Ultimi aggiornamenti sulla lotta alla schiavitù moderna - FreedomUnited.org

Guardando al futuro: priorità principali per affrontare la schiavitù moderna nel 2021

  • Edizione del
    Gennaio 8, 2021
  • Immagine della fonte di notizie
  • Categoria:
    Attivisti anti schiavitù
Banner eroe

Poiché l'obiettivo delle Nazioni Unite di porre fine alla schiavitù moderna entro il 2030 si avvicina di un altro anno, gli esperti temono che i guadagni ottenuti contro la schiavitù moderna e la tratta di esseri umani rischiano di essere annullati dalla pandemia COVID-19.

L'Organizzazione Internazionale del Lavoro stima che 40 milioni di persone siano intrappolate nella moderna schiavitù a livello globale, in un commercio che vale circa 150 miliardi di dollari all'anno per i trafficanti di esseri umani.

Sebbene siano stati compiuti progressi da quando la fine della schiavitù moderna è stata stabilita come parte dell'obiettivo di sviluppo sostenibile n. 8 nel 2015, la ricaduta del COVID-19 ha spinto più persone al lavoro forzato e allo sfruttamento sessuale, oltre a ridurre le probabilità che le vittime vengano salvate e ricevano sostegno.

Questa settimana, eminenti accademici, attivisti, funzionari ed esperti hanno identificato tre priorità per il movimento contro la schiavitù nel 2021.

1. La prima priorità identificata è stata la leadership dei sopravvissuti

Mentre il movimento contro la schiavitù spesso fa affidamento sui sopravvissuti per condividere le loro storie e sostenere altre vittime, troppo raramente ai sopravvissuti viene data l'opportunità di guidare e influenzare gli sforzi contro la schiavitù. Firma la promessa La mia storia, la mia dignità e chiedere una migliore rappresentazione delle esperienze delle persone della schiavitù moderna.

Fondazione Thomson Reuters relazioni:

Minh Dang, capo della Survivor Alliance - una piattaforma che fornisce contatti e opportunità - ha detto che i sopravvissuti erano in una buona posizione per aiutare a soddisfare i bisogni di base di altre vittime che erano state lasciate senza lavoro o cadute in povertà a causa della pandemia.

"Avere una forte leadership dei sopravvissuti sul campo contribuirà a stabilire interventi che supportano le persone in un futuro sostenibile", ha detto, aggiungendo che "c'era ancora un malinteso" sul coinvolgimento significativo dei sopravvissuti.

2. Garantire il sostegno alle vittime è anche una priorità assoluta per il 2021

Con risorse e attenzione dirottate altrove a causa del COVID-19, il traffico è stato spinto ulteriormente sottoterra e reso ancora meno visibile.

Le vittime hanno ancora più paura di parlare apertamente rispetto a prima, con i lavoratori migranti particolarmente vulnerabili, e gli esperti avvertono che molti devono affrontare il lavoro più lungo per una paga inferiore - o cadere ulteriormente nella schiavitù del debito - a causa del rallentamento economico.

A parte l'impatto del coronavirus sul supporto alle vittime, molti esperti sono sempre più preoccupati per il basso numero di vittime a cui è stato concesso asilo o permesso di soggiorno in paesi come gli Stati Uniti e il Regno Unito

Esorta il Regno Unito a garantire a tutti i sopravvissuti alla schiavitù moderna un sostegno legale garantito.

3. Infine, impegnarsi a proteggere i diritti dei lavoratori

Stanno crescendo le preoccupazioni per un annullamento dei diritti del lavoro nelle catene di approvvigionamento globali, poiché le aziende costringono i lavoratori ad accettare condizioni peggiori ei governi usano le ricadute economiche del COVID-19 per giustificare l'indebolimento della legislazione sul lavoro.

Nel 2020, le violazioni dei diritti del lavoro hanno raggiunto il massimo da sette anni poiché più governi hanno impedito ai lavoratori di sindacalizzarsi o negoziare collettivamente.

"I governi devono resistere alla tentazione di allentare le protezioni sul lavoro man mano che le economie riaprono, invece ... garantire che le leggi che cercano di prevenire lo sfruttamento siano applicate", ha detto David Westlake, amministratore delegato della International Justice Mission UK.

Le aziende private stanno anche affrontando una crescente pressione da parte di attivisti e consumatori per migliorare le condizioni dei lavoratori nelle loro catene di approvvigionamento e garantire che siano liberi dalla schiavitù.

"(Le aziende devono) riconoscere che le catene di approvvigionamento globali in molti settori sono contaminate dalla schiavitù moderna ... e assicurarsi che non contribuiscano involontariamente allo sfruttamento", ha affermato Patrick Proctor, capo dei programmi dell'organizzazione benefica globale Hope for Justice.

Partecipa alla campagna che chiede leggi obbligatorie in materia di due diligence sui diritti umani che ritengono le aziende responsabili.

Iscriviti

Freedom United è interessata ad ascoltare la nostra comunità e accoglie commenti, consigli e approfondimenti pertinenti e informati che promuovono la conversazione intorno alle nostre campagne e alla nostra difesa. diamo valore inclusività ed rispetto all'interno della nostra comunità. Per essere approvati, i tuoi commenti dovrebbero essere civili.

icona di arresto Alcune cose che non tolleriamo: commenti che promuovono discriminazione, pregiudizio, razzismo o xenofobia, nonché attacchi personali o volgarità. Esaminiamo le candidature per creare uno spazio in cui l'intera comunità Freedom United si senta sicura di esprimere e scambiare opinioni ponderate.

Notifica
ospite
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

La sezione settimana

Vittime della schiavitù moderna al centro della controversa politica di deportazione del Ruanda nel Regno Unito

In uno sviluppo significativo nella politica di immigrazione del Regno Unito, si è intensificato il dibattito sulla legge sul Ruanda (asilo e immigrazione), recentemente ribattezzata legge sulla sicurezza del Ruanda. Al centro di questa controversia c’è il trattamento delle vittime della schiavitù moderna, i cui risultati legislativi influiscono pesantemente sui loro diritti e sulla loro sicurezza. Stallo legislativo Dopo un prolungato stallo tra la Camera dei Lord non eletta e la Camera dei Comuni eletta, le aspettative

| Martedì aprile 16, 2024

Per saperne di più