L'ambiente ostile: come rispondiamo al governo?
Caricamento in corso Eventi

Tutti gli eventi

  • Questo evento è passato.

Giugno 20 @ 5: 00 pm - 8:00 pm BST

L'ambiente ostile: come rispondiamo al governo?

“Nonostante la condanna, il Ministero dell'Interno sta portando avanti le sue politiche ambientali ostili. Abbiamo bisogno di un tribunale del popolo che li sfidi!

Le politiche sull'immigrazione del Ministero dell'Interno hanno subito un duro colpo nel corso degli ultimi anni. La risposta del pubblico alle campagne sui furgoni Go Home e allo scandalo della generazione Windrush ha mostrato una maggiore consapevolezza dell'ingiustizia inflitta ai migranti e ai rifugiati.

Nonostante la crescente ondata di critiche, Priti Patel e i suoi colleghi sono rimasti saldamente attaccati alla linea dell'ambiente ostile e stanno continuando a tramare una nuova offensiva contro migranti e rifugiati che uscirà direttamente dal playbook delle "guerre culturali".

In che modo il movimento di base per i diritti dei migranti e dei rifugiati dovrebbe far fronte a questa sfida? Che tipo di progetti dobbiamo intraprendere per unire i diversi siti di resistenza alle politiche di immigrazione e consolidare un'opposizione di fronte unito al razzismo radicato in questo settore politico?

La rete Status Now sta lavorando per aprire una discussione sul ruolo che un tribunale del popolo potrebbe svolgere nell'incriminare la politica del governo e nel mettere in relazione tutti i suoi aspetti con un assalto frontale completo a tutti i lavoratori nel paese oggi.

I Tribunali del popolo sono stati utilizzati con grande efficacia in passato per radunare l'opposizione pubblica alla guerra degli Stati Uniti in Vietnam, alle dittature militari in America Latina e agli attacchi ai diritti delle popolazioni indigene in tutto il pianeta da parte delle società transnazionali e dei loro sostenitori del governo.

Nel 2018 le organizzazioni di migranti e rifugiati hanno gestito per un anno il Tribunale permanente del popolo incriminando i governi di tutta Europa per violazioni dei diritti dei migranti e dei rifugiati. Ciò ha svolto un ruolo importante nel forgiare un'azione di solidarietà transfrontaliera in tutto il continente.

Durante la Refugee Week nel Regno Unito (20-27 giugno) Status Now Network ha in programma di aprire una discussione sul ruolo che un tribunale del popolo potrebbe svolgere in questo paese nel corso dei prossimi 12 mesi per consolidare l'opposizione ai controlli razzisti sull'immigrazione e costruire unità tra i ranghi di tutte le organizzazioni coinvolte nella resistenza”.

Pannello degli altoparlanti:

Leah Bassel – Membro della giuria 2018 Tribunale permanente del popolo sulle violazioni dei diritti dei migranti

Grainne McMahon – RAPAR (Ricerca di azione partecipativa sui rifugiati e sull'asilo)

Loraine Mponela – Coventry Asylum and Refugee Action Group (CARAG) & Status Now 4 Tutti

Mariam Yusuf – WAST (donne richiedenti asilo insieme) & Status Now 4 Tutti

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

Questa discussione viene organizzata come un evento ibrido. Registrati ora e ottieni i dettagli su come partecipare di persona nel centro di Londra o tramite Zoom.

Dettagli

Giugno 20 @ 5: 00 pm - 8:00 pm BST
Gratis

LOCATION

Azione volontaria Islington
200A Pentonville Road
Londra, N1 9JP Regno Unito

Organizzatore

STATO ORA 4 ALL