Ultimi aggiornamenti sulla lotta alla schiavitù moderna - FreedomUnited.org

La pandemia porta a cadere nelle segnalazioni alla linea di assistenza sulla schiavitù moderna del Regno Unito

  • Edizione del
    9 aprile 2021
  • Immagine della fonte di notizie
  • Categoria:
    COVID-19, tratta di esseri umani
Banner eroe

La linea di assistenza nazionale anti-schiavitù del Regno Unito ha ricevuto meno segnalazioni nel 2020 rispetto al 2019, un calo che gli esperti hanno avvertito nasconde una realtà preoccupante.

Nel suo rapporto annuale pubblicato mercoledì, l'associazione benefica anti-tratta Unseen, che gestisce la linea di assistenza, ha affermato che mentre i casi complessivi sono diminuiti solo del 4%, le potenziali vittime sono diminuite di circa un quarto.

Questa disparità è dovuta al fatto che i casi segnalati di sfruttamento lavorativo, che in genere coinvolgono più vittime, sono diminuiti particolarmente di circa un terzo.

Il direttore esecutivo di Unseen, Justine Currell, ha affermato che i dati riflettevano un problema già nascosto che diventava più invisibile durante COVID-19 e che "la schiavitù moderna ... è viva e purtroppo fiorente".

In particolare, una quota crescente di chiamate nel 2020 è stata effettuata direttamente da potenziali vittime, con le opportunità per gli astanti di individuare la schiavitù moderna in luoghi come le sbarre per unghie e gli autolavaggi drasticamente ridotte.

Allo stesso modo, gli esperti di schiavitù moderna hanno messo in guardia dall'interpretare la caduta di casi sospetti come un riflesso di tendenze reali, sottolineando i limiti dei dati della linea di assistenza.

Reuters relazioni:

"I rapporti alla linea di assistenza non sono confermati o tracciati fino alla loro conclusione, quindi c'è una conoscenza limitata se si rivelano casi di schiavitù moderna", ha detto Emily Kenway, esperta indipendente e autrice di schiavitù moderna.

"Sebbene sia importante che la linea di assistenza esista come canale per consentire alle potenziali vittime di raggiungere il supporto, le sue cifre non dovrebbero essere prese come prove concrete", ha detto. "I rapporti della linea di assistenza sono la prova della consapevolezza pubblica, non dei cambiamenti nella vittimizzazione."

 La linea di assistenza nazionale è stata istituita nel 2016 dopo una donazione di un milione di sterline da parte di Google ed è diventata un "importante meccanismo alternativo" per i sopravvissuti per cercare aiuto, secondo Sarah Thornton, commissario britannico per la lotta alla schiavitù.

Ma come sottolinea Kenway, la linea di assistenza deve essere considerata solo come un pezzo di una più ampia strategia anti-schiavitù, ei suoi dati sono facilmente influenzati da fattori esterni come COVID-19.

I possibili casi segnalati a Unseen sono riferiti alle forze dell'ordine, organizzazioni non governative e team di salvaguardia, ma pochissimi di loro portano ad azioni legali.

 Secondo la Thomson Reuters Foundation, solo circa 10 dei 320 casi sospetti di sfruttamento lavorativo deferiti da Unseen alla Gangmasters and Labor Abuse Authority hanno portato a indagini e solo uno all'arresto.

Nel frattempo, le stime del 2019 collocano il numero totale di vittime della schiavitù moderna nel Regno Unito oltre 100,000; considerando le numerose segnalazioni che la pandemia ha spinto quella cifra più in alto, diventa chiaro che i dati della helpline devono essere presi con le pinze.

Iscriviti

Freedom United è interessata ad ascoltare la nostra comunità e accoglie commenti, consigli e approfondimenti pertinenti e informati che promuovono la conversazione intorno alle nostre campagne e alla nostra difesa. diamo valore inclusività ed rispetto all'interno della nostra comunità. Per essere approvati, i tuoi commenti dovrebbero essere civili.

icona di arresto Alcune cose che non tolleriamo: commenti che promuovono discriminazione, pregiudizio, razzismo o xenofobia, nonché attacchi personali o volgarità. Esaminiamo le candidature per creare uno spazio in cui l'intera comunità Freedom United si senta sicura di esprimere e scambiare opinioni ponderate.

Notifica
ospite
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

La sezione settimana

Bande europee di cocainomani che utilizzano il lavoro forzato per sfruttare i bambini

Una recente indagine del Guardian ha rilevato che la fame di cocaina da 10 miliardi di sterline del continente ha portato al lavoro minorile forzato su scala altrettanto massiccia. Cartelli della droga sempre più potenti stanno costringendo centinaia, forse migliaia, di minori migranti non accompagnati a lavorare come spacciatori di droga nelle strade europee. Lo fanno per soddisfare la crescente domanda di cocaina in città come Parigi e Bruxelles. Sfruttamento su scala industriale L'aumento dei rifugiati

| Martedì Giugno 11, 2024

Per saperne di più