Il “Patto migratorio” che potrebbe significare la fine dei diritti umani

Il “Patto sulla migrazione” che potrebbe significare la fine dei diritti umani nell’UE

  • Edizione del
    10 aprile 2024
  • Immagine della fonte di notizie
  • Categoria:
    Legge e politica
Banner eroe

Dopo quasi un decennio di deliberazioni, il Parlamento europeo ha recentemente approvato una radicale revisione delle norme dell’Unione europea in materia di asilo e migrazione con il cosiddetto “Patto sulla migrazione”, che secondo i sostenitori porterà ad un aumento delle violazioni dei diritti umani, compreso lo sfruttamento estremo.

Secondo Al Jazeera, figure di spicco dell’UE come il cancelliere tedesco Olaf Scholz e il commissario europeo per gli affari interni Ylva Johansson ritengono che queste riforme “proteggeranno meglio i nostri confini esterni, i vulnerabili e i rifugiati, rimpatrieranno rapidamente coloro che non hanno diritto a restare e introdurranno la solidarietà obbligatoria tra gli Stati membri”.

Secondo il partner di Freedom United, il Confederazione europea dei sindacati (CES), che rappresenta quasi 45 milioni di lavoratori in 39 paesi in tutta Europa, il patto “porterà inevitabilmente ad un aumento degli abusi dei diritti fondamentali, dei respingimenti illegali e dei rimpatri verso paesi non sicuri”.

I manifestanti denunciano

L’approvazione di questo patto non è avvenuta senza reazioni. Fuori dal palazzo del parlamento di Bruxelles, i manifestanti hanno espresso il loro dissenso, facendo eco alle preoccupazioni sollevate da oltre 160 enti di beneficenza e ONG di migranti, tra cui Freedom United. Le interruzioni durante il processo di voto evidenziano l’intensità dell’opposizione.

È stato riferito che i manifestanti indossavano un messaggio sulle loro magliette con la scritta "Questo patto uccide" mentre si trovavano nella tribuna dei visitatori mentre i membri partecipavano a una serie di votazioni durante una sessione planetaria al Parlamento europeo a Bruxelles.

Secondo il giornalista Matthaios Tsimitakis,

“L’ingiustizia e lo scioccante disprezzo per la vita umana in questa storia non sono un’aberrazione, ma il culmine di una politica di sistematica negazione della protezione e violazione dei diritti dei rifugiati”.

In una dichiarazione congiunta, 22 gruppi di beneficenza hanno affermato:

“Il patto lascia profonde crepe nell’approccio europeo all’asilo e alla migrazione e non riesce a offrire soluzioni sostenibili per le persone in cerca di sicurezza ai confini dell’Europa”.

Eve Geddie di Amnesty International ha detto:

“Per le persone che fuggono da conflitti, persecuzioni o insicurezza economica, queste riforme significheranno meno protezione e un rischio maggiore di subire violazioni dei diritti umani in tutta Europa, compresi respingimenti illegali e violenti, detenzioni arbitrarie e attività di polizia discriminatorie”.

Come questo porta alla schiavitù moderna

Le tragiche storie delle innumerevoli morti alle frontiere europee e della mancanza di rimorso o di risposta da parte delle autorità caratterizzano una preoccupante ideologia di estrema destra di misure discriminatorie anti-migranti che si stanno diffondendo in tutta l’UE.

I migranti non sono intrinsecamente vulnerabili alla tratta; piuttosto, le politiche di immigrazione ostili e restrittive aumentano la vulnerabilità dei migranti. Questo patto prevede politiche con diverse scappatoie che potrebbero essere sfruttate e utilizzate per abusi, il che aumenta notevolmente la vulnerabilità dei migranti alla tratta. Ad esempio, il patto prevede misure rapide che mettono i rifugiati a rischio di vedersi negato l’asilo o altre forme di protezione. Consente inoltre la detenzione dei richiedenti asilo, comprese le famiglie con bambini, in strutture simili a prigioni, e consente la deportazione verso paesi terzi non sicuri.

Ciò significa che le vittime e le potenziali vittime della tratta non si sentiranno sicure nel rivolgersi alle autorità per ottenere sostegno. In sostanza, il “Patto sulla migrazione” è ostile nei confronti dei migranti e dei richiedenti asilo, il che facilita la schiavitù e lo sfruttamento moderni.

L’UE deve dare priorità alla migrazione sicura, e questo patto fa esattamente il contrario. Questo patto è disumano e chiediamo che l’UE attui autentiche politiche anti-tratta e di migrazione sicura. Partecipa alla nostra chiamata firmando la nostra petizione.

Iscriviti

Freedom United è interessata ad ascoltare la nostra comunità e accoglie commenti, consigli e approfondimenti pertinenti e informati che promuovono la conversazione intorno alle nostre campagne e alla nostra difesa. diamo valore inclusività ed rispetto all'interno della nostra comunità. Per essere approvati, i tuoi commenti dovrebbero essere civili.

icona di arresto Alcune cose che non tolleriamo: commenti che promuovono discriminazione, pregiudizio, razzismo o xenofobia, nonché attacchi personali o volgarità. Esaminiamo le candidature per creare uno spazio in cui l'intera comunità Freedom United si senta sicura di esprimere e scambiare opinioni ponderate.

Notifica
ospite
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

La sezione settimana

Arrestato e abbandonato: il sostegno segreto dell’Europa alle atrocità dei migranti

È ben documentato che le politiche disumane sull’immigrazione stanno costringendo i migranti a intraprendere percorsi estremamente rischiosi nel loro viaggio per cercare asilo in Europa e nel mondo. Tuttavia, un’indagine durata un anno condotta dal Washington Post, da Lighthouse Reports e da un consorzio di media internazionali ha scoperto che le vite dei migranti non sono a rischio solo a causa di attraversamenti irregolari del canale e di essere stipati nel retro di camion frigo. Per dissuadere i subsahariani

| Mercoledì maggio 22, 2024

Per saperne di più