Ultimi aggiornamenti sulla lotta alla schiavitù moderna - FreedomUnited.org

Avvocati e diplomatici concordano: la questione uigura minaccia la credibilità dell'Onu

  • Edizione del
    20 settembre 2022
  • Immagine della fonte di notizie
  • Categoria:
    Attivisti contro la schiavitù, diritto e politica
Banner eroe

La scorsa settimana, i leader mondiali si sono riuniti presso le Nazioni Unite (ONU) a New York per l'apertura annuale dell'Assemblea Generale. Mentre alcuni diplomatici sono saliti sul podio, molti sostenitori hanno fatto lo stesso nelle strade e nei media. Hanno un messaggio comune: l'ONU deve agire sul recente conferma dal capo uscente dei diritti umani, Michelle Bachelet, delle “violazioni dei diritti umani” nella regione uigura della Cina.

Poco prima del rilascio di Bachelet, il relatore speciale delle Nazioni Unite sulla schiavitù ha pubblicato un rapporto confermando il sistema di lavoro forzato uiguro. La scorsa settimana, le nuove stime globali della schiavitù moderna hanno riportato il lavoro forzato nella regione uigura.

“Profondamente scoraggiante”

Rayhan Asat, un avvocato uiguro il cui fratello è imprigionato in Cina, ha detto ad Al Jazeera: "Non dovremmo lasciare che il governo cinese si svincoli dalla normalizzazione di ciò che ha fatto lo stato perché, alla fine, questa è violenza di stato".

Il vice ambasciatore degli Stati Uniti presso le Nazioni Unite, Jeffrey Prescott, è andato oltre, affermando che l'integrità delle Nazioni Unite e la credibilità dell'intero sistema internazionale dipendono dalla sua risposta alla Cina. Prescott ha notato quanto sia "profondamente scoraggiante" per un membro permanente del Consiglio di sicurezza violare i suoi impegni.

Tuttavia, l'ONU è stata lenta nel riferire sulla questione e probabilmente impiegherà più tempo per agire.

Come Al Jazeera rapporti,

Dal 2018, quando il Comitato delle Nazioni Unite per l'eliminazione della discriminazione razziale ha rivelato per la prima volta che più di un milione di persone erano detenute in una rete di centri di detenzione in tutto lo Xinjiang, accademici, esiliati e media hanno scoperto abusi dal lavoro forzato alla separazione familiare e il distruzione della cultura e dell'identità religiosa degli uiguri.

Dov'è la comunità imprenditoriale?

La comunità Freedom United spinge da anni per porre fine ai lavori forzati uiguri. Ma la Cina e l'ONU non sono gli unici attori significativi. Le grandi imprese hanno tratto enormi vantaggi dal lavoro forzato uiguro in vari settori, ma in particolare nell'industria dell'abbigliamento.

In risposta al rapporto delle Nazioni Unite, il Direttore Esecutivo di Freedom United, Joanna Ewart-James ha affermato: "Dati gli abusi documentati, ciò può essere ottenuto solo ponendo fine ai rapporti commerciali con le aziende legate alla regione uigura e al sistema del lavoro forzato". La maggior parte delle corporazioni ha almeno una clausola sui diritti umani da qualche parte nella dichiarazione dei valori e alcune hanno persino posizioni moderne sulla schiavitù.

Data la schiacciante evidenza di violazioni dei diritti umani, compreso il lavoro forzato, da fonti diverse come attivisti per i diritti umani e le Nazioni Unite, è oltre il tempo che le grandi società riparino le loro catene di approvvigionamento per assicurarsi di essere libere dal lavoro forzato uigura.

Se sei d'accordo sul fatto che ora è necessario un cambiamento urgente, unisciti alla campagna e agisci oggi stesso!

Iscriviti

Freedom United è interessata ad ascoltare la nostra comunità e accoglie commenti, consigli e approfondimenti pertinenti e informati che promuovono la conversazione intorno alle nostre campagne e alla nostra difesa. diamo valore inclusività e rispetto all'interno della nostra comunità. Per essere approvati, i tuoi commenti dovrebbero essere civili.

icona di arresto Alcune cose che non tolleriamo: commenti che promuovono discriminazione, pregiudizio, razzismo o xenofobia, nonché attacchi personali o volgarità. Esaminiamo le candidature per creare uno spazio in cui l'intera comunità Freedom United si senta sicura di esprimere e scambiare opinioni ponderate.

Notifica
ospite
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

La sezione settimana

Dietro il glamour degli influencer di Instagram si nasconde un mondo di sfruttamento

Nel settembre 2022, le famiglie di due giovani donne brasiliane ne hanno denunciato la scomparsa, innescando una ricerca a livello nazionale negli Stati Uniti. Si sapeva che le donne vivevano con l'influencer del benessere Kat Torres. Ora, Torres, una figura un tempo affascinante che faceva festa con le élite di Hollywood come Leonardo DiCaprio, è stata condannata a otto anni di prigione per traffico di esseri umani e schiavitù. Dal rancore al glamour fino alla cura di Ana, una delle prime vittime della tratta

| Domenica luglio 14, 2024

Per saperne di più