ONU: donne migranti subiscono stupri di gruppo in Libia

0
Tratta di esseri umaniSchiavitù In conflitto

Un nuovo rapporto dell'Ufficio dell'Alto Commissario per i diritti umani (OHCHR) ha rilevato che la "stragrande maggioranza" delle donne migranti in Libia ha riferito di essere stata violentata di gruppo da trafficanti o di aver assistito ad abusi di altre donne.

L'OHCHR ha detto che gli investigatori hanno raccolto 1,300 resoconti di prima mano che descrivono in dettaglio "una terribile litania di violazioni e abusi commessi da una serie di funzionari statali, gruppi armati, trafficanti e trafficanti contro migranti e rifugiati".

Tra gli abusi: uccisioni illegali, torture, detenzioni arbitrarie, stupri di gruppo, schiavitù, lavoro forzato ed estorsioni.

Al Jazeera relazioni:

"Il personale delle Nazioni Unite in visita a 11 centri di detenzione [in Libia], dove vengono trattenuti migliaia di migranti e rifugiati, ha documentato torture, maltrattamenti, lavori forzati e stupri da parte delle guardie e ha riferito che le donne sono spesso detenute in strutture senza donne guardie, aggravando il rischio di abuso e sfruttamento sessuale ", ha detto l'OHCHR.

L'Unione africana ha detto che a dicembre c'erano circa 400,000-700,000 migranti in più di 40 campi di detenzione in tutta la Libia, molti in condizioni disumane.

“Molte persone sono detenute in centri non ufficiali e illegali gestiti direttamente da gruppi armati o bande criminali. Sono spesso venduti da un gruppo criminale a un altro e sono tenuti a pagare più riscatti ", ha detto OHCHR.

L'Unione Europea, nel tentativo di dissuadere i migranti africani e mediorientali in Libia dal raggiungere l'Europa, sta spendendo 200 milioni di dollari in Libia. Secondo quanto riferito, questi fondi sarebbero stati utilizzati per reclutare e addestrare la guardia costiera libica e dotarla di comunicazioni, attrezzature di soccorso, barche e veicoli.

Tuttavia, gli sforzi per arginare le violazioni dei diritti umani in Libia sono in gran parte falliti.

"C'è un fallimento locale e internazionale nel gestire questa calamità umana nascosta che continua a verificarsi in Libia", ha detto Ghassan Salame, rappresentante speciale del segretario generale e capo della missione di sostegno delle Nazioni Unite in Libia.

Entra e aiuta a porre fine alla schiavitù moderna una volta per tutte.

Freedom United è interessata ad ascoltare la nostra comunità e accoglie commenti, consigli e approfondimenti pertinenti e informati che promuovono la conversazione intorno alle nostre campagne e alla nostra difesa. diamo valore inclusività e rispetto all'interno della nostra comunità. Per essere approvati, i tuoi commenti dovrebbero essere civili.

icona di arresto Alcune cose che non tolleriamo: commenti che promuovono discriminazione, pregiudizio, razzismo o xenofobia, nonché attacchi personali o volgarità. Esaminiamo le candidature per creare uno spazio in cui l'intera comunità Freedom United si senta sicura di esprimere e scambiare opinioni ponderate.

ospite
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti