facebook diritti umani

Chi sta pubblicizzando le spose bambine africane su Facebook?

6
Matrimonio forzatoTecnologia e strumenti

In una comunità in Nigeria, alcuni uomini si sono rivolti a Facebook per pubblicizzare ragazze adolescenti per il matrimonio con uomini abbastanza grandi da essere i loro nonni.

E spesso dietro le pubblicità sono i loro padri analfabeti.

Agire: Unisciti alla lotta per porre fine al matrimonio precoce forzato

La comunità Becheve, una grande tribù di 17 villaggi a Obanliku, ha una pratica comune di scambiare le ragazze con cibo, bestiame o denaro, o per saldare i debiti, in quello che viene definito un "matrimonio in denaro".

Eppure le ragazze in gran parte non hanno il consenso nei propri matrimoni. In un caso, una sedicenne di nome Monica e sua sorella di 16 anni sono state "vendute" in matrimonio dopo che il padre ha pubblicato le loro fotografie sulla sua pagina Facebook.

il Daily Beast relazioni:

I rispettivi mariti si sono messi in contatto con il padre dopo aver visto la pagina Facebook dove ha pubblicato le foto delle sue sei figlie per attirare l'attenzione dei suoi membri della tribù. Gli uomini del clan hanno scoperto che la nuova tecnologia aiuta a estendere ed espandere le loro vecchie tradizioni di sfruttamento.

"Mio padre non sapeva nulla di Facebook fino a quando mio fratello maggiore gli ha comprato uno smartphone e lo ha convinto a iscriversi a Facebook e pubblicare le nostre fotografie ogni volta che vuole", ha detto Monica al Daily Beast. "Comprerà vestiti nuovi e costringerà me e le mie sorelle a indossarli prima di fotografarci."

Di solito nella comunità Becheve, i genitori delle spose in denaro portano le ragazze da uomini che possono permettersi di pagare per le loro figlie ogni volta che pensano di essere adatte al matrimonio, o aspettano che gli uomini interessati chiedano la mano della figlia in matrimonio.

Ma negli ultimi mesi, le famiglie che sono così disperate nel dare via i loro figli per soldi si rivolgono a Facebook in modo che i loro parenti possano controllarli.

"Sono i giovani che convincono i vecchi a cercare mogli su Facebook", ha aggiunto Monica, che è scappata dal marito meno di un anno dopo essersi sposata.

"L'uomo che ho sposato ha detto che suo figlio maggiore gli ha mostrato la mia foto su Facebook e lo ha indirizzato a mio padre."

Dopo il matrimonio, queste spose bambine diventano essenzialmente servitrici, a cui è vietato frequentare la scuola. Alcune ragazze affrontano anche la violenza domestica.

"Una volta che mi ha sposato, mi ha trasformato nella sua schiava e nel suo sacco da boxe", ha detto Monica. "Ha detto che ha pagato così tanto per sposarmi e quindi ho dovuto faticare duramente lavorando per ore tutti i giorni nella fattoria per dimostrare che sono una moglie grata".

Quando sono stati contattati dal Daily Beast, i portavoce di Facebook hanno affermato di non avere familiarità con ciò che sta accadendo nella comunità di Becheve.

Entra e aiuta a porre fine alla schiavitù moderna una volta per tutte.

Freedom United è interessata ad ascoltare la nostra comunità e accoglie commenti, consigli e approfondimenti pertinenti e informati che promuovono la conversazione intorno alle nostre campagne e alla nostra difesa. diamo valore inclusività e rispetto all'interno della nostra comunità. Per essere approvati, i tuoi commenti dovrebbero essere civili.

icona di arresto Alcune cose che non tolleriamo: commenti che promuovono discriminazione, pregiudizio, razzismo o xenofobia, nonché attacchi personali o volgarità. Esaminiamo le candidature per creare uno spazio in cui l'intera comunità Freedom United si senta sicura di esprimere e scambiare opinioni ponderate.

ospite
6 Commenti
I più votati
Nuovi Arrivi il più vecchio
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Paulette Harvey
Paulette Harvey
3 anni

I bambini appartengono alla scuola e non al letto coniugale, credo che ciò stia accadendo specificamente a causa dell'ignoranza e della povertà, due delle armi usate dai pedofili per mettere le mani sui bambini, la mancanza di governo e di supervisione legale consente ai "vecchi sporchi" di abusare queste sfortunate ragazze consegnate in cambio di denaro o bestiame. È un mondo triste!

Jiyam Shrestha
Jiyam Shrestha
3 anni

Sono pratiche dannose della comunità e colpiscono gravemente le ragazze che sono in vendita per tutta la sua vita. Quindi Facebook deve assumersi la responsabilità per le azioni sbagliate e deve ricompensare le ragazze. Queste cose dovrebbero essere fermate immediatamente.

Bonnita Lynette Davidtsz
Bonnita Lynette Davidtsz
3 anni
Rispondi a  Jiyam Shrestha

Buon Dio!! Quando queste mentalità barbariche scompariranno dalla terra per sempre!!! E l'Africa, sebbene per eoni impantanata in questa disgustosa usanza (gli Xhosa sudafricani la conoscono come ukutwala), non è l'unico continente a incoraggiarla. Guarda l'India, la società più diseguale DEL MONDO!!... dove le persone nascono in rigide gerarchie. Se l'ombra di un Dalit cade sulla tua persona o anche sul cibo, viene duramente picchiato!! E sono così bassi che non si qualificano nemmeno per una delle quattro caste.

Belinda Vitale

Quanto terribilmente triste e crudele, come possono essere cambiati questi atteggiamenti mentali?

Tamara
Tamara
3 anni

Un altro motivo per odiare Facebook! Dovrebbero essere accusati di traffico sessuale di ragazze! Sono stufo delle scuse di Facebook quando si comportano male.

Tanya
Tanya
3 anni

Non è abbastanza buono da FB ..un'altra scusa scusa !!!! s
FB deve prendere il controllo e chiudere questi siti .. hanno abbastanza soldi per scovarli ..
.non ci sono scuse per questa schiavitù delle donne nel 21° secolo ..follia!!#!