La petizione sulla legge sulla cura delle vittime nel Regno Unito viene consegnata al Ministero degli Interni
Foto dalla consegna della nostra petizione a sostegno del progetto di legge sul sostegno alle vittime del Regno Unito

Limite di 45 giorni "senza senso" per gli scarti del ministero degli interni per l'assistenza alle vittime

0
Legge e politicaRiabilitazione e liberazione

L'Home Office britannico ha ufficialmente cancellato la sua politica "priva di senso" di limitare le vittime della schiavitù moderna a 45 giorni di supporto. Invece, svilupperà un "sistema basato sui bisogni per sostenere le vittime della tratta".

In particolare, i documenti del tribunale rivelano che il governo "non ha intenzione di riapplicare la" regola dei 45 giorni "" o qualsiasi altro limite di tempo al suo sostegno.

Il cambiamento di politica è un importante passo avanti per i sopravvissuti alla tratta e per i sostenitori che si sono battuti per anni per espandere il sostegno. Noi di Freedom United abbiamo condotto una campagna per garantire il sostegno ai sopravvissuti che ha raccolto oltre 68,000 firme, consegnando la petizione a 10 Downing Street all'inizio di quest'anno.

Il guardiano relazioni:

La politica esistente - che ai sensi del Modern Slavery Act fornisce alloggi sicuri, consulenza e sostegno finanziario per un massimo di 45 giorni alle persone nel Regno Unito che sono state formalmente identificate come vittime di schiavitù o tratta - è stata sospesa ad aprile da un giudice dell'alta corte, che ha stabilito che rischia di causare "danni irreparabili a individui molto vulnerabili".

"La politica insensata sul supporto del segretario di casa è finalmente terminata: le vittime della tratta e della schiavitù moderna non saranno più lasciate in balia del calo del supporto di 45," ha affermato Ahmed Aydeed, direttore di diritto pubblico di Duncan Lewis, lo studio legale che ha contestato la politica del Ministero degli Interni.

I documenti presentati alla corte e visti dal Guardian mostrano che il Ministero degli Interni ha ammesso questo mese che "alcuni aspetti del sistema [attuale] sono insoddisfacenti" e che il recupero dei sopravvissuti "può variare da individuo a individuo e non può essere delimitato dal solo tempo ”.

L'inversione di politica segue le sfide legali intentate contro il Ministero dell'Interno da due vittime di tratta, che hanno sostenuto che interrompere il sostegno dopo 45 giorni le lascerebbe indigenti e vulnerabili alla nuova tratta.

"Per anni il meccanismo di segnalazione del Regno Unito ha salvato i sopravvissuti solo per buttarli fuori dal supporto, una volta che sono stati definitivamente riconosciuti come trafficati, dopo un breve periodo di tempo arbitrario", ha spiegato Barnett.

“Di conseguenza, abbiamo sentito storie orribili di molte vittime, in particolare vittime di sesso maschile, che sono finite indigenti e poi sono state nuovamente trafficate. Ora non saranno costretti a rinunciare al supporto se non sono ancora pronti ".

Il Ministero dell'Interno ha indicato che necessita dell'aiuto di "stakeholder esperti" nello sviluppo del nuovo sistema di supporto personalizzato. E la società civile è pronta a collaborare per renderlo possibile.

“Per progettare questo sistema e implementarlo in modo efficace, sarà necessaria la collaborazione tra la società civile e una serie di dipartimenti governativi. Le voci dei sopravvissuti devono essere ascoltate e le loro esigenze devono essere comprese appieno ", ha detto Kate Garbers di Unseen.

Entra e aiuta a porre fine alla schiavitù moderna una volta per tutte.

Freedom United è interessata ad ascoltare la nostra comunità e accoglie commenti, consigli e approfondimenti pertinenti e informati che promuovono la conversazione intorno alle nostre campagne e alla nostra difesa. diamo valore inclusività e rispetto all'interno della nostra comunità. Per essere approvati, i tuoi commenti dovrebbero essere civili.

icona di arresto Alcune cose che non tolleriamo: commenti che promuovono discriminazione, pregiudizio, razzismo o xenofobia, nonché attacchi personali o volgarità. Esaminiamo le candidature per creare uno spazio in cui l'intera comunità Freedom United si senta sicura di esprimere e scambiare opinioni ponderate.

ospite
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti