In che modo le lavoratrici del sesso migranti sono influenzate dalle leggi anti-tratta - FreedomUnited.org

In che modo le prostitute migranti sono influenzate dalle leggi anti-tratta

  • Edizione del
    October 27, 2021
  • Immagine della fonte di notizie
  • Categoria:
    Tratta di esseri umani, diritto e politica
Banner eroe

Un nuovo rapporto sottolinea come le complesse leggi canadesi volte a combattere il traffico sessuale stiano esponendo le lavoratrici del sesso migranti a un rischio maggiore di danni mentre fanno poco per contrastare la tratta.

Maggiori rischi per le prostitute migranti

Detenzione, espulsione e profiling razziale sono alcune delle preoccupazioni delle comunità di migranti che sono prese di mira dal quadro giuridico nazionale anti-tratta costituito da leggi federali e statuti municipali.

La rigorosa regolamentazione delle imprese riduce il potere dei lavoratori migranti di negoziare condizioni di lavoro più sicure e rende meno probabile che le prostitute migranti segnalino abusi e sfruttamento alle autorità per paura di punizioni ai sensi di leggi che criminalizzano il loro status di immigrazione o aspetti del loro lavoro.

La legislazione non riesce a frenare il traffico

I risultati del rapporto indicano anche come non ci siano prove che queste leggi interconnesse volte a combattere la tratta proteggano le donne migranti dalla tratta né riducano lo sfruttamento nell'industria del sesso. Invece, i trafficanti hanno il potere di sfruttare i lavoratori migranti con uno status di immigrazione insicuro, usando la vulnerabilità dei migranti creata da leggi restrittive e la grave minaccia di espulsione come leva.

Il quotidiano dell'avvocato relazioni:

Judy Fudge, co-autrice del rapporto e professore di LIUNA Enrico Henry Mancinelli in Global Labor Issues alla McMaster University, ha definito la deportazione uno "strano modo per proteggere le persone che sono vulnerabili allo sfruttamento".

"Queste leggi e politiche rendono le prostitute migranti più suscettibili a cattive condizioni di lavoro, sfruttamento, predazione, razzismo e cattiva salute", ha affermato Fudge, che in precedenza insegnava anche alla Osgoode Hall Law School.

[...]

Il coautore del rapporto Vincent Wong, avvocato e dottorando alla Osgoode Hall, ha notato che la città di Toronto ha orientato le sue forze dell'ordine municipali nel 2012 verso la tratta di esseri umani, la salute e la sicurezza e la prevenzione della criminalità. "Sotto questo perno, l'esclusione dei biglietti comunali e delle licenze è vista come uno strumento chiave per rendere irrealizzabile per i centri di massaggio del corpo e le sale massaggi operare in modo economico", ha affermato. “Ma molte multe a partire dal 2012 erano per infrazioni banali che in realtà non hanno alcun collegamento razionale con la lotta allo sfruttamento del lavoro che è alla base della tratta”.

Le raccomandazioni formulate dagli autori del rapporto includono la richiesta alla Border Services Agency canadese di non essere coinvolta nelle indagini sui casi di tratta di esseri umani e di abrogare le leggi mirate a reati specifici del lavoro sessuale.

Ulteriori informazioni sulla depenalizzazione

Guarda il nostro consulente senior per le campagne, Jamison Liang, come parte di un fantastico panel di oratori il 4 novembre che discute perché la depenalizzazione del lavoro sessuale aiuterà a porre fine alla tratta in Canada e nel mondo. Registrati qui.

Puoi saperne di più sui collegamenti tra la piena depenalizzazione del lavoro sessuale e la costruzione della resilienza alla tratta di esseri umani

Freedom United è interessata ad ascoltare la nostra comunità e accoglie commenti, consigli e approfondimenti pertinenti e informati che promuovono la conversazione intorno alle nostre campagne e alla nostra difesa. diamo valore inclusività e rispetto all'interno della nostra comunità. Per essere approvati, i tuoi commenti dovrebbero essere civili.

icona di arresto Alcune cose che non tolleriamo: commenti che promuovono discriminazione, pregiudizio, razzismo o xenofobia, nonché attacchi personali o volgarità. Esaminiamo le candidature per creare uno spazio in cui l'intera comunità Freedom United si senta sicura di esprimere e scambiare opinioni ponderate.

ospite
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

Questa settimana

Tre aziende cinesi devono far fronte a limitazioni nelle importazioni a causa dei vincoli di lavoro forzato

Nel tentativo di eliminare le merci realizzate con il lavoro forzato uiguro, il Dipartimento di Stato americano ha aggiunto altre tre società cinesi all’elenco di quelle che devono affrontare restrizioni all’importazione di beni in entrata negli Stati Uniti. Ciò porta il numero totale di società nell’elenco a 27. Lo Xinjiang (regione uigura) è colpevole fino a prova contraria. Il supporto legale per queste restrizioni rientra nell’Uyghur Forced Labor Prevention Act Entity List (UFLPA) che

| Mercoledì settembre 27, 2023

Leggi di più