Il Turkmenistan costringe i dipendenti statali a raccogliere il cotone - FreedomUnited.org

Il Turkmenistan obbliga i dipendenti statali a raccogliere il cotone

  • Edizione del
    1 settembre 2018
  • Immagine della fonte di notizie
  • Categoria:
    Lavoro forzato, diritto e politica, catena di fornitura
Banner eroe

Secondo quanto riferito, i dipendenti statali sarebbero stati costretti dalle autorità del Turkmenistan a raccogliere il cotone nel raccolto di quest'anno.

I tecnici del settore pubblico provenienti da scuole e asili, ospedali, fabbriche di cucito, gestione degli alloggi, uffici postali e banche sono stati tra i primi inviati nei campi nel programma di lavoro forzato sponsorizzato dallo stato del paese.

Campagna correlata: Chiedete al Turkmenistan di liberare l'attivista Gaspar Matalaev

Alcuni dipendenti statali sono stati persino costretti a raccogliere il cotone il 22, 23 e 24 agosto, nonostante un ordine presidenziale che questi giorni fossero festivi per celebrare la festa musulmana di Kurban Bairam.

Notizie alternative dal Turkmenistan relazioni:

Nella provincia di Mary, il 25 agosto, i dipendenti della fabbrica di cucito statale locale hanno dovuto pagare ciascuno 1.5 manat (circa $ 27) per affittare gli autobus urbani per inviare i lavoratori ai campi di cotone. La somma coprirebbe un noleggio di 10 giorni degli autobus pubblici, dopodiché un'altra istituzione governativa locale coprirà i costi di trasporto e il personale della fabbrica andrà a raccogliere il cotone. In una riunione del personale, il direttore della fabbrica ha detto ai dipendenti che si sarebbero alternati per pagare l'affitto del trasporto fino alla fine della campagna di raccolta del cotone.

Fonti hanno detto che a settembre gli insegnanti saranno costretti ad andare nei campi, anche se la maggior parte di loro preferirebbe pagare e riscattare questa responsabilità. Quest'anno, tuttavia, gli insegnanti sono stati avvertiti che il costo [informale] per uscire dalla campagna di raccolta del cotone sarebbe stato compreso tra 15 e 25 manat, in più rispetto alla stagione precedente, quando era costato circa 10 manat.

Le autorità turkmene negano che la campagna di raccolta del cotone sia svolta attraverso il lavoro forzato. Nell'ultimo round di negoziati sui diritti umani tra l'Unione europea e il Turkmenistan svoltosi a Bruxelles il 21 giugno, la delegazione turkmena ha respinto le accuse dell'UE relative all'uso del lavoro forzato nella campagna del cotone.

Alla luce del problema cronico del lavoro forzato durante la raccolta del cotone, diversi marchi globali hanno annunciato pubblicamente che si rifiuteranno di acquistare tessuti e cotone dal Turkmenistan finché il problema persisterà.

Inoltre, nel maggio 2018 gli Stati Uniti hanno imposto un divieto alle importazioni di cotone grezzo e sottoprodotti di cotone dal Turkmenistan.

Iscriviti

Freedom United è interessata ad ascoltare la nostra comunità e accoglie commenti, consigli e approfondimenti pertinenti e informati che promuovono la conversazione intorno alle nostre campagne e alla nostra difesa. diamo valore inclusività e rispetto all'interno della nostra comunità. Per essere approvati, i tuoi commenti dovrebbero essere civili.

icona di arresto Alcune cose che non tolleriamo: commenti che promuovono discriminazione, pregiudizio, razzismo o xenofobia, nonché attacchi personali o volgarità. Esaminiamo le candidature per creare uno spazio in cui l'intera comunità Freedom United si senta sicura di esprimere e scambiare opinioni ponderate.

Notifica
ospite
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

Questa settimana

Non c’è più nessun posto dove nascondersi: nuove prove collegano la Volkswagen al lavoro forzato uiguro

Nel mezzo delle crescenti preoccupazioni relative al lavoro forzato nella regione uigura della Cina, la casa automobilistica tedesca Volkswagen si trova ancora una volta coinvolta in polemiche sulle sue operazioni nella regione. Rapporti recenti suggeriscono che il lavoro forzato potrebbe essere stato utilizzato nella costruzione della pista di prova della società nella regione uigura nell'ambito della joint venture con il suo partner cinese SAIC. La Volkswagen ha ignorato tutti i segnali d'allarme del lavoro forzato che i media tedeschi hanno diffuso

| Mercoledì 14 febbraio 2024

Leggi di più