Il giudizio storico potrebbe vedere concesso ai sopravvissuti alla tratta il permesso di rimanere

Il giudizio storico potrebbe vedere concesso ai sopravvissuti alla tratta il permesso di rimanere

1
Attivisti anti schiavitùTratta di esseri umaniLegge e politicaStorie di sopravvissuti

Una settimana dopo aver perso una sfida legale per quanto riguarda la sua politica che nega ai richiedenti asilo il diritto al lavoro, il Ministero degli Interni del Regno Unito, che è responsabile per l'immigrazione, la sicurezza e la legge e l'ordine, una volta ha fallito agli occhi della legge per quanto riguarda il trattamento dei sopravvissuti alla tratta.

La storica sentenza dell'Alta Corte secondo cui ai sopravvissuti che chiedono asilo dovrebbe essere automaticamente concesso il permesso di rimanere nel Regno Unito è significativa e sostiene le richieste di oltre 82,000 sostenitori di Freedom United che hanno chiesto che a tutti i sopravvissuti venga concesso lo status di immigrazione sicuro in modo che possano riprendersi dalle proprie esperienze.

Il guardiano rapporti,

La sentenza ha fatto seguito a una sfida legale contro il Ministero degli Interni da parte di una donna vietnamita di 33 anni che non può essere nominata per motivi legali. È stata costretta alla prostituzione a Vinh City in Vietnam per circa sei mesi nel 2016 prima di essere costretta nel Regno Unito dai suoi trafficanti, passando attraverso diversi paesi lungo la strada, tra cui Russia, Ucraina e Francia prima di arrivare a novembre 2016 nel retro del Un camion.

Tra novembre 2016 e marzo 2018 è stata costretta a lavorare nei bordelli e nella produzione di cannabis. Nell'aprile 2018 è stata riconosciuta come vittima di tratta, ma nell'ottobre 2018 è stata accusata di cospirazione per la produzione di cannabis e si è dichiarata colpevole presso la corte di Preston. Nel dicembre 2018 è stata condannata a 28 mesi di reclusione.

Nel maggio 2019 i suoi avvocati l'hanno nuovamente indirizzata per una valutazione di traffico, ma il Ministero degli Interni ha affermato di non avere traccia del suo caso nel loro sistema. Nel luglio 2019 il Ministero degli Interni ha trovato i suoi registri di traffico, ma nell'ottobre 2019 l'ha rinchiusa in un carcere per immigrazione.

Ora, grazie al suo caso, l'Alta Corte ha stabilito che a migliaia di sopravvissuti alla tratta in un limbo legale, senza la possibilità di lavorare, studiare o accedere ai benefici, dovrebbe essere concesso un permesso di soggiorno nel Regno Unito, il che significa che potrebbero accedere al supporto di cui hanno bisogno per riprendersi dalle loro esperienze traumatiche.

La sentenza potrebbe anche avere implicazioni per i sopravvissuti alla tratta espulsi dal Regno Unito ogni anno poiché più sopravvissuti potrebbero scegliere di richiedere asilo.

Il Regno Unito è famigerato per le sue politiche discriminatorie nei confronti dei migranti ed è stato preso di mira da sostenitori, avvocatie esperti di salute mentale per aver creato un ambiente ostile che vittimizza i sopravvissuti alla tratta invece di offrire loro protezione.

In effetti, il presidente della giustizia Linden ha osservato nella sua sentenza che "L'effetto del rifiuto di concedere il congedo di schiavitù moderno alla ricorrente è che è soggetta al cosiddetto ambiente ostile sostenuto dall'Immigration Act 2014".

Il Ministero dell'Interno ha tempo fino al 19 ottobre per impugnare la decisione.

Sebbene questo sia un passo positivo, attualmente si applica solo ai sopravvissuti alla tratta che hanno presentato domanda di asilo. La comunità Freedom United crede che lo status di immigrazione non dovrebbe pregiudicare l'accesso ai servizi di supporto fondamentali e chiediamo urgentemente al Regno Unito di garantire a tutti i sopravvissuti uno status di immigrazione sicuro in modo che possano riprendersi dalle loro esperienze e ricostruire le loro vite.

Unisciti alla campagna oggi.

Entra e aiuta a porre fine alla schiavitù moderna una volta per tutte.

Freedom United è interessata ad ascoltare la nostra comunità e accoglie commenti, consigli e approfondimenti pertinenti e informati che promuovono la conversazione intorno alle nostre campagne e alla nostra difesa. diamo valore inclusività , che collaborano con noi, attingono direttamente dalla storia e dalla tradizione veneziana rispetto all'interno della nostra comunità. Per essere approvati, i tuoi commenti dovrebbero essere civili.

icona di arresto Alcune cose che non tolleriamo: commenti che promuovono discriminazione, pregiudizio, razzismo o xenofobia, nonché attacchi personali o volgarità. Esaminiamo le candidature per creare uno spazio in cui l'intera comunità Freedom United si senta sicura di esprimere e scambiare opinioni ponderate.

ospite
1 Commento
I più votati
Nuovi Arrivi il più vecchio
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
di nuovo
di nuovo
1 mese fa

L'unico problema nel dare la residenza a qualcuno se la sua storia "corrisponde" è che stai dando via la scusa che devono usare per rivendicare quella residenza. C'è un'intera industria che nasce per ogni generosa regola di immigrazione nel mondo ricco poiché gli esseri umani sono straordinariamente fantasiosi quando vogliono ottenere qualcosa! Questo è un grosso problema! Al confine meridionale degli Stati Uniti, le migliaia di persone che cercano di "entrare" hanno tutte storie singhiozzanti. Potrei fare lo stesso nei loro panni, ma gli Stati Uniti non possono accettare tutti!