Persone in attesa vicino alla strada

Un programma di sponsorizzazione imperfetto per i rifugiati ucraini potrebbe favorire lo sfruttamento

0
Tratta di esseri umani

Questa settimana è stato lanciato nel Regno Unito il programma Homes for Ukraine. Il programma consentirà alle persone nel Regno Unito di offrire le loro case ai rifugiati ucraini in fuga dalla guerra.

Ma l'Independent segnala che la mancanza di un solido processo di verifica per determinare chi dovrebbe essere in grado di sponsorizzare i rifugiati è un grave difetto del programma, portando gli enti di beneficenza ad avvertire che il programma potrebbe presentare "un'opportunità di realizzare un profitto a spese di individui vulnerabili" se non ci sono controlli in atto.

Case per l'Ucraina

Secondo il programma Homes for Ukraine, ci si aspetta che le persone offrano uno spazio gratuito nella propria casa o una residenza separata per almeno sei mesi. In particolare, il programma è stato oggetto di critiche per aver affidato al pubblico l'onere di offrire alloggi ai rifugiati, mentre la responsabilità di istituire sistemi di protezione dei rifugiati adatti allo scopo dovrebbe spettare al governo.

Coloro che prendono parte al programma riceveranno un pagamento di ringraziamento di £ 350 al mese fintanto che ospitano individui o famiglie. Entro le prime 24 ore dal suo lancio, più di 88,000 persone si sono iscritte per prendere parte al programma Homes for Ukraine.

“Lezioni dal passato”

Si dice che lo schema sia stato costruito sulla base delle lezioni apprese dall'evacuazione dall'Afghanistan la scorsa estate. "Le modifiche che abbiamo apportato al processo di visto stanno rendendo più semplice e veloce il viaggio degli ucraini, oltre a garantire che quelli già qui possano rimanere", ha affermato una portavoce del Ministero dell'Interno.

Sebbene il Ministero dell'Interno affermi di aver imparato dagli errori del passato, si pone la questione di cosa stiano facendo per servire meglio i rifugiati afgani le cui vite sono oggi nel limbo nel Regno Unito.

"Quando è avvenuta l'evacuazione afgana, ha davvero toccato i nervi saldi e 1600 persone hanno chiesto di ospitare con Refugees at Home".

Questa iniziativa è stranamente simile all'iniziativa creata per i rifugiati ucraini, tuttavia, gli host che hanno offerto alloggio non sono stati effettivamente in grado di aiutare a reinsediare gli afgani.

Il parlamentare laburista, Mick Whitely, ha dichiarato di riporre poca fiducia nel programma Home for Ukraine a causa della recente inazione nell'accogliere i rifugiati in fuga dall'Afghanistan.

Ricorda i fallimenti del governo nel programma di reinsediamento afghano che prometteva di reinsediare fino a 20,000 persone in quattro anni. Nel frattempo, oggi ci sono migliaia di afgani bloccati negli hotel del Regno Unito poiché i piani di reinsediamento si sono bloccati.

Altri hanno espresso preoccupazione per il fatto che il governo abbia lottato per stabilire partenariati efficaci con le autorità locali per fornire il supporto adeguato di cui i rifugiati afgani hanno bisogno e che problemi simili risulteranno con il programma Homes for Ukraine.

Inoltre, la portata di questa iniziativa è molto più ampia poiché non c'è limite al numero di ucraini che possono entrare nel Regno Unito nell'ambito di questo programma, il che separa questa iniziativa dai programmi in passato in cui ai rifugiati era richiesto di dimostrare legami familiari o di altro tipo con il Regno Unito

Motivi per essere preoccupati

La cosa forse più preoccupante dei problemi prevedibili che emergono con il programma è che i rifugiati ucraini potrebbero essere messi a rischio di sfruttamento e abuso.

Molti esperti ed enti di beneficenza hanno avvertito che, sebbene lo schema sia ben intenzionato, non è una soluzione definitiva. Con un numero maggiore del solito di applicazioni che devono essere elaborate, è possibile che non si verifichino segnali di pericolo quando si controllano potenziali host.

Per mitigare il rischio di collocare i rifugiati in situazioni in cui potrebbero essere sfruttati, maltrattati e persino vittime di tratta, devono essere previste rigorose misure di salvaguardia e controlli di follow-up.

Daniel Sohge, direttore della società di consulenza pro-bono Stand For All, ha affermato che il programma Home for Ukraine solleva una serie di preoccupazioni, la più significativa è il pericolo di sfruttamento o traffico di rifugiati.

Ha avvertito che senza un adeguato sostegno e salvaguardie, situazioni rischiose come quella a cui stiamo assistendo con i rifugiati afgani, in particolare i bambini ospitati negli hotel, potrebbero moltiplicarsi data la scala più ampia del programma Home for Ukraine.

Perché dobbiamo prestare attenzione agli avvertimenti

Il governo del Regno Unito dipende da organizzazioni e enti di beneficenza per "abbinare" i rifugiati a potenziali sponsor. Stanno inoltre anticipando che le organizzazioni e gli enti di beneficenza saranno quelli che condurranno i molteplici controlli.

Tuttavia, Sohge ha affermato che la velocità e la portata del regime rasentano l'impossibilità di eseguire correttamente tali controlli assicurando che le bandiere rosse non saranno rilevate.

È fondamentale che vengano messi in atto controlli rigorosi e misure di salvaguardia che siano praticati continuamente per tutta la durata del programma Home for Ukraine. Sebbene il programma possa essere ben intenzionato, c'è un motivo preciso per procedere con cautela.

Entra e aiuta a porre fine alla schiavitù moderna una volta per tutte.

Freedom United è interessata ad ascoltare la nostra comunità e accoglie commenti, consigli e approfondimenti pertinenti e informati che promuovono la conversazione intorno alle nostre campagne e alla nostra difesa. diamo valore inclusività e rispetto all'interno della nostra comunità. Per essere approvati, i tuoi commenti dovrebbero essere civili.

icona di arresto Alcune cose che non tolleriamo: commenti che promuovono discriminazione, pregiudizio, razzismo o xenofobia, nonché attacchi personali o volgarità. Esaminiamo le candidature per creare uno spazio in cui l'intera comunità Freedom United si senta sicura di esprimere e scambiare opinioni ponderate.

ospite
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti