Ultimi aggiornamenti sulla lotta alla schiavitù moderna - FreedomUnited.org

Il governo italiano annuncia l'amnistia per i migranti privi di documenti

  • Edizione del
    15 Maggio 2020
  • Immagine della fonte di notizie
  • Categoria:
    COVID-19, lavoro forzato, legge e politica
Banner eroe

Con l'introduzione di un nuovo decreto governativo mercoledì, i migranti privi di documenti in tutta Italia potranno ora ottenere permessi di lavoro legali di sei mesi.

Le restrizioni di viaggio legate alla pandemia hanno lasciato la forza lavoro agricola italiana a corto di quasi 200,000 lavoratori stagionali, mettendo il paese a rischio di perdere un quarto del suo raccolto e minacciando il suo approvvigionamento alimentare.

Di conseguenza, le associazioni agricole di tutta la nazione hanno spinto con successo il governo a regolarizzare le migliaia di migranti che lavorano senza permessi validi, sia nelle fattorie che nelle case come lavoratori domestici.

Oltre a salvaguardare l'approvvigionamento alimentare dell'Italia, la mossa potrebbe migliorare le condizioni di salute dei migranti privi di documenti e ridurre il rischio di creare nuovi hotspot per il coronavirus. 

La mossa ha il potenziale per proteggere i lavoratori dal lavoro forzato, che è molto diffuso per i lavoratori agricoli privi di documenti durante lo sfruttamento caporalato sistema impiegato in gran parte del Sud Italia.

Mentre il decreto include l'amnistia per coloro che impiegano migranti privi di documenti, il ministro dell'Interno Luciana Lamorgese ha affermato che non esiste esplicitamente l'amnistia per i datori di lavoro che "I crimini più gravi", compreso il lavoro forzato e la schiavitù moderna.

Al Jazeera relazioni:

"Abbiamo raggiunto un risultato importante", ha detto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte in una conferenza stampa dopo una riunione di gabinetto.

“Questa è una battaglia di civiltà perché al suo centro sta la dignità delle persone, la lotta alle organizzazioni criminali, contro il caporalato (un sistema basato sul reclutamento e lo sfruttamento dei lavoratori), l'immersione nel lavoro nero e la tutela dei datori di lavoro e della salute dei lavoratori, compreso quello che li circonda. "

Tuttavia, i gruppi per i diritti umani hanno criticato il governo per aver concesso solo un'amnistia temporanea ai lavoratori privi di documenti italiani, circa 430,000 dei quali lavorano solo nell'agricoltura.

Oltre il 16% di questi lavoratori non aveva diritti dei lavoratori e più di un terzo guadagnava salari inferiori agli standard fissati nei contratti collettivi.

"Un'amnistia limitata nel tempo è solo una toppa, un'assurdità che dà priorità alla produzione rispetto alla dignità", ha detto Cesare Fermi, direttore dei programmi di migrazione per INTERSOS, una ONG.

Definendo il provvedimento "un'occasione persa", Fermi ha aggiunto: "Come cambieranno le condizioni dei lavoratori una volta scaduto il permesso?"

Il nuovo decreto è stato anche controverso dal punto di vista politico, con la questione che ha creato una grande spaccatura nella coalizione di governo italiana tra il Partito Democratico (PD) di centro-sinistra, che ha sostenuto la mossa, e il Movimento Cinque Stelle anti-establishment.

Il Movimento Cinque Stelle ha sostenuto che il decreto, di fatto, legittimerà un ulteriore sfruttamento del lavoro e incoraggerà ulteriori migrazioni illegali.

Mentre resta da vedere quanto sarà influente la mossa nella prevenzione del lavoro forzato in Italia, garantire che i lavoratori migranti abbiano accesso all'assistenza sanitaria, all'alloggio e ad altre protezioni governative è una mossa positiva e cruciale per garantire la loro sicurezza e libertà durante la pandemia.

Leggi Freedom United's nuovo invito all'azione sulla pandemia di coronavirus per saperne di più su questo e altri passaggi essenziali che i governi devono intraprendere per mitigare i rischi della schiavitù moderna durante la pandemia.

Iscriviti

Freedom United è interessata ad ascoltare la nostra comunità e accoglie commenti, consigli e approfondimenti pertinenti e informati che promuovono la conversazione intorno alle nostre campagne e alla nostra difesa. diamo valore inclusività e rispetto all'interno della nostra comunità. Per essere approvati, i tuoi commenti dovrebbero essere civili.

icona di arresto Alcune cose che non tolleriamo: commenti che promuovono discriminazione, pregiudizio, razzismo o xenofobia, nonché attacchi personali o volgarità. Esaminiamo le candidature per creare uno spazio in cui l'intera comunità Freedom United si senta sicura di esprimere e scambiare opinioni ponderate.

Notifica
ospite
1 Commento
I più votati
Nuovi Arrivi il più vecchio
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
William Hobson
William Hobson
anni fa, 2

No, sono lì illegalmente, metti da parte la pietà e ascolta il popolo italiano. L'integrazione forzata è schiavitù e sfruttamento della manodopera a basso costo degli immigrati clandestini. Mandali a casa, stanno abusando del tuo sistema, della tua ospitalità e della tua gente. Dov'è la prova che sono indigenti? Dove sono le donne ei bambini affamati. Questi giovani dovrebbero lottare per la propria libertà nel proprio paese.

La sezione settimana

Il capo dei diritti delle Nazioni Unite sollecita la fine del sostegno dell'UE alla Guardia costiera libica

L'Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani, Volker Türk, ha chiesto una revisione urgente dell'accordo dell'Unione europea con le autorità libiche per intercettare e rimpatriare i migranti che tentano di attraversare il Mar Mediterraneo. Intervenendo al Consiglio per i diritti umani, Türk ha sottolineato la portata allarmante di “traffico, tortura, lavoro forzato, estorsione e fame” subiti dai migranti rimpatriati e dai richiedenti asilo. “È inconcepibile che le persone entrino

| Martedì 9 luglio 2024

Per saperne di più