Rapporto sul campo: Publix Super Markets e Fair Food Program 

Obiettivo:

Convincere Publix Super Markets per firmare il Programma alimentare equo, garantendo che i pomodori venduti nei loro negozi siano privi di schiavitù.

Sommario:

Il termoprotettore Programma alimentare equo sta lavorando per imporre una politica di tolleranza zero per la schiavitù nelle coltivazioni di pomodori, combattendo contro le grandi aziende agricole dove innumerevoli lavoratori sono trattenuti contro la loro volontà, minacciati di violenza, costretti a trasportare centinaia di pesanti secchielli di pomodori al giorno, e tutto per poco o nessun compenso . Questa campagna di petizione è stata lanciata per affrontare lavoro forzato e lo sfruttamento dei lavoratori nelle fattorie di pomodori della Florida. Tuttavia, una delle principali catene di supermercati statunitensi, Publix Super Markets, ha rifiutato di supportare il Programma alimentare equo, continuando ad acquistare pomodori da coltivatori che non sono partner della Programma alimentare equo. Questo nonostante il fatto che il loro CEO avesse precedentemente firmato il Fair Food Program mentre era CEO di Taco Bell. 

Risultato:

Nonostante le firme di 99,151 sostenitori, così come le continue pressioni e campagne da parte dei nostri partner al Coalizione dei lavoratori Immokalee, Publix ha ancora rifiutato di firmare il Programma Fair Food. Continuiamo a essere vigili nel monitoraggio degli abusi e nella ricerca di opportunità per apportare cambiamenti positivi.

Nota:

Gli allevamenti di pomodori della Florida forniscono il 50% di tutti i pomodori freschi negli Stati Uniti.


Il nostro partner in questa campagna:

Coalizione dei lavoratori Immokalee

La Coalition of Immokalee Workers (CIW) è un'organizzazione per i diritti umani basata sui lavoratori riconosciuta a livello internazionale per i suoi risultati nei campi della responsabilità sociale, della tratta di esseri umani e della violenza di genere sul lavoro. Costruito su una base dell'organizzazione della comunità di contadini a partire dal 1993 e rafforzato dalla creazione di una rete nazionale di consumatori dal 2000, il lavoro di CIW è cresciuto costantemente attraverso tre iniziative: il programma Fair Food, la campagna anti-schiavitù e la campagna per il cibo equo .