di là del terribile legame con le celebrità, tuttavia, si trova la triste storia di donne che la polizia ritiene siano state portate dalla Cina con false promesse di nuove vite e legittimi lavori nelle terme. Invece, si sono ritrovati intrappolati nelle austere stanze sul retro dei bordelli dei centri commerciali, vittime della tratta intrappolate tra i ricchi e famosi del sud della Florida.

Lo sceriffo William D. Snyder della contea di Martin, il cui ufficio ha aperto le indagini, ha detto al New York Times: "Non credo che gli sia stato detto che avrebbero lavorato nei saloni di massaggio sette giorni alla settimana, avendo rapporti sessuali non protetti con un massimo di 1,000 uomini all'anno. Li abbiamo visti mangiare su piatti caldi nella parte posteriore. Non c'erano lavatrici. Stavano dormendo sui lettini da massaggio. "

Ha aggiunto: "Non li considererei mai prostitute - è stata davvero un'operazione di salvataggio".

Gli ispettori sanitari avevano espresso preoccupazione che le donne immigrate vivevano alle terme. Un rapporto della polizia ha rilevato che "All'interno della cucina dell'azienda, [l'ispettore sanitario] ha trovato un frigorifero pieno di cibi e condimenti compatibili con le persone che vivono all'interno". Gli ufficiali hanno anche trovato tovaglioli nella spazzatura contenenti liquidi seminali.

Alcune organizzazioni anti-tratta americane hanno aggiunto la loro voce alla narrativa del traffico sessuale, affermando che il raid della Florida meridionale era un caso da manuale di tratta di esseri umani. Molti hanno spiegato che le donne asiatiche immigrate, in gran parte dalla Cina, stavano lottando per ripagare i debiti e sono state indotte a lavorare nei saloni di massaggio - da quelle nelle grandi città Chinatown ai centri commerciali suburbani in Florida - dove sono state costrette a fornire servizi sessuali ai clienti da "Mamasans."

Eppure tutte queste segnalazioni di "bandiere rosse" della tratta di esseri umani non si sono sommate per Freedom United, e sospettavamo che alla fine questa si sarebbe rivelata un'operazione di "raid e salvataggio" che rischiava di intrappolare donne cinesi immigrate con accuse di prostituzione.

Mentre è vero che alcune donne asiatiche immigrate che lavorano nei saloni di massaggio negli Stati Uniti sono intrappolate nella schiavitù per debiti e trafficate per sfruttamento sessuale, troppo spesso gli esperti citati dai media hanno generalizzato grossolanamente i saloni di massaggio asiatici come siti di traffico sessuale.

Persino il mandato di perquisizione da Martin County profila razzialmente i saloni di massaggio asiatici in quanto si riferisce alle loro operazioni come al "modello asiatico standard", dove "l'establishment è un luogo in cui operare la prostituzione con il pretesto di un'attività di massoterapia. Questo è molto comune nei crimini che coinvolgono la prostituzione e la comunità asiatica ".

Inoltre, mentre l'ispezione sanitaria può aver indicato che le donne vivevano nella sala massaggi, ciò di per sé non è una prova del traffico di esseri umani, che richiede un elemento di forza o coercizione nello sfruttamento.

Era particolarmente preoccupante il fatto che le autorità indicassero le piastre elettriche usate per cucinare come un indicatore di abuso, un'affermazione che ha sfumature razziali. Come può attestare qualsiasi immigrato cinese negli Stati Uniti, cucinare con i piatti caldi è un'attività del tutto comune e che non dovrebbe destare sospetti più di un posto di lavoro americano con un forno a microonde per i dipendenti.

Ma il più grande buco nell'affermazione del traffico sessuale? Le donne cinesi che lavorano alle terme non direbbero di essere state vittime - un problema individuato dalla polizia e dalle organizzazioni anti-tratta poiché temono ritorsioni contro le loro famiglie in Cina e la loro scarsa conoscenza dell'inglese.

Non ha aiutato quello sceriffo Snyder avrebbe chiesto alle donne perché “andrebbero e si lascerebbero trafficare. . Avevano la capacità, sarebbero potuti uscire in strada e chiedere aiuto. Ma non l'hanno fatto. " Considerando piuttosto che ciò indicava che le donne erano volontariamente impegnate nel lavoro sessuale, le autorità hanno continuato a portare avanti le indagini sulla tratta di esseri umani.

L'avvocato di Kraft, William Burck, rapidamente respinto le accuse di sollecitazione e ha detto "Non c'era traffico di esseri umani e le forze dell'ordine lo sanno". Gli avvocati di Kraft e quasi una dozzina di altri uomini accusati di accusa hanno presentato documenti del tribunale nel marzo 2019 per chiedere che le prove non fossero rese pubbliche.

Questo segnerà il disfacimento della narrativa del traffico sessuale e inizierà un battibecco pubblico tra Burck e lo sceriffo Snyder. In un'intervista con WPTV, una stazione televisiva locale di Palm Beach, lo sceriffo Snyder ha ammesso che “Sembra un traffico. Sembra una tratta. Sembra una tratta. Credo che sia tratta di esseri umani. Ma siamo solo un po 'a corto di essere in grado di dimostrarlo. "

Burck, in risposta, ha sfruttato questi commenti, dicendo: “Ha mentito al riguardo. I suoi ufficiali hanno mentito al riguardo. Non so davvero cosa dire. Non ho mai visto niente di simile prima. "

Lo sceriffo Snyder e Kimberly Mehlman-Orozco, un testimone esperto di tratta di esseri umani in tribunale penale e civile, sono andati in difesa, scrivendo un editoriale in USA Today il 4 aprile 2019 dal titolo "Scandalo alla spa di Robert Kraft: il traffico sessuale è difficile da dimostrare, ciò non significa che sia una bugia. " Hanno sostenuto che le prove nel caso semplicemente non erano sufficienti per portare a una condanna per tratta di esseri umani, sottolineando che i casi di traffico sessuale sono difficili da dimostrare oltre ogni ragionevole dubbio.

A parte il tentativo di salvare la loro reputazione, era chiaro che il caso stava andando in pezzi.

Meno di due mesi dopo che i media e le autorità hanno annunciato il successo del raid su un redditizio giro di traffico sessuale, il 16 aprile 2019 l'assistente procuratore di Stato della Florida Greg Kridos ha annunciato che non c'erano prove sufficienti per suggerire che le donne che lavoravano alle terme lo facessero contro la loro volontà. “Nessuno è accusato di traffico di esseri umani. Non c'è traffico di esseri umani che deriva da questa indagine ", ha detto.

Il cambio di tono segnalava una completa inversione rispetto al Conferenza stampa di febbraio annunciando gli arresti, dove il procuratore dello stato della Florida Dave Aronberg ha denunciato il traffico di esseri umani come un "male in mezzo a noi", aggiungendo che le donne delle terme nel sud della Florida erano lì contro la loro volontà.

Entro la metà di maggio 2019, Kraft e altri uomini incaricati di sollecitazione lo avrebbero fatto vincere una serie di vittorie legali a causa dei passi falsi delle autorità nelle indagini, dall'ottenimento di mandati di nascosto per l'installazione di telecamere nascoste alle fermate del traffico di coloro che avevano appena lasciato le terme.

Il giudice della contea di Palm Beach Leonard Hanser ha accettato che l'installazione di telecamere fosse necessaria per infiltrarsi nel crimine, ma ha concluso che il mandato violava la legge federale perché la polizia non ha fatto abbastanza per concentrarsi solo sulla registrazione dei crimini.

Il giudice Hanser ha definito "inaccettabili" i cinque giorni di videoregistrazione segreta, poiché "alcune donne e uomini totalmente innocenti hanno registrato tutto il loro tempo legittimo trascorso in una sala massaggi".

Con le registrazioni video considerate illegali, questo ha poi sollevato il controllo sulle fermate del traffico da parte della polizia. I pubblici ministeri hanno sostenuto che non è necessario che si verifichino violazioni del codice della strada, che era un modo legale per ottenere l'identità delle persone videoregistrate nelle terme.

Gli avvocati di Kraft hanno sostenuto che, poiché la registrazione video era illegale, anche l'identificazione di Kraft doveva essere eliminata e il giudice Hanser ha accettato.

Alla fine, i giudici delle contee di Palm Beach, Martin e Indian River avrebbero dichiarato che i mandati erano illegali e che le videocassette non potevano essere utilizzate per perseguire Kraft o gli uomini accusati.

Infatti, a settembre 2020, Aronberg ha ritirato tutte le accuse contro Kraft e altri uomini poiché senza le prove video, non potevano essere condannati. Infine, il 25 gennaio 2021 un giudice federale in Florida ha ordinato la distruzione della videocassetta perché la sorveglianza era illegale.

Il contraccolpo contro le lavoratrici cinesi immigrate

Quando è diventato chiaro che la rivendicazione del traffico sessuale si stava sgretolando, le autorità hanno concentrato i loro sforzi sull'interrogatorio dei lavoratori delle terme cinesi, spingendoli ad ammettere di essere vittime.

Nel giugno 2019, l'AP ha ottenuto un video di uno di questi interrogatori di una massaggiatrice cinese da parte del detective della contea di Martin Mike Fenton. Come Lo ha riferito la CBS Miami, non avrebbe detto di essere stata costretta a fornire servizi sessuali - non era una vittima:

La massaggiatrice cinese si rimpicciolisce sulla sedia mentre il detective dello sceriffo della Florida dice ai suoi vice che hanno installato telecamere nascoste nel soffitto della sua spa. Sa che lei e altre donne hanno fatto sesso con uomini per soldi.

Ma puoi salvarti, le dicono il detective Mike Fenton della contea di Martin e altri. Ti daremo un appartamento. Forniremo cibo e istruzione. Porteremo i tuoi figli negli Stati Uniti.

Dicci solo che sei una vittima della tratta di esseri umani e testimonia contro i tuoi rapitori.

“Sappiamo cosa succede nella spa. Non si tratta solo di massaggi ”, le dice. “So che non è la cosa più divertente di cui parlare, ma sappiamo che è quello che succede. Non credo che questo sia il tipo di lavoro che desideri. "

Lui le assicura che non è nei guai - ancora. Ma dobbiamo sapere: sei costretto a prostituirti?

No, risponde, scuotendo la testa.

Qualcuno si arrabbierebbe se smettessi? No.

Allora perché farlo?

Si ferma, poi risponde dolcemente: "Non lo so".

"Sai. Sei intelligente ", dice Fenton. “Il motivo per cui sei entrato in questa linea di lavoro è perché qualcuno te ne ha parlato. È questo il lavoro dei tuoi sogni? "

Dice che lo fa per sostenere i parenti in Cina. Sarebbero orgogliosi? Lei non lo sa.

Durante le quattro ore dell'interrogatorio, l'operatore della spa scoppiò in lacrime e ripeté ripetutamente a Damian Spotts, un poliziotto di lingua mandarino, che non era una vittima e che si sentiva trattata come una criminale.

Anche Blanca Chang, una rappresentante di un'organizzazione anti-tratta, ha parlato con la donna, dicendole che il raid è stato “una sfortuna. Buona fortuna anche. Altrimenti soffriresti di più. Sei stato salvato. "

Mentre questa lavoratrice termale sarebbe stata libera di andare dopo l'interrogatorio e la sua identità mantenuta anonima dalla stampa, altri lavoratori termali cinesi legati a Kraft non sono stati così fortunati.

Entro la fine del 2020, quattro donne delle Orchids of Asia Spa lo farebbero in ultima analisi, devono affrontare pesanti accuse e multe legate alla prostituzione.

In quella che era iniziata come un'indagine sul traffico di esseri umani, si è evoluta in una repressione della prostituzione. Lei Wang, la direttrice della spa, si sarebbe dichiarata colpevole per la sola accusa di aver sollecitato un altro a commettere prostituzione, anche se la condanna sarà trattenuta dal suo record se soddisfa le sue condizioni di libertà vigilata per un anno, tra cui una multa di $ 5,000 e 100 ore di servizio alla comunità .

Hua Zhang, il proprietario della spa, si è dichiarato colpevole di aver sollecitato a commettere prostituzione e di aver affittato uno spazio per prostituirsi. Anche Lei Chen e Mingbi Shen, entrambe massaggiatrici alle terme, lo farebbero affrontare accuse di prostituzione, decine di migliaia di dollari di multe e condanne alla libertà vigilata.

Prima di entrare nel suo patteggiamento, Shen ha congelato il suo conto in banca e portato via il passaporto. Ora deve pagare $ 20,000 al dipartimento di polizia della città di Jupiter e $ 5,000 in altre tasse. Se ciò non bastasse, il file le donne devono sottoporsi a test STI come parte delle loro frasi.

Il procuratore dello stato della contea di Palm Beach Dave Aronberg - che aveva spinto la narrativa del traffico sessuale - ha celebrato le accuse, dicendo che "Orchids of Asia Day Spa era un famigerato bordello in un centro commerciale di famiglia".

Tutto era tornato al punto di partenza. L'osservazione iniziale dello sceriffo Snyder che "non le considererei mai prostitute" prefigurerebbe l'esatta conclusione opposta al caso.

Una lezione di cautela (e antirazzismo)

L'affermazione che una vasta rete di traffico sessuale operasse dalle terme asiatiche in tutto il sud della Florida era problematica per diversi motivi, sebbene il problema di fondo sia il supporto al modello di "raid and rescue" tra le autorità e alcune organizzazioni anti-tratta.

In combinazione con il fatto che le terme asiatiche sono state individuate come probabili siti di traffico sessuale o prostituzione, come evidenziato dal mandato di perquisizione che lamenta il "modello asiatico standard", non possiamo ignorare che la razza ha avuto un ruolo nel modo in cui "vittime" e "prostitute" sono stati incastrati dalle autorità.

I raid che si basano sul salvataggio delle vittime del traffico sessuale di immigrati possono andare in due modi negli Stati Uniti: o le vittime vengono identificate e ricevono assistenza, o se si scopre che sono lavoratrici del sesso consenzienti, procedimenti giudiziari, carcere, accuse penali e reati di immigrazione sono tutti attivi. la tavola.

Come ha detto la dott.ssa Jill McCracken, professoressa all'Università della Florida del sud di San Pietroburgo e cofondatrice e co-direttrice di SWOP Tampa Bay Rolling Stone, "Tendiamo a vedere i saloni di massaggio asiatici in generale attraverso una lente molto prevenuta", aggiungendo che sono spesso presi di mira come risultato di una sorta di "profilo razziale".

Analogamente, May Jeong ha scritto su Vanity Fair che "era in qualche modo più facile per le forze dell'ordine nel sud della Florida credere che le donne fossero state vendute come schiave sessuali da un sindacato criminale globale piuttosto che riconoscere che le donne immigrate di condizione precaria, circondate dalle circostanze, potevano scegliere il lavoro sessuale".

Certamente gran parte del problema si riduce alla fusione del traffico sessuale - che richiede un elemento di forza, coercizione o inganno per indicare lo sfruttamento - con il lavoro sessuale consenziente per adulti.

Secondo il modello "raid and rescue", le prostitute consenzienti possono essere radunate accanto alle vittime del traffico sessuale, ma queste ultime possono essere schiaffeggiate con accuse di prostituzione come danno collaterale, un approccio di criminalizzazione motivato dalle autorità come mezzo per combattere l'industria del sesso commerciale .

Un percorso politico in avanti

In Freedom United riconosciamo che il traffico sessuale e il lavoro sessuale non sono la stessa cosa. Noi ha risposto di recente alla consultazione del governo scozzese `` Ugualmente sicuro: sfidare la domanda degli uomini per la prostituzione '', sostenendo che criminalizzare l'acquisto di sesso non era una strategia efficace per contrastare la tratta di esseri umani e che era necessaria la completa depenalizzazione del lavoro sessuale poiché la criminalizzazione espone le lavoratrici del sesso a un rischio maggiore di violenza , abuso e infezione da HIV.

Sotto il "modello nordico", che criminalizza l'acquisto del sesso, le lavoratrici del sesso sono spinte in ambienti di lavoro meno sicuri e accettano clienti che potrebbero non aver scelto altrimenti.

As UNAIDS sottolinea: “Lo status legale del lavoro sessuale è un fattore critico che definisce l'entità e gli schemi delle violazioni dei diritti umani, inclusa la violenza contro le lavoratrici del sesso. Laddove il lavoro sessuale è criminalizzato, la violenza contro le lavoratrici del sesso spesso non viene denunciata o monitorata e la protezione legale è offerta raramente alle vittime di tale violenza ".

La completa depenalizzazione del lavoro sessuale dovrebbe applicarsi anche ai lavoratori di saloni di massaggi asiatici immigrati negli Stati Uniti. È inconcepibile che i raid nel sud della Florida abbiano provocato accuse penali per prostituzione e multe massicce per le lavoratrici, per non parlare del trauma di essere state profilate dai media nazionali. Inoltre, criminalizzare i propri clienti - la strategia della "domanda finale" - ignora la realtà che i lavoratori delle sale massaggi immigrati spesso scelgono di dedicarsi al lavoro sessuale tra le opzioni limitate disponibili per sbarcare il lunario.

Mentre va notato che le donne cinesi immigrate che lavorano nelle spa diurne nel sud della Florida non sono chiaramente vittime del traffico sessuale, può anche essere vero che non avevano condizioni di lavoro sicure o conoscono i loro diritti, il che merita un'analisi più approfondita per capire come riformare la politica pubblica in modo da non vittimizzare o penalizzare ulteriormente i lavoratori delle sale massaggi asiatici immigrati.

Riconosciamo anche che alcuni consulenti in prima linea hanno riferito che alcune donne arrivano a riconoscere il loro sfruttamento solo dopo mesi di costruzione della fiducia.

Con questo in mente, una necessità fondamentale è comprendere meglio le esperienze vissute dei lavoratori delle sale massaggi asiatici immigrati, assicurandosi che le loro voci siano centrate nelle discussioni sull'affrontare le sfide che devono affrontare. Un recente rapporto di ricerca approfondito, "Sale massaggi illegali nella contea di Los Angeles e New York City: storie di donne lavoratrici, "Mirava a fare proprio questo. Scritto dal professor John Chin dell'Hunter College e dal professor Lois Takahashi dell'University of Southern California, hanno intervistato 116 lavoratrici di sale massaggi cinesi e coreane immigrate che avevano fornito servizi sessuali, ascoltando le loro esperienze e preoccupazioni senza giudizio.

Nelle raccomandazioni politiche del rapporto, i ricercatori indicano quattro aree di riforma:

1) Modificare le pratiche di polizia e i servizi giudiziari per proteggere la sicurezza e i diritti dei lavoratori illeciti delle sale massaggi, inclusa una riduzione degli arresti

2) Aumentare le possibilità di impiego

3) Aumentare l'accesso all'assistenza sanitaria, all'educazione alla prevenzione e allo screening sanitario

4) Collaborare con istituzioni comunitarie chiave, come istituzioni religiose e organizzazioni di quartiere locali, per ridurre lo stigma del lavoro illecito nelle sale massaggi

In particolare, lo studio ha rilevato che “le donne spesso sceglievano un lavoro illecito in una sala massaggi da un numero molto limitato di opzioni di lavoro; alcune donne hanno descritto di essere state costrette o ingannate in questo lavoro, ma la maggior parte delle donne ha affermato di aver scelto questo lavoro come la migliore alternativa tra le opzioni limitate ".

Sebbene sia vero che una minoranza delle donne intervistate possa essere stata vittima di tratta, è fuorviante avvicinarsi all'intera industria asiatica dei saloni di massaggio come intrinsecamente sospetto, supponendo che tutti i lavoratori siano trafficati o oppressi. Deve esserci spazio per la discussione delle sfide che devono affrontare i lavoratori delle sale massaggi asiatici immigrati attraverso una lente dei diritti del lavoro e degli immigrati, soprattutto considerando il fatto che la maggior parte delle donne ha scelto questo lavoro, anche se per alcune le loro scelte sono limitate.

Anche se il lavoro sessuale potrebbe non essere il loro lavoro ideale o quello di cui vogliono necessariamente parlare alle loro famiglie, data la mobilità economica limitata e il desiderio di sostenere le loro famiglie, queste donne scelgono ciò che ha senso per loro sulla base di opzioni limitate.

In effetti, come sottolinea lo studio, ci sono vantaggi e svantaggi in questa linea di lavoro:

Sul lato positivo, la retribuzione era più alta che in altri settori e poteva fornire opportunità di lavoro autonomo.

Sul lato negativo, c'erano rischi per la salute fisica (HIV, IST) e la salute mentale (isolamento, stigma); rischio di violenza da parte di clienti e proprietari e rapina in questo settore basato sul denaro; e possibile arresto, multe e carcere, nonché espulsione nel caso di immigrati privi di documenti.

I ricercatori hanno anche evidenziato che "la paura dell'arresto ha quasi sempre sostituito la paura di rapina o aggressione", osservando che le lavoratrici erano riluttanti a chiedere aiuto alla polizia e che quelle con una conoscenza limitata dell'inglese spesso non erano a conoscenza di ciò che stava accadendo dopo i loro arresti.

Potrebbe non essere il lavoro dei loro sogni e potrebbero non avere protezioni sul lavoro, ma è una loro scelta basata su una mobilità economica limitata, soprattutto se sono privi di documenti o hanno una conoscenza dell'inglese limitata. L'obiettivo dovrebbe essere quello di rendere il loro lavoro più sicuro e migliorare le condizioni di lavoro, non eliminare i loro mezzi per la sopravvivenza economica.

3 Commenti
I più votati
Nuovi Arrivi il più vecchio
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Mike Casey
Mike Casey
anni fa, 3

Wow, gli uomini ricchi che incoraggiano questo tipo di abuso e sfruttamento sessuale sono completamente esaltati! Scommetto che queste donne hanno paura per la vita loro e delle loro famiglie e non credono di poter essere salvate da questo sfruttamento da parte del sistema giudiziario americano e giustamente.
Questo articolo aggiunge semplicemente e tragicamente il terrorismo che stanno vivendo!
Mi chiedo se queste fossero giovani ragazze bianche americane in fuga se gli autori le cancellassero così facilmente?

Gillian Nobile
Gillian Nobile
anni fa, 3

Grande chiarezza dei problemi. Le donne non dovrebbero essere criminalizzate per aver lavorato nell'industria del sesso. La trasparenza e l'attenzione alla sicurezza personale consentiranno di vedere e affrontare i problemi reali.

Bronwyn Thomson
Bronwyn Thomson
anni fa, 3

Mi dispiace ma se l'attività è illegale, non dovrebbero essere in grado di agire contro la legge. Anche la rapina può essere una valida fonte di guadagno quando sono disponibili opzioni limitate, ma non vorrei che quell'attività fosse ignorata.

La sezione settimana

Bande europee di cocainomani che utilizzano il lavoro forzato per sfruttare i bambini

Una recente indagine del Guardian ha rilevato che la fame di cocaina da 10 miliardi di sterline del continente ha portato al lavoro minorile forzato su scala altrettanto massiccia. Cartelli della droga sempre più potenti stanno costringendo centinaia, forse migliaia, di minori migranti non accompagnati a lavorare come spacciatori di droga nelle strade europee. Lo fanno per soddisfare la crescente domanda di cocaina in città come Parigi e Bruxelles. Sfruttamento su scala industriale L'aumento dei rifugiati

| Martedì Giugno 11, 2024

Per saperne di più