My Story, My Dignity - In che modo rappresentare la schiavitù moderna è cruciale per il successo

0
Storie di sopravvissuti

Di: Joanna Ewart-James

La potenza del valore di shock può essere impressionante. La schiavitù esiste ancora? Quanti ne dici? Ma non qui! Sebbene la conversazione proceda rapidamente da quell'apertura, le tecniche utilizzate per mantenere le persone informate e impegnate sull'argomento, in particolare nel pubblico dominio, continuano a fare molto affidamento sulla generazione di incredulità, indignazione, shock o un simile impatto psicologico. Sebbene le organizzazioni che lavorano nei campi della lotta alla tratta e alla schiavitù non si siano chieste se generare tali emozioni negative sia effettivamente più efficace nell'assicurare l'azione e costruire il sostegno, hanno iniziato a pensare a come cercare di generare queste emozioni, i metodi utilizzato può influire negativamente sull'obiettivo che si sta cercando.

L'illustrazione della nave schiavista Brookes, con il suo carico umano disposto, è ampiamente accettata come accreditata per aver accelerato il progresso del movimento abolizionista. Tuttavia, la critica al suo utilizzo come strumento per mobilitare l'azione verso la fine della tratta degli schiavi transatlantica è meno ampiamente apprezzata. Il fatto che descriva le vittime della schiavitù come passive e le disumanizzi a rappresentazioni di dolore e crudeltà si applica allo stesso modo ad alcuni, anche se non a tutti, la copertura della schiavitù moderna oggi.

Quanti scrittori o lettori considerano la vittimizzazione secondaria, grazie alla quale i sentimenti di violazione, vergogna, disorientamento e perdita di controllo dei sopravvissuti vengono migliorati attraverso una copertura poco considerata o attraverso il sensazionalismo della loro storia? Anche con buone intenzioni, alcune organizzazioni dei media hanno ulteriormente stigmatizzato questi individui nelle comunicazioni su situazioni di schiavitù moderna. Questo è un problema particolarmente per i bambini, perché la loro percezione di se stessi dipende maggiormente da come li vedono i loro coetanei.

Il potenziale impatto negativo sugli individui le cui storie non sono accuratamente riportate e rappresentate è chiaro. HAART Kenya ha spiegato che le ripercussioni vanno oltre l'individuo segnalato con le vittime riluttanti a cercare aiuto per paura che l'organizzazione a cui si avvicinano possa soccombere alla fame di casi della vita reale, vendere la loro storia ai media locali e quindi metterle a rischio di essere ostracizzato da amici e familiari.

Rebecca Bender, sopravvissuta alla tratta degli Stati Uniti, parla di come il sensazionalismo della schiavitù moderna come crimine che implica l'essere legati o rinchiusi, possa impedire alle vittime di autoidentificare la propria esperienza come un caso di schiavitù moderna. Bender sottolinea anche che il sensazionalismo nei media può minare la credibilità dei sopravvissuti poiché i funzionari in prima linea non riescono a riconoscere le esperienze più comuni della schiavitù moderna per quello che sono.

Queste preoccupazioni non sono affatto limitate ai media, ma si estendono a tutti i rapporti sulla schiavitù moderna. Chab Dai e Liberty Asia, entrambe organizzazioni anti-tratta fondate nel sud-est asiatico, hanno collaborato con i sopravvissuti per elaborare un Nota di orientamento servire come "punto di riferimento per le organizzazioni per sviluppare pratiche forti per onorare i diritti delle vittime, assicurando anche che le loro voci siano ascoltate". La Nota condensa la Guida in quattro messaggi semplici e digeribili:

1 - Scegli immagini e testo rispettosi.
2 - Seleziona immagini e testo rappresentativi del problema.
3 - Rispetta il diritto dei sopravvissuti alla privacy e alla dignità.
4 - Ottenere il consenso preventivo per utilizzare la storia, essere trasparenti e accurati.

Le buone pratiche non sono importanti solo per il recupero degli individui, ma anche per il successo del movimento più ampio, con cui mi riferisco agli attori che cercano di porre fine alla schiavitù e alla tratta moderne. La raffica costante di immagini negative - basta provare una ricerca di immagini per la tratta di esseri umani - non solo rappresenta in modo errato l'esperienza della schiavitù, ma è anche impotente. Il processo di riabilitazione per i sopravvissuti diventa impegnativo e il movimento non sembra il posto giusto per nutrire il recupero. Per porre fine alla schiavitù moderna, dobbiamo ispirare i cittadini a difendere coloro che sono schiavi e chiedere l'azione a coloro al potere che possono apportare cambiamenti preziosi. Ma queste immagini negative li lasciano privi di ispirazione e impotenti, bloccando la crescita di un movimento sociale coerente, forte e ampio necessario se vogliamo fare progressi reali nel porre fine a questa violazione dei diritti umani.

Questa guida deve essere integrata nell'intero sforzo contro la schiavitù. Durante la revisione del contenuto di Freedom United, abbiamo riscontrato modifiche da apportare e credito dovuto, non riconosciuto. Attraverso la nostra campagna 'La mia storia, la mia dignitàOra abbiamo rivolto la nostra attenzione non agli autori di reato, ma agli influencer - organi di stampa già riconosciuti per i loro rapporti sulla schiavitù moderna - con la portata e la gravità per impostare ampiamente il tono attraverso i media approvando la Nota di orientamento. Abbiamo scelto di non concedere più tempo di trasmissione ai poveri esempi di rapporti sulla schiavitù moderna. Proprio come riprodurre l'immagine Brookes, questa tattica minerebbe di fatto l'approccio responsabile e dignitoso che stiamo cercando di sostenere, necessario per costruire un movimento forte e unito necessario per un progresso sostenibile.

Spero che quando guardiamo al passato, guardiamo in modo critico e pensiamo alla nostra parte nel dibattito. C'è ancora molta strada da fare prima di avere un pubblico più ampio e informato che sia ispirato a fare qualcosa contro la schiavitù moderna piuttosto che sentirsi scoraggiato, demotivato e disgustato. Fondamentalmente, se vogliamo avere successo, il movimento deve essere uno spazio più accogliente non solo per le vittime in cerca di riabilitazione, ma anche per i sopravvissuti pronti ad assumere un ruolo di primo piano in questo sforzo. Una maggiore copertura della schiavitù moderna può essere negativa se non stiamo attenti al tipo di copertura. Lungi dall'aiutare a porvi fine, una scarsa copertura può effettivamente essere dannosa per gli sforzi contro la tratta e la schiavitù.

Joanna Ewart-James

Entra e aiuta a porre fine alla schiavitù moderna una volta per tutte.