Vivi attraverso di noi George Floyd - FreedomUnited.org

Vivi attraverso di noi George Floyd

  • Edizione del
    2 Giugno 2020
  • Scritto da:
    Joanna Ewart-James
  • Categoria:
    Altra schiavitù
Banner eroe

Il nostro direttore esecutivo, Joanna Ewart-James, commenta l'omicidio di George Floyd. 

L'omicidio di George Floyd in custodia di polizia espone un totale fallimento nel principio di uguaglianza: perché tutte le vite contano, le vite dei neri devono essere importanti. La sua vita non può essere stata valutata da coloro che si trovavano nella posizione di potere mentre gli veniva tolto il respiro. I molti altri che sono morti per mano della polizia negli Stati Uniti, senza legittima difesa, condividono con George la loro identità razziale: Black. Le circostanze possono essere spiegate solo da un razzismo profondamente radicato: le azioni che suggeriscono che le vite dei neri non contano.

La risposta, le manifestazioni negli Stati Uniti sostenute a livello globale, denuncia il fallimento del progresso per porre fine al razzismo con mezzi pacifici. Un movimento di massa sta sorgendo per sfidare lo status quo. I disordini civili sono impegnativi, i danni criminali non dovrebbero essere celebrati e ci sono indubbiamente opportunisti che si uniscono a loro. Ma dobbiamo riconoscere che queste azioni seguono il principio di come avviene il cambiamento sociale - attraverso l'interruzione.

Nella teoria molto apprezzata di Bill Moyers di un movimento sociale di successo, Moyers spiega che i movimenti sociali hanno bisogno di energia, innescata dal pubblico che riconosce che le politiche governative violano credenze e valori ampiamente condivisi. Cita Hannah Arendt: "è più probabile che le persone siano spinte all'azione dallo svelamento dell'ipocrisia rispetto alle condizioni prevalenti".

L'apparente impunità di cui gode la polizia nell'uccisione di persone di colore, ad oggi, è sintomatica di sistemi sistemicamente razzisti e discriminatori che sono stati tollerati e attivamente sostenuti per troppo tempo.

Dobbiamo ancora vedere se i detentori del potere riconoscono che questo è un momento per uscire da dietro le loro dichiarazioni di uguaglianza e cambiare le loro politiche operative per vivere quelle affermazioni piuttosto che consentire il continuo degrado delle vite basato sul tono della pelle.

Guardando alla teoria di Moyer, potremmo leggere che siamo in un momento appena prima del successo: i sentimenti di crisi, fallimento e impotenza hanno stimolato l'azione per portare il razzismo endemico al mainstream. Tuttavia, Moyers avverte anche dei pericoli del burnout, della violenza e dell'incapacità di ottenere il supporto principale.

Freedom United sostiene la richiesta di giustizia del movimento. Sosteniamo il cambiamento radicale nelle politiche, nelle pratiche e nei comportamenti che dimostrano l'uguaglianza nell'azione. Le vite nere contano. Riconosciamo che questi stessi principi di discriminazione, di non valutare le persone in base alla loro identità, percepita o meno, fornisce una base per la tolleranza della società allo sfruttamento e perché alcune persone vivono in condizioni di schiavitù moderna.

Il successo del movimento nell'elaborare un nuovo valore diffuso di ciò che è e non è socialmente accettabile, in cui le esecuzioni extragiudiziali non possono più essere spazzate sotto il tappeto del razzismo, aiuterà a far progredire la nostra lotta. Porrà fine al sistema di schiavitù basato sulla discriminazione che vediamo nel complesso carcerario-industriale degli Stati Uniti, così come altre forme di schiavitù moderna poiché l'identità razziale non creerà più una licenza sociale per la discriminazione, una 'vulnerabilità' ben riconosciuta al moderno. schiavitù. Ci auguriamo che abbia successo.

Vivi attraverso di noi George Floyd.

Per favore, controlla questo elenco di risorse per trovare modi in cui puoi aiutare e Donare qui per supportare oltre 60 fondi su cauzione, aiuti reciproci e gruppi di attivisti negli Stati Uniti

10 Commenti
I più votati
Nuovi Arrivi il più vecchio
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Mary Samara-Wickrama
Mary Samara-Wickrama
anni fa, 3

Tutte le vite contano. Siamo tutti una razza… .homo sapiens e dobbiamo sostenere quelli di noi trattati ingiustamente.

Tara MacEachern
Tara MacEachern
anni fa, 3

Non riesco mai a capire perché qualcuno abbia così tanto odio nel cuore di uccidere qualcuno solo a causa della sua razza, mi sconcerta. Mi terrorizza pensare a quanto peggiorerà prima che migliori. Per rendermi conto del modo in cui gli afroamericani sono stati trattati durante la schiavitù, provo rimorso per loro, ma al giorno d'oggi come potrebbe esserci odio per nessun altro motivo che per il colore. Prego che ci siano abbastanza persone antirazziste per aiutare a trovare un modo per migliorare la nostra società. La violenza non è 💞💞

Miriam Karmali
anni fa, 3
Rispondi a  Riccardo Pusceddu

Ciao Riccardo,

L'omicidio di George Floyd è sintomatico della più ampia questione del razzismo e della discriminazione sistemici negli Stati Uniti. I neri hanno tre volte più probabilità di essere uccisi dalla polizia negli Stati Uniti rispetto ai bianchi e gli studi hanno dimostrato che i livelli di criminalità violenta negli Stati Uniti non determinano i tassi di violenza della polizia. Sosteniamo le proteste che chiedono un cambiamento proprio come le nostre campagne chiedono un cambiamento per interrompere la discriminazione strutturale e lo sfruttamento.

Miriam Karmali
anni fa, 3
Rispondi a  Stuart

Ciao Stuart,

Ti invitiamo a riconsiderare la tua decisione di cessare di supportare Freedom United. L'articolo non suggerisce che le vite dei neri contino "più" di altre, Freedom United si impegna per l'uguaglianza. Riconosciamo che per raggiungere l'uguaglianza, la discriminazione razziale in tutte le sue forme deve finire e la giustizia deve essere servita dove l'ingiustizia è stata inflitta.

Colin J.Washington
anni fa, 3

Ho visto un video fatto da un giovane uomo di colore. Voleva sapere se l'anziano negro, ucciso a colpi di arma da fuoco da un altro negro, contava, o sono solo quelli che muoiono in custodia di polizia? È assolutamente terribile, ma ci sono migliaia di più neri uccisi dai neri che bianchi, poliziotti o meno. Laddove la politica ecc. inizia in alto, la civiltà inizia in basso in tutti i casi di cittadini neri o bianchi. Quando tale civiltà non è presente, l'anarchia persisterà, compreso il crimine violento.

Questa settimana

Non c’è più nessun posto dove nascondersi: nuove prove collegano la Volkswagen al lavoro forzato uiguro

Nel mezzo delle crescenti preoccupazioni relative al lavoro forzato nella regione uigura della Cina, la casa automobilistica tedesca Volkswagen si trova ancora una volta coinvolta in polemiche sulle sue operazioni nella regione. Rapporti recenti suggeriscono che il lavoro forzato potrebbe essere stato utilizzato nella costruzione della pista di prova della società nella regione uigura nell'ambito della joint venture con il suo partner cinese SAIC. La Volkswagen ha ignorato tutti i segnali d'allarme del lavoro forzato che i media tedeschi hanno diffuso

| Mercoledì 14 febbraio 2024

Leggi di più