Qual è il prossimo? Solide regole dell'UE per evitare che qualsiasi prodotto realizzato con il lavoro forzato finisca sui nostri scaffali - FreedomUnited.org
Caricamento in corso Eventi

Tutti gli eventi

  • Questo evento è passato.

Luglio 4 @ 7: 00 pm - 8:00 pm CEST

Qual è il prossimo? Solide regole dell'UE per evitare che qualsiasi prodotto realizzato con il lavoro forzato finisca sui nostri scaffali

Si stima che nel mondo circa 25 milioni di persone siano sottoposte a lavori forzati, costrette a lavorare contro la loro volontà sotto minaccia di punizione. I prodotti che realizzano possono finire nel mercato europeo, rendendo i cittadini europei involontariamente consumatori e collaboratori di questo sfruttamento. Questo deve finire!

L'UE deve assicurarsi di smettere di alimentare la domanda di lavoro forzato. I prodotti contaminati dal lavoro forzato non hanno spazio sui nostri scaffali. Questa settimana il Parlamento europeo prenderà posizione e voterà per avere un nuovo strumento commerciale per vietare i prodotti realizzati con il lavoro forzato.

Il 9 giugno il Parlamento europeo ha adottato una risoluzione che chiedeva un nuovo strumento per vietare i prodotti realizzati con il lavoro forzato, poco meno di un anno dopo che la presidente Ursula von der Leyen si era impegnata a tale divieto. Ora è giunto il momento per noi non solo di parlare, ma anche di camminare. In questo webinar moderato da Chloe Cranston, responsabile affari e diritti umani di Anti-Slavery International, parleremo con Claes-Mikael Ståhl, vice segretario generale della Confederazione europea dei sindacati (CES) e dei membri Verdi/ALE del Parlamento europeo Anna Cavazzini e Reinhard Bütikofer sul tipo di impatto che avrebbe un nuovo strumento commerciale per vietare i prodotti realizzati con il lavoro forzato e perché è fondamentale che l'Unione europea agisca ora.

Registrati qui: https://www.greens-efa.eu/en/article/event/whats-next

Dettagli

Luglio 4 @ 7: 00 pm - 8:00 pm CEST
Gratuito

Organizzatore

I Verdi/ALE al Parlamento europeo