L'UE impone il divieto di importazione del lavoro forzato

L'UE impone il divieto di importazione del lavoro forzato

0
Lavoro forzatoLegge e politica

La presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ha annunciato l'intenzione dell'Unione europea di vietare l'importazione di prodotti realizzati con il lavoro forzato.

Parlando all'annuale Stato dell'Unione europea, non ha nominato alcun paese legato al lavoro forzato, ma gli osservatori ritengono che questo fosse diretto al lavoro forzato uiguro nella regione autonoma uigura nordoccidentale dello Xinjiang.

Notando l'importanza della dignità umana prima dei profitti, ha affermato: “Fare affari in tutto il mondo è positivo, il commercio globale nel mondo è buono e necessario, ma non può mai essere fatto a spese della libertà e della dignità delle persone. Proporremo il divieto dei prodotti realizzati con il lavoro forzato”.

Firma la nostra petizione chiedendo leggi forti per mettere le persone e il pianeta prima dei profitti.

AFP relazioni:

Nella nativa Germania di von der Leyen, attivisti per i diritti umani questo mese hanno presentato una denuncia penale contro cinque rivenditori, tra cui Hugo Boss e C&A, accusandoli di aver beneficiato degli abusi dello stato cinese sugli uiguri.

“Ci sono 25 milioni di persone là fuori, che sono minacciate o costrette ai lavori forzati. Non possiamo mai accettare che siano costretti a realizzare prodotti e che questi prodotti finiscano in vendita nei negozi qui in Europa", ha affermato.

“Quindi proporremo un divieto sui prodotti nel nostro mercato che sono stati realizzati con il lavoro forzato. I diritti umani non sono in vendita, a nessun prezzo”.

von der Leyen ha annunciato che l'UE svelerà presto una strategia "Global Gateway" basata su "un approccio basato sui valori, che offre trasparenza e buon governo ai nostri partner".

Questo è stato letto come un piano per l'Europa per costruire collegamenti commerciali, infrastrutture e catene di approvvigionamento durante il vertice UE-Africa, così come in Asia, una risposta ai piani della Cina Belt and Road attraverso la regione Indo-Pacifico.

Entra e aiuta a porre fine alla schiavitù moderna una volta per tutte.

Freedom United è interessata ad ascoltare la nostra comunità e accoglie commenti, consigli e approfondimenti pertinenti e informati che promuovono la conversazione intorno alle nostre campagne e alla nostra difesa. diamo valore inclusività e rispetto all'interno della nostra comunità. Per essere approvati, i tuoi commenti dovrebbero essere civili.

icona di arresto Alcune cose che non tolleriamo: commenti che promuovono discriminazione, pregiudizio, razzismo o xenofobia, nonché attacchi personali o volgarità. Esaminiamo le candidature per creare uno spazio in cui l'intera comunità Freedom United si senta sicura di esprimere e scambiare opinioni ponderate.

ospite
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti