Il sito di social media delle lavoratrici del sesso è stato costretto a chiudere a causa delle leggi che pretendono di contrastare la tratta

0
Tecnologia e strumenti

Switter, un sito di social media creato nel 2018 da Assembly Four, un collettivo australiano di prostitute ed esperti di tecnologia, ha chiuso. Switter ha consentito alle prostitute di stabilire connessioni, condividere informazioni sulla sicurezza e controllare i clienti, ma il sito non poteva più essere gestito in modo tale da mantenere al sicuro quasi mezzo milione di utenti globali a causa delle leggi sulla sicurezza online in Australia, Regno Unito e gli Stati Uniti

Nocive leggi “anti-tratta”.

A seguito dell'approvazione delle leggi dannose Stop Enabling Sex Traffickers Act/Fight Online Sex Traffickers Act negli Stati Uniti nel 2018, siti Web come Backpage in cui le lavoratrici del sesso potevano fare pubblicità e controllare i clienti in sicurezza sono stati chiusi. I rapporti del Guardiano che Switter è stato istituito in risposta a questa legislazione che pretendeva di essere finalizzata ad affrontare il traffico sessuale. In realtà SESTA/FOSTA è usato raramente come a Rapporto del governo degli Stati Uniti trovato nel 2021, causando gravi danni alla sicurezza e ai mezzi di sussistenza delle lavoratrici del sesso, costringendole a situazioni in cui aumenta il rischio di tratta e sfruttamento.

La dichiarazione dell'Assemblea Quattro sulla loro decisione di chiudere Switter diceva:

Le recenti modifiche legislative anti-sex work e anti-LGBTQIA+ non solo in Australia, ma nel Regno Unito, negli Stati Uniti e in altre giurisdizioni ci hanno reso impossibile mantenere la conformità in modo appropriato ed etico a oltre 420,690 utenti.

Nel novembre 2021, Freedom United ha presentato una richiesta alla consultazione del governo australiano sulla bozza australiana di sicurezza online (Aspettative di sicurezza online di base) esponendo le nostre preoccupazioni su questa legislazione. Riteniamo che i contenuti online che descrivono abusi delle vittime della tratta di esseri umani debbano essere rimossi e che i trafficanti siano ritenuti responsabili, tuttavia questi casi sono diversi dal lavoro sessuale consensuale per adulti e non è chiaro come il governo distinguerà tra casi reali di tratta e casi falsi o fuorvianti segnalazioni da parte degli utenti finali.

Questa distinzione è essenziale per aiutare le vittime della tratta e garantire che le lavoratrici del sesso possano comunicare tra loro per lavorare in sicurezza online, una strategia cruciale per la riduzione del danno.

Perché chiudere gli spazi online mette a rischio le prostitute

La legislazione che costringe piattaforme come Switter a chiudere danneggia solo le prostitute e le espone a un rischio maggiore di tratta. I trafficanti approfittano delle persone emarginate, molte delle quali faticano a sbarcare il lunario, spesso con false promesse di lavoro. Rendere più difficile la sopravvivenza economica delle prostitute porta solo a un'ulteriore emarginazione, esponendole a un rischio maggiore di sfruttamento.

Scopri di più sul motivo per cui depenalizzare il lavoro sessuale negli spazi offline e online è una componente necessaria per un'efficace strategia contro la tratta. 

Entra e aiuta a porre fine alla schiavitù moderna una volta per tutte.

Freedom United è interessata ad ascoltare la nostra comunità e accoglie commenti, consigli e approfondimenti pertinenti e informati che promuovono la conversazione intorno alle nostre campagne e alla nostra difesa. diamo valore inclusività e rispetto all'interno della nostra comunità. Per essere approvati, i tuoi commenti dovrebbero essere civili.

icona di arresto Alcune cose che non tolleriamo: commenti che promuovono discriminazione, pregiudizio, razzismo o xenofobia, nonché attacchi personali o volgarità. Esaminiamo le candidature per creare uno spazio in cui l'intera comunità Freedom United si senta sicura di esprimere e scambiare opinioni ponderate.

ospite
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti