Ultimi aggiornamenti sulla lotta alla schiavitù moderna - FreedomUnited.org

Il Libano annuncia le indagini sulla morte di Faustina Tay

  • Edizione del
    3 aprile 2020
  • Immagine della fonte di notizie
  • Categoria:
    Schiavitù domestica
Banner eroe

Il governo libanese indagherà sulla morte della collaboratrice domestica ghanese Faustina Tay, che è morto tragicamente il mese scorso dopo mesi di presunti abusi.

Tay ha inviato dozzine di messaggi disperati a suo fratello in Ghana e al gruppo di attivisti This Is Lebanon prima di essere trovata morta il mese scorso in un parcheggio a Beirut, appena sotto l'abitazione del suo datore di lavoro.

Ha detto di essere stata picchiata sia dal suo datore di lavoro, Hussein Dia, sia dal capo della sua agenzia di reclutamento, Ali Kamal, mentre la facevano lavorare a Beirut nonostante le ripetute richieste di tornare a casa in Ghana.

La storia di Tay dipinge un ritratto straziante della schiavitù domestica. Oltre alle percosse che ha subito, non ha avuto giorni liberi e ha dormito in media sei ore a notte su un divano in cucina.

Poco più di una settimana dopo Al Jazeera ha segnalato la sua morte, il ministro del lavoro Lamia Yammine ha annunciato mercoledì che il ministero stava indagando sulla morte di Tay in tandem con un'indagine penale della magistratura.

Le agenzie governative hanno ottenuto i messaggi e le note vocali di Tay da Al Jazeera e hanno affermato di aver già registrato la testimonianza di Kamal, con Dia da interrogare il 6 aprile.

Al Jazeera relazioni:

"È nostro dovere esaminare questi casi e indagare con il datore di lavoro e l'agente, anche se il pubblico ministero indaga allo stesso tempo", ha detto Yammine.

Ha aggiunto che l'indagine potrebbe portare il datore di lavoro e l'agenzia a essere inseriti in una lista nera, il che significa che Dia non sarebbe più in grado di assumere lavoratori domestici e l'agenzia di Kamal perderebbe la licenza.

La storia di Tay è l'ultima a dimostrare l'urgente necessità del Libano kafala abolire il sistema che lega efficacemente i lavoratori migranti ai loro datori di lavoro.

I 250,000 lavoratori domestici stranieri del Libano sono vincolati alla residenza legale del loro datore di lavoro e non possono rescindere il loro contratto senza il consenso del loro datore di lavoro, portando a uno sfruttamento diffuso ea morti tragiche come quella di Tay.

Le riforme a lungo promesse rimangono nelle loro fasi iniziali, ma l'indagine sulla morte di Tay potrebbe essere un segno positivo che il governo si sta muovendo verso la presa sul serio della schiavitù domestica.

Anche nei paesi che non hanno l'estensione kafala sistema, i lavoratori domestici rimangono tra le popolazioni più a rischio al mondo quando si tratta di schiavitù moderna e lavoro forzato.

Freedom United sta lavorando contro la schiavitù domestica con una campagna aumentare la ratifica della Convenzione sui lavoratori domestici (C189) dell'Organizzazione internazionale del lavoro.

Aggiungi il tuo nome oggi e aiuta a proteggere i lavoratori come Faustina Tay.

Iscriviti

Freedom United è interessata ad ascoltare la nostra comunità e accoglie commenti, consigli e approfondimenti pertinenti e informati che promuovono la conversazione intorno alle nostre campagne e alla nostra difesa. diamo valore inclusività ed rispetto all'interno della nostra comunità. Per essere approvati, i tuoi commenti dovrebbero essere civili.

icona di arresto Alcune cose che non tolleriamo: commenti che promuovono discriminazione, pregiudizio, razzismo o xenofobia, nonché attacchi personali o volgarità. Esaminiamo le candidature per creare uno spazio in cui l'intera comunità Freedom United si senta sicura di esprimere e scambiare opinioni ponderate.

Notifica
ospite
4 Commenti
I più votati
Nuovi Arrivi il più vecchio
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Jeminah gudilos
Jeminah gudilos
anni fa, 4

Per una vita? Costa solo un COSA?! IN LISTA NERA?? Voglio dire, sappiamo che non si può prevedere giustizia per i lavoratori domestici ma... Sul serio? È tutto ciò che abbiamo qui?

Ingolf
Ingolf
anni fa, 4
Rispondi a  Jeminah gudilos

Hai assolutamente ragione!
Questo è uno scandalo .. Perché non vengono portati davanti a un giudice ?? !!

Sumay
anni fa, 4

Bruceranno all'inferno inshallah. Se non mostri misericordia agli altri, Dio non mostrerà misericordia a te. Prego che Dio punisca i suoi datori di lavoro in questa vita e nella prossima.

Francesca
Francesca
anni fa, 4

Appena inserito nella lista nera? Scioccante

La sezione settimana

Arrestato e abbandonato: il sostegno segreto dell’Europa alle atrocità dei migranti

È ben documentato che le politiche disumane sull’immigrazione stanno costringendo i migranti a intraprendere percorsi estremamente rischiosi nel loro viaggio per cercare asilo in Europa e nel mondo. Tuttavia, un’indagine durata un anno condotta dal Washington Post, da Lighthouse Reports e da un consorzio di media internazionali ha scoperto che le vite dei migranti non sono a rischio solo a causa di attraversamenti irregolari del canale e di essere stipati nel retro di camion frigo. Per dissuadere i subsahariani

| Mercoledì maggio 22, 2024

Per saperne di più