Bambini africani che giocano

I bambini nigeriani hanno perso a causa di matrimoni forzati e lavori forzati

1
Schiavitù minorileLavoro forzatoMatrimonio forzatoSchiavitù In conflitto

Mercoledì, in un nuovo rapporto straziante, Amnesty International ha avvertito il governo nigeriano che i suoi fallimenti nelle regioni del nordest devastate da Boko Haram rischiano di creare una "generazione perduta" di bambini.

Il rapporto rivela come le sofferenze diffuse che i bambini hanno subito per mano di Boko Haram siano state aggravate dai militari nigeriani.

Le atrocità di Boko Haram hanno avuto un grave impatto sui bambini del Nordest: i bambini sono stati oggetto di violazioni di massa dei diritti umani che includono la schiavitù moderna, con ragazze e giovani donne costrette a sposarsi e ragazzi costretti a diventare soldati.

Ma nello sforzo quasi decennale del governo nigeriano per combattere il gruppo terroristico, la protezione e il sostegno di questi bambini traumatizzati non è stata considerata una priorità.

In effetti, l'esercito nigeriano ha attivamente aggravato la sofferenza dei bambini.

Lungi dal trovare un rifugio sicuro, molti bambini che riescono a fuggire da Boko Haram sono detenuti illegalmente in condizioni che, secondo le interviste, gli ex detenuti hanno costantemente descritto come orribili.

Uomini e ragazzi detenuti nell'Operazione Safe Corridor, un centro di detenzione generosamente finanziato dall'UE e dai governi britannico e americano, sono soggetti a lavoro non retribuito in condizioni di lavoro pericolose.

Coloro a cui viene risparmiata la detenzione, nel frattempo, trovano poco in termini di sostegno, che si tratti di istruzione, assistenza sanitaria, cibo e acqua o consulenza sui traumi.

Amnesty International relazioni:

“L'ultimo decennio di aspro conflitto tra l'esercito nigeriano e Boko Haram è stato un assalto all'infanzia stessa nel nord-est della Nigeria. Le autorità nigeriane rischiano di creare una generazione perduta a meno che non affrontino con urgenza il modo in cui la guerra ha preso di mira e traumatizzato migliaia di bambini ", ha affermato Joanne Mariner, direttore ad interim di Crisis Response di Amnesty International.

“Boko Haram ha ripetutamente attaccato le scuole e rapito un gran numero di bambini come soldati o 'mogli', tra le altre atrocità.

[...]

Un ragazzo di 14 anni che Boko Haram ha rapito da bambino prima di fuggire e che è stato messo in detenzione dai militari nigeriani, ha detto: “Le condizioni a Giwa sono orribili. Potrebbero farti morire. Non c'è posto per sdraiarsi ... Fa caldo, tutti i tuoi vestiti erano bagnati, come se ti avessero buttato in un fiume ... Fino ad ora nessuno mi ha detto perché sono stato portato lì, cosa ho fatto, perché sono stato detenuto. Mi chiedo, perché sono scappato da [Boko Haram]? "

Delle 230 persone intervistate da Amnesty International sulla loro esperienza nel conflitto, 119 erano bambini quando sono stati colpiti, inclusi 48 detenuti per mesi o anni.

L'organizzazione ha esortato i militari nigeriani a rilasciare tutti i bambini detenuti arbitrariamente e ha invitato il governo a "aprire una nuova strada per il nord-est" dando priorità all'istruzione e al recupero psicosociale.

La schiavitù moderna è ben documentata nelle zone di conflitto e il caso dell'esercito nigeriano purtroppo non è unico. Il Guardia costiera libica finanziata dall'UE, ad esempio, è stato implicato nel sottoporre rifugiati e migranti a un lavoro forzato diffuso nei suoi centri di detenzione.

Negli sforzi locali e internazionali per superare conflitti come quello che esiste nel nord-est della Nigeria, il recupero e la libertà dalla sofferenza delle vittime della schiavitù moderna devono essere considerati una priorità.

Leggi di Amnesty International rapporto completo per ulteriori dettagli.

Entra e aiuta a porre fine alla schiavitù moderna una volta per tutte.

Freedom United è interessata ad ascoltare la nostra comunità e accoglie commenti, consigli e approfondimenti pertinenti e informati che promuovono la conversazione intorno alle nostre campagne e alla nostra difesa. diamo valore inclusività e rispetto all'interno della nostra comunità. Per essere approvati, i tuoi commenti dovrebbero essere civili.

icona di arresto Alcune cose che non tolleriamo: commenti che promuovono discriminazione, pregiudizio, razzismo o xenofobia, nonché attacchi personali o volgarità. Esaminiamo le candidature per creare uno spazio in cui l'intera comunità Freedom United si senta sicura di esprimere e scambiare opinioni ponderate.

ospite
1 Commento
I più votati
Nuovi Arrivi il più vecchio
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Mel M
Mel M
anni fa, 2

L'articolo dovrebbe anche menzionare gli attacchi ai cristiani. Perché non lo fa? Triste.