Rapporto sul campo: affrontare gli abusi di minerali provenienti da zone di conflitto (UE)

Obiettivo:

Per garantire che il file Parlamento europeo mostrare una leadership più forte nella lotta per porre fine agli abusi inaccettabili alimentati da minerali conflitto chiedendo alle società europee di controllare il proprio catene di fornitura per aiutare a porre fine alla permuta minerali conflitto, piuttosto che l'adozione di un regime volontario.

Sommario:

Nel 2015, in collaborazione con Amnesty International e Testimone globale, abbiamo avuto un'importante opportunità per affrontare il letale scambio minerali conflitto che sono spesso ottenuti in condizioni estreme di sfruttamento, violenza e schiavitù moderna. Commissione europea aveva avanzato una proposta per incoraggiare le aziende a controllare il proprio catene di fornitura garantire che i minerali che acquistano dalle zone di conflitto e ad alto rischio siano raggiunti in modo responsabile senza finanziare violenza o sofferenza. Tuttavia, la loro proposta esistente non è andata abbastanza lontano e probabilmente avrebbe avuto un impatto limitato. Pertanto, è stato necessario presentare una petizione al Parlamento europeo per aggiungere il linguaggio necessario e mostrare leadership nella lotta per porre fine a questi abusi inaccettabili.

Risultato:

Il 20 maggio 2015, il Parlamento europeo ha votato a favore di una nuova legge storica per contrastare il commercio di minerali conflitto. Grazie alle azioni di quasi 300,000 sostenitori, i membri di Parlamento europeo (MEP) ha chiesto una legislazione che imponga alle aziende europee che si riforniscono di questi metalli di farlo in modo responsabile. Questo inizierà davvero a migliorare la vita delle persone che soffrono a causa di questa devastante questione commerciale.  

NOTA:

Clicca qui per leggere la risposta dei nostri partner Amnesty International e Global Witness: Il Parlamento europeo sfida le pressioni per votare a favore di un forte regolamento sui minerali dei conflitti


Il nostro partner in questa campagna:

Amnesty International

Amnesty International è un movimento globale di oltre 7 milioni di persone che prendono personalmente l'ingiustizia. Si battono per un mondo in cui tutti godano dei diritti umani. Sono indipendenti da qualsiasi ideologia politica, interesse economico o religione. Nessun governo è al di là del controllo. Nessuna situazione è oltre ogni speranza. Pochi avrebbero previsto quando hanno iniziato che i torturatori sarebbero diventati fuorilegge internazionali. Che la maggior parte dei paesi abolirebbe la pena di morte. E dittatori apparentemente intoccabili sarebbero costretti a rispondere dei loro crimini.


Testimone globale

Molte delle peggiori violazioni ambientali e dei diritti umani al mondo sono causate dallo sfruttamento delle risorse naturali e dalla corruzione nel sistema politico ed economico globale. Global Witness sta facendo una campagna per porre fine a questo. Svolgono indagini durissime, denunciano questi abusi e fanno campagna per il cambiamento. Global Witness è indipendente, senza scopo di lucro e lavora con partner in tutto il mondo nella nostra lotta per la giustizia.


Congo Calling

Congo Calling è stato lanciato dal retro del discorso TEDx di Bandi Mbubi tenuto il 20 aprile 2012. C'era così tanto entusiasmo e interesse nel lavorare per telefoni del commercio equo e solidale e nel sostenere campagne sui minerali puliti. Chiedono cibo e abbigliamento del commercio equo e solidale. È giunto il momento di richiedere telefoni del commercio equo e solidale. Il 20 aprile 2012, Bandi Mbubi ha presentato il suo discorso a TEDxExeter - Congo Calling - con una standing ovation. Questa campagna è la manifestazione dello slancio molto umano che si è accumulato in risposta al discorso di Bandi. È stato cucito un seme, un'idea che valeva la pena diffondere.


Basta progetto

Il progetto Enough sta contribuendo a costruire un collegio elettorale permanente per prevenire genocidi e crimini contro l'umanità. Stanno sensibilizzando e intraprendendo azioni per affrontare i crimini dei diritti umani in Sudan, Congo e nelle aree dell'Africa colpite dall'Esercito di resistenza del Signore.

Genocidio e crimini di guerra non sono inevitabili, e Enough vuole creare rumore e azione sia per fermare le atrocità in corso sia per prevenire il loro ripetersi. La loro missione è aiutare le persone di ogni estrazione sociale a comprendere le azioni pratiche che possono intraprendere per fare la differenza. La loro strategia è dare energia a diverse comunità - inclusi studenti, gruppi religiosi, attivisti, leader aziendali, celebrità e reti della diaspora - per garantire che le loro voci siano ascoltate su alcune delle più pressanti sfide morali e di politica estera che il mondo deve affrontare oggi.