Ultimi aggiornamenti sulla lotta alla schiavitù moderna - FreedomUnited.org

I sindacati europei condannano la politica migratoria dannosa dell'UE

  • Edizione del
    10 Giugno 2021
  • Immagine della fonte di notizie
  • Categoria:
    Legge e politica
Banner eroe

I sindacati europei hanno condannato l'Unione europea per aver perseguito quella che ritengono una politica migratoria dannosa che promuove sfruttamento e abusi.

Lanciato dalla Commissione europea nel settembre dello scorso anno, il Patto europeo sulla migrazione e l'asilo era inteso come un "nuovo inizio" e un "approccio umano e umano" alla migrazione.

Ma secondo il partner di Freedom United, la Confederazione europea dei sindacati (CES), che rappresenta quasi 45 milioni di lavoratori in 39 paesi in tutta Europa, il patto ha semplicemente rafforzato le politiche dannose che danno priorità al controllo delle frontiere e alla criminalizzazione.

Uno degli obiettivi chiave autodichiarati del patto è rafforzare il potere di espulsione di Frontex, l'agenzia europea per le frontiere che la CES ha recentemente preso di mira per cattiva gestione e molestie sul posto di lavoro.

La CES sostiene che limitando le rotte legali e sicure per la migrazione per lavoro, il patto dell'UE promuove lo sfruttamento lavorativo e l'abuso dei lavoratori migranti che potrebbero svolgere ruoli importanti in settori come l'assistenza sanitaria, i trasporti e l'edilizia.

Europa sociale relazioni:

Negare i diritti ai lavoratori migranti avvantaggia semplicemente i datori di lavoro senza principi che utilizzano richiedenti asilo e rifugiati, lavoratori senza documenti e altri precari come manodopera a basso costo, il che a sua volta crea ostilità e mina le condizioni e paga l'intera forza lavoro. I richiedenti asilo dovrebbero avere accesso al lavoro in tutti gli Stati membri e i lavoratori privi di documenti dovrebbero avere uguali diritti del lavoro, con azioni rapide per regolarizzare il loro status.

 I diritti umani universali di tutti i lavoratori dovrebbero essere rispettati, indipendentemente dalla loro condizione lavorativa o nazionalità. L'UE deve garantire che tutti nello stesso posto di lavoro o settore godano di una retribuzione equa e di buone condizioni di lavoro, nonché della sicurezza del lavoro e della protezione sociale. Il modo migliore per raggiungere questo obiettivo è attraverso la rappresentanza sindacale.

Dall'altra parte del Mar Mediterraneo, nel frattempo, la CES sottolinea che la politica dell'UE di allearsi con attori come la guardia costiera libica - una mossa criticata anche dallo stesso Parlamento europeo - è in palese contraddizione con il suo impegno per i diritti umani.

Migranti e rifugiati nei centri di detenzione della Libia affrontano condizioni orribili, inclusi casi di schiavitù moderna documentati dalle Nazioni Unite, da Amnesty International e da Human Rights Watch.

Queste circostanze, unite alla mancanza intenzionale di rotte migratorie legali, spingono un numero crescente di persone a tentare pericolose traversate del Mar Mediterraneo, dove oltre 800 hanno perso la vita nel solo 2021.

Nonostante il crescente numero di morti, il patto per i migranti dell'UE potrebbe limitare la capacità delle organizzazioni della società civile di condurre operazioni di ricerca e salvataggio, il che, a suo avviso, minano le sue politiche.

Ludovic Voet, segretario confederale della CES, sostiene che è tempo che l'UE "smetta di considerare i migranti solo come statistiche e cominci a riconoscerli come esseri umani, ognuno con una storia e aspirazioni individuali, e il diritto alla dignità e al rispetto".

Freedom United sostiene da tempo i migranti e i rifugiati che cercano di raggiungere l'Europa chiedendo la fine dell'UE tacito sostegno alla schiavitù moderna in Libia.

Mostra il tuo sostegno e aggiungi il tuo nome oggi.

Iscriviti

Freedom United è interessata ad ascoltare la nostra comunità e accoglie commenti, consigli e approfondimenti pertinenti e informati che promuovono la conversazione intorno alle nostre campagne e alla nostra difesa. diamo valore inclusività ed rispetto all'interno della nostra comunità. Per essere approvati, i tuoi commenti dovrebbero essere civili.

icona di arresto Alcune cose che non tolleriamo: commenti che promuovono discriminazione, pregiudizio, razzismo o xenofobia, nonché attacchi personali o volgarità. Esaminiamo le candidature per creare uno spazio in cui l'intera comunità Freedom United si senta sicura di esprimere e scambiare opinioni ponderate.

Notifica
ospite
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

La sezione settimana

Presentata una denuncia dei lavoratori contro l'Arabia Saudita durante la candidatura alla Coppa del Mondo FIFA

AP News riferisce che una coalizione di sindacati ha presentato una denuncia formale contro l'Arabia Saudita, accusando la nazione di gravi violazioni dei diritti umani. La denuncia, presentata all’Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO), denuncia maltrattamenti e furti salariali che hanno colpito oltre 21,000 lavoratori migranti negli ultimi dieci anni. Ciò avviene mentre la FIFA si prepara a designare l’Arabia Saudita come paese ospitante della Coppa del Mondo 2034. Internazionale dei lavoratori dell'edilizia e del legno

| Mercoledì 5 giugno 2024

Per saperne di più