Rapimenti e schiavitù moderna al confine tra Texas e Messico

Numero record di rapimenti e schiavitù moderna al confine tra Texas e Messico

  • Edizione del
    4 aprile 2024
  • Categoria:
    Lavoro forzato, tratta di esseri umani
Banner eroe

Chiedere asilo negli Stati Uniti al confine tra Messico e Texas è stata per anni una proposta rischiosa. Ma gli operatori umanitari, gli avvocati specializzati in asilo e i fornitori di servizi intervistati da l’Ufficio di Washington per l’America Latina (WOLA) affermano che negli ultimi mesi si è registrato un enorme aumento dei rapimenti a scopo di riscatto e della schiavitù moderna per i migranti alla frontiera. Questo aumento è attribuito alla nuova app per l’immigrazione statunitense CBP Uno insieme alla criminalità dilagante nel luogo principale in cui vengono convogliati i migranti.

Sequestrati dalle tende e sfruttati a scopo di riscatto

La maggior parte dei migranti e dei richiedenti asilo provenienti dal Messico vengono incanalati dalle politiche di frontiera statunitensi attraverso Tamaulipas, un’area del Messico conosciuta da entrambi i governi come estremamente pericolosa per i migranti a causa delle numerose bande rivali che operano con relativa impunità nella regione. Tuttavia, i ricercatori, gli operatori umanitari e il personale dei centri di accoglienza intervistati hanno scoperto che dal 2023 i rapimenti e le estorsioni di migranti sono notevolmente aumentati, descrivendolo come il “peggior periodo di violenza” che abbiano mai visto, sia in termini di numeri che di brutalità.

Gli intervistati hanno detto:

“La maggior parte, o tutte, le persone servite nella seconda metà dello scorso anno e quest’anno sono state rapite, picchiate, violentate, costrette a lavorare per il cartello o hanno subito altre forme di abuso”.

Al confine tra Stati Uniti e Messico, la Customs Border Protection (CBP) utilizza un sistema chiamato “metering” attraverso l’app CBP One per controllare il flusso dei richiedenti asilo, ha dichiarato una corte federale degli Stati Uniti viola la legge statunitense. L’incapacità dell’attuale sistema di gestire efficacemente il volume dei migranti significa che molti di loro rimangono bloccati per settimane o mesi nel limbo, lasciandoli vulnerabili a noti elementi criminali in attesa di sfruttarli attraverso il rapimento a scopo di riscatto o peggio.

Purtroppo, le autorità messicane spesso tollerano o sono addirittura complici di questi programmi di rapimento di migranti, il che significa che i richiedenti asilo hanno poca o nessuna protezione legale o ricorso.

Madri costrette al lavoro sessuale per proteggere i propri figli

Una volta che i migranti vengono rapiti, la situazione per molti diventa ancora peggiore. Se loro o le loro famiglie non possono pagare le spese di riscatto, si trovano ad affrontare condizioni che si avvicinano alla schiavitù moderna. I sopravvissuti riferiscono di aver dovuto sottoporsi a vari tipi di lavoro forzato per le organizzazioni criminali che li hanno rapiti, comprese le madri costrette al lavoro sessuale per proteggere i propri figli.

Altri migranti sono costretti a fare da interpreti per i criminali e altre vittime di rapimenti, assistendo a violenze fisiche estreme e poi costretti a “ripulire”. Alcuni migranti denunciano addirittura di essere stati “venduti” ai cartelli dalle stesse autorità messicane.

WOLA afferma:

“Per un individuo o una famiglia che fugge dal proprio Paese d’origine e spera di chiedere asilo negli Stati Uniti, la legge statunitense offre poche opzioni”.

Chiaramente, il sistema attuale sta deludendo i migranti in cerca di asilo e occorre fare di più. Secondo WOLA, il passo più importante che il governo degli Stati Uniti può intraprendere per affrontare questa crisi crescente è consentire un accesso tempestivo al sistema di asilo e prevenire accumuli nelle aree di confine note come pericolose. Aumentando la capacità di trattamento in prossimità dei porti di ingresso legali, insieme al miglioramento del processo di decisione in materia di asilo e di gestione dei casi in generale, gran parte di questa violenza può essere prevenuta.

Noi di Freedom United crediamo che le politiche di immigrazione ostili, come CBP One, perpetuino lo sfruttamento e consentano alla schiavitù moderna di prosperare. Se non l'hai già fatto, aggiungi la tua voce alla crescente chiamata chiedere una migrazione sicura per tutti per prevenire e proteggere i migranti ovunque dalla tratta di esseri umani e dalla violenza.

Iscriviti

Freedom United è interessata ad ascoltare la nostra comunità e accoglie commenti, consigli e approfondimenti pertinenti e informati che promuovono la conversazione intorno alle nostre campagne e alla nostra difesa. diamo valore inclusività ed rispetto all'interno della nostra comunità. Per essere approvati, i tuoi commenti dovrebbero essere civili.

icona di arresto Alcune cose che non tolleriamo: commenti che promuovono discriminazione, pregiudizio, razzismo o xenofobia, nonché attacchi personali o volgarità. Esaminiamo le candidature per creare uno spazio in cui l'intera comunità Freedom United si senta sicura di esprimere e scambiare opinioni ponderate.

Notifica
ospite
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

La sezione settimana

Arrestato e abbandonato: il sostegno segreto dell’Europa alle atrocità dei migranti

È ben documentato che le politiche disumane sull’immigrazione stanno costringendo i migranti a intraprendere percorsi estremamente rischiosi nel loro viaggio per cercare asilo in Europa e nel mondo. Tuttavia, un’indagine durata un anno condotta dal Washington Post, da Lighthouse Reports e da un consorzio di media internazionali ha scoperto che le vite dei migranti non sono a rischio solo a causa di attraversamenti irregolari del canale e di essere stipati nel retro di camion frigo. Per dissuadere i subsahariani

| Mercoledì maggio 22, 2024

Per saperne di più