Rapporto sul campo: olio di palma privo di schiavitù e PepsiCo

Obiettivo:

Mentre noi e il nostro partner, Rainforest Action Network, elogia PepsiCo per l'impegno pubblico nei confronti di lavoro forzato nella sua catena di fornitura, invitiamo la società a impegnarsi per la tracciabilità indipendente al 100% di ogni utilizzo di olio di palma

Sommario:

Considerando le segnalazioni di lavoro forzato in Malesia e Indonesia, c'era un'urgente necessità di applicazione immediata, monitoraggio e verifica indipendente a tutti i livelli di PepsiCo olio di palma catena di fornitura. Abbiamo chiesto ai nostri sostenitori di presentare una petizione a PepsiCo per opporci schiavitù moderna nel olio di palma industria.

La maggior parte del globale olio di palma proviene da piantagioni in Malesia e Indonesia, dove giornalisti e organizzazioni per i diritti dei lavoratori hanno documentato un diffuso sfruttamento. I lavoratori sono spesso vittime di tratta lavoro forzato, costretto a vivere e lavorare in condizioni estreme con ricorso legale limitato e soffrire di abusi fisici o minacciati. Lavoro minorile è anche noto per essere un problema all'interno olio di palma piantagioni.

Risultato:

Un totale di 44,689 sostenitori hanno invitato il CEO di PepsiCo Indra Nooyi a impegnarsi a utilizzare esclusivamente e immediatamente la schiavitù olio di palma. Nel gennaio 2018, PepsiCo ha parzialmente sospeso gli acquisti con uno dei loro olio di palma fornitori seguenti lavoro minorile accuse alle piantagioni indonesiane. Leggi la storia qui.

NOTA:

Aziende come PepsiCo, una delle più grandi aziende di snack e bevande al mondo, fanno ampio uso di olio di palma nei loro prodotti, ma non sempre conoscono le condizioni in cui viene coltivato e raccolto. Scopri di più leggendo questo articolo: Assicurazioni vuote: il costo umano dell'olio di palma


Il nostro partner in questa campagna:

Somma di noi

SumOfUs.org è un nuovo movimento mondiale per una migliore economia globale. Ecco cosa rappresentano: i governi che rispondono ai cittadini, non le società. Equo trattamento dei lavoratori e diritto di ogni essere umano a guadagnarsi da vivere, in modo sicuro ed etico, per se stessi e la propria famiglia. Il diritto dei consumatori ordinari ai prodotti fabbricati e commercializzati in modo etico, sostenibile e trasparente. Il diritto delle comunità di gestire e proteggere il proprio ambiente e le risorse naturali. Modelli di business che mettono al primo posto le persone e il pianeta invece di essere guidati dall'avidità miope.


Rainforest Action Network

Rainforest Action Network fa campagne per le foreste, i loro abitanti e i sistemi naturali che sostengono la vita trasformando il mercato globale attraverso l'educazione, l'organizzazione di base e l'azione diretta non violenta. Le loro attuali campagne spaziano in tutto il mondo, dalla lotta all'industria del combustibile fossile sporco e dalle banche che lo finanziano negli Stati Uniti alla protezione delle foreste pluviali in Indonesia ed Ecuador.