I manifestanti in Svezia si radunano contro la schiavitù in Libia. Credito fotografico: CNN

ONU: le ragazze costituiscono il 23% delle vittime della tratta nel mondo

0
Lavoro forzatoTratta di esseri umaniSchiavitù In conflitto

Un nuovo rapporto dell'Ufficio delle Nazioni Unite contro la droga e il crimine (UNODC) ha rilevato che il numero di ragazze vittime di tratta è aumentato in tutto il mondo, rappresentando ora il 23% di tutte le vittime della tratta.

La nuova statistica sulle ragazze si basa sui dati del 2016, sebbene segna un aumento dal 21% nel 2014 e dal 10% nel 2004. L'UNODC ha rilevato che i ragazzi rappresentavano il 7% delle vittime di tratta denunciate, in calo dall'8% nel 2014, e dal 3% nel 2004.

"Nel profilo delle vittime identificate, stiamo vedendo sempre più bambini, un aumento in particolare nelle ragazze", ha detto Angela Me, capo del dipartimento di ricerca e analisi delle tendenze dell'UNODC.

CNN relazioni:

Mi spiega che le ragazze trafficate sono tipicamente vittime di sfruttamento sessuale, mentre i ragazzi sono più spesso sfruttati per il lavoro forzato.

L'ONU definisce ragazze e ragazzi come se avessero meno di 18 anni, ma secondo me alcuni stati membri usano definizioni diverse.

Il rapporto mostra che le donne e le ragazze rappresentano quasi i tre quarti di tutte le vittime di tratta rilevate nel 2016. Le donne costituiscono il 94% del totale delle vittime della tratta per sfruttamento sessuale e il 35% di quelle vittime di tratta per lavoro forzato.

Il rapporto indica anche che il numero complessivo di vittime di tratta denunciate è aumentato. Nel 2016 sono state rilevate circa il 40% di vittime in più rispetto al 2011.

Ma l'ONU afferma che questo aumento potrebbe essere dovuto a un aumento della tratta a livello globale, oppure potrebbe essere il risultato di maggiori capacità nazionali di rilevare, registrare e segnalare i dati sulla tratta. Nel 2009 solo 26 paesi avevano un'istituzione che raccoglieva sistematicamente dati sui casi di tratta, mentre nel 2018 il numero era salito a 65.

Inoltre, il rapporto UNODC evidenzia l'effetto dei conflitti armati sulla tratta di esseri umani, osservando che le aree con uno stato di diritto debole forniscono ai trafficanti "terreno fertile".

Le comunità vulnerabili in fuga dai conflitti, in particolare i rifugiati siriani, iracheni e rohingya, sono spesso prese di mira dai trafficanti.

"Nei flussi migratori, hai una dispersione delle famiglie e poi hai molti bambini che viaggiano da soli, che diventano decisamente più vulnerabili per essere intrappolati in situazioni di sfruttamento", mi ha spiegato.

L'UNODC ha accolto con favore l'aumento della legislazione e delle politiche anti-tratta a livello globale, ma ha avvertito che le condanne rimangono estremamente basse, scrivendo "Sembra che i trafficanti non abbiano quasi nessun rischio di affrontare la giustizia".

Entra e aiuta a porre fine alla schiavitù moderna una volta per tutte.

Freedom United è interessata ad ascoltare la nostra comunità e accoglie commenti, consigli e approfondimenti pertinenti e informati che promuovono la conversazione intorno alle nostre campagne e alla nostra difesa. diamo valore inclusività e rispetto all'interno della nostra comunità. Per essere approvati, i tuoi commenti dovrebbero essere civili.

icona di arresto Alcune cose che non tolleriamo: commenti che promuovono discriminazione, pregiudizio, razzismo o xenofobia, nonché attacchi personali o volgarità. Esaminiamo le candidature per creare uno spazio in cui l'intera comunità Freedom United si senta sicura di esprimere e scambiare opinioni ponderate.

ospite
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti