500 rifugiati africani tenuti prigionieri in Libia si dirigono in Ruanda

4
Lavoro forzatoSchiavitù In conflitto

Circa 500 rifugiati africani che sono stati tenuti prigionieri nei centri di detenzione per migranti notoriamente abusivi della Libia saranno evacuati in Ruanda come parte di un accordo stipulato dall'agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati (UNHCR), dall'Unione africana e dal Ruanda.

AGISCI: Chiama per porre fine alla schiavitù in Libia

"L'accordo con il Ruanda dice che il numero può essere aumentato da 500 se sono soddisfatti di come funziona", ha spiegato Vincent Cochetel, inviato speciale per il Mediterraneo centrale dell'agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati.

“Per farlo funzionare, dipende davvero dalla risposta della comunità internazionale. Ma significa che abbiamo un'altra soluzione alla situazione in Libia. Non è una grande soluzione, ma è utile. "

Tuttavia, non è chiaro per quanto tempo questi rifugiati rimarranno in Ruanda o se l'UE li accetterà come rifugiati in Europa.

"Da un lato si potrebbe dire che qualsiasi cosa è meglio che essere bloccati in un centro di detenzione libico, quindi il fatto che questo dia ai rifugiati l'opportunità di uscire è positivo", ha detto Jeffery Crisp, esperto di migrazione e problemi dei rifugiati.

"Ma molti dei rifugiati si aspettano il reinsediamento in Europa, che spesso può richiedere tempo - e devi chiederti se l'UE renderà disponibili questi posti di reinsediamento".

Fondazione Thomson Reuters relazioni:

Molti vengono raccolti in mare dalla Guardia costiera libica finanziata dall'UE, che li rimanda indietro, spesso per essere detenuti in centri squallidi e sovraffollati dove subiscono percosse, stupri e lavoro forzato, secondo operatori umanitari e gruppi per i diritti umani.

Secondo l'accordo, i rifugiati che vogliono andare saranno trasferiti in aereo in Ruanda e alloggeranno in una struttura di transito alla periferia di Kigali.

Sarà data priorità ai più vulnerabili, come i minori non accompagnati, i disabili e gli anziani. La maggior parte dei rifugiati proverrà da paesi del Corno d'Africa.

Cochetel ha detto che alcuni sfollati potrebbero essere reinsediati in paesi terzi, mentre altri saranno aiutati a tornare nei paesi in cui avevano precedentemente avuto asilo o nei loro paesi d'origine se è sicuro. Ad alcuni potrebbe essere permesso di rimanere in Ruanda, ha aggiunto.

“Il Ruanda ha detto: 'daremo loro lo spazio, daremo loro lo status, daremo loro il permesso di soggiorno. Risiederanno legalmente in Ruanda come rifugiati ”, ha detto Cochetel.

L'UNHCR ha affermato che i fondi per questa evacuazione proverranno dall'Unione Europea, così come dall'Unione Africana, che ha ricevuto 20 milioni di dollari dal Qatar per sostenere il reinserimento dei migranti e rifugiati africani.

Il Ruanda diventa la seconda nazione africana ad accogliere rifugiati dalla crisi libica, dopo il Niger, che dal 2,900 ne ha presi circa 2017.

Nonostante le preoccupazioni per il futuro a lungo termine di questi rifugiati, l'UNHCR e il Ruanda affermano che questo accordo è almeno un progresso nel portare i rifugiati in salvo.

“Non abbiamo firmato un accordo con l'UE. Abbiamo firmato un accordo con AU e UNHCR ”, ha detto il ministro degli Esteri del Ruanda Olivier Nduhungirehe.

“I profughi sono in grave pericolo in Libia. Sono passati due anni da quando il presidente ruandese ha detto che siamo pronti a contribuire a trovare una soluzione prendendone alcuni. L'UNHCR chiede anche ad altri paesi di prenderli ".

Entra e aiuta a porre fine alla schiavitù moderna una volta per tutte.

Freedom United è interessata ad ascoltare la nostra comunità e accoglie commenti, consigli e approfondimenti pertinenti e informati che promuovono la conversazione intorno alle nostre campagne e alla nostra difesa. diamo valore inclusività e rispetto all'interno della nostra comunità. Per essere approvati, i tuoi commenti dovrebbero essere civili.

icona di arresto Alcune cose che non tolleriamo: commenti che promuovono discriminazione, pregiudizio, razzismo o xenofobia, nonché attacchi personali o volgarità. Esaminiamo le candidature per creare uno spazio in cui l'intera comunità Freedom United si senta sicura di esprimere e scambiare opinioni ponderate.

ospite
4 Commenti
I più votati
Nuovi Arrivi il più vecchio
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Polvere di stelle
anni fa, 2

Forse è meglio che provino a lasciare la Libia e trovare un posto sicuro... Ringraziare Obama e Hillary per ciò che è diventata la Libia... Le persone devono combattere per riportare il proprio paese in Libia

Christian Maresch
Christian Maresch
anni fa, 2
Rispondi a  Polvere di stelle

Hai completamente ragione. A causa di Hillery, la Libia è un disastro in questo momento. Quante persone sono morte quando hanno attaccato Kathafi. Non era il più grande individuo del Medio Oriente, ma in un paese musulmano aveva piu 'diritti delle donne, leggi di chiunque altro. Come si sente la signora Clinton ad avere sulla coscienza il "sangue di oltre mille persone"? Dormi bene la notte?

Milja Spruit
Milja Spruit
anni fa, 2

Quindi il Ruanda e il Niger hanno più risorse per prendersi cura dei rifugiati rispetto ai paesi ricchi ?? Anche quando i rifugiati vengono ammessi in Europa, è sempre nelle parti più povere come la Grecia o la Sicilia, "paesi di primo arrivo". Mi vergogno di essere un europeo.

Christian Maresch
Christian Maresch
anni fa, 2
Rispondi a  Milja Spruit

Prenditi cura prima dei tuoi senzatetto! Ti senti bene a vedere tutti questi poveri senzatetto quando ne passi uno? Cosa fai di cosa? Mia moglie mi ha mandato una mail chiamata "I POVERI DELLA GERMANIA". Sono sconvolto !!!