Ultimi aggiornamenti sulla lotta alla schiavitù moderna - FreedomUnited.org

Oltre un milione chiede alla FIFA di pagare

  • Edizione del
    13 Marzo 2023
  • Immagine della fonte di notizie
  • Categoria:
    Attivisti anti schiavitù
Banner eroe

La Coppa del Mondo del 2022 potrebbe essere finita, ma la FIFA è ancora sotto pressione per intraprendere azioni urgenti e creare un piano concreto per risarcire i lavoratori migranti che hanno subito violazioni dei diritti umani, tra cui furto di salari, tasse di reclutamento illegale, lesioni e persino morte, durante la costruzione delle infrastrutture della Coppa del Mondo in Qatar.

Alla vigilia della Coppa del Mondo nel novembre 2022, il presidente della FIFA Gianni Infantino ha annunciato con orgoglio l'imminente creazione di un "fondo legacy" per la Coppa del Mondo del Qatar, senza dettagli su quando sarebbe stato istituito o a cosa sarebbe stato destinato. Da allora i sostenitori sono stati esigenti il fondo sarà utilizzato per indennizzare i lavoratori migranti e le loro famiglie.

Quanti ne serviranno per far ascoltare FIFA?

Oltre un milione di persone hanno firmato una lettera organizzata da Amnesty International che chiede alla FIFA di risarcire i lavoratori migranti. La Federcalcio norvegese sta esortando la FIFA a impegnarsi pienamente nei suoi obblighi in materia di diritti umani. Una coalizione di 8 federazioni sindacali globali chiede anche un fondo per aiutare i lavoratori maltrattati.

Come parte del nostro Campagna #PayUpFIFA oltre 5,000 membri della comunità Freedom United hanno invitato le federazioni calcistiche nazionali a fare pressioni sulla FIFA affinché accantoni denaro per risarcire i lavoratori sfruttati e le loro famiglie.

Steve Cockburn di Amnesty International afferma che il congresso annuale della FIFA è il luogo ideale per appianare un piano di compensazione.

Ha detto l'Independent,

“I lavoratori hanno subito orribili abusi per aiutare a realizzare un torneo di Coppa del Mondo che ha fruttato miliardi di dollari alla Fifa, ma ha comportato un costo umano di famiglie indebitate e morti di lavoratori. Sebbene nulla possa sostituire la perdita di una persona cara, non c'è dubbio che la Fifa abbia le risorse per aiutare a riparare queste ingiustizie e fornire un supporto che cambia la vita ai lavoratori e alle loro famiglie.

"È giunto il momento per la Fifa di affrontare adeguatamente le proprie responsabilità piuttosto che limitarsi a scaricare la responsabilità sul Qatar".

Oltre 200 federazioni calcistiche si stanno radunando al FIFA's 73rd congresso e la federazione norvegese intende sollevare la questione.

Secondo Infantino, la FIFA ha guadagnato oltre 7 miliardi di dollari dalla Coppa del Mondo. Un fondo di compensazione richiederebbe solo una frazione di quel denaro che chiaramente non ci si può aspettare dal governo del Qatar. Secondo i sindacati, i progressi sui diritti dei lavoratori stanno regredendo.

"Il cambiamento positivo è cessato non solo a causa della mancanza di volontà politica o dell'opposizione attiva da parte di molti datori di lavoro abusivi, ma anche a causa della mancanza di progressi sui principi e i diritti fondamentali del lavoro dell'Organizzazione internazionale del lavoro".

Unisciti al movimento

Unisciti al movimento per chiedere giustizia per i lavoratori migranti che hanno subito violazioni dei diritti umani durante la costruzione della Coppa del Mondo 2022 in Qatar. Chiediamo alla FIFA di stabilire un piano preciso per risarcire questi lavoratori e le famiglie di coloro che sono morti. Il gioco è finito ma la lotta continua.

Agisci oggi stesso.

Iscriviti

Freedom United è interessata ad ascoltare la nostra comunità e accoglie commenti, consigli e approfondimenti pertinenti e informati che promuovono la conversazione intorno alle nostre campagne e alla nostra difesa. diamo valore inclusività e rispetto all'interno della nostra comunità. Per essere approvati, i tuoi commenti dovrebbero essere civili.

icona di arresto Alcune cose che non tolleriamo: commenti che promuovono discriminazione, pregiudizio, razzismo o xenofobia, nonché attacchi personali o volgarità. Esaminiamo le candidature per creare uno spazio in cui l'intera comunità Freedom United si senta sicura di esprimere e scambiare opinioni ponderate.

Notifica
ospite
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

La sezione settimana

Dai campi dell'Ecuador alle catene di approvvigionamento globali: Freedom United affronta la schiavitù moderna

Mentre centinaia di lavoratori ecuadoriani attendono un verdetto su un caso fondamentale sulla schiavitù moderna, la direttrice esecutiva di Freedom United, Joanna Ewart-James, ha incontrato l'emittente pubblica tedesca Deutsche Welle News per spiegare la moderna schiavitù nelle catene di approvvigionamento e nei prodotti di uso quotidiano. È probabile che tu abbia utilizzato un prodotto del lavoro forzato Il rapporto Deutsche Welle segue le sentenze storiche sui casi di sfruttamento in Ecuador presso Furukawa Plantaciones CA, una società giapponese che

| Giovedì giugno 20, 2024

Per saperne di più