UE Due Diligence: il tempo sta per scadere, ma questo potrebbe essere un punto di svolta

UE Due Diligence: il tempo sta per scadere, ma questo potrebbe essere un punto di svolta

  • Edizione del
    30 Novembre 2022
  • Scritto da:
    Monica Brucia
  • Categoria:
    Diritto e politica, catena di approvvigionamento
Banner eroe

Credito fotografico: Philip Reynaers / Notizie foto / giustizia is Tutti'S Affari

I leader europei stanno decidendo regole rivoluzionarie per impedire alle grandi imprese di farla franca sfruttando le persone e distruggendo il pianeta. Ma le grandi imprese stanno facendo tutto il possibile per continuare a farsi strada.  

Come parte di la campagna Justice is Everybody's Business, ti chiediamo di ricordare ai nostri leader per chi stanno lavorando e dire loro di mettere le persone e il pianeta prima dei profitti. 

La direttiva UE sulla dovuta diligenza rischia di essere seriamente annacquata

Al momento, le grandi imprese se la cavano con ogni sorta di cattivo comportamento: possono trarre profitto dal lavoro forzato o avvelenare l'acqua di una comunità senza timore di conseguenze. Questo perché in questo momento le aziende danno forma alle regole.  

Tutto questo potrebbe cambiare con una nuova legge sulla due diligence, o in altre parole: regole rivoluzionarie che riporterebbero il potere nelle mani del popolo. [1] 

Il 1° dicembre i leader dell'UE si riuniranno per decidere su queste regole rivoluzionarie. Ma in questo momento sembra che non cambierà molto: le grandi imprese hanno ancora il sopravvento. E non si fa menzione della protezione dell'ambiente o di come le comunità possano ottenere giustizia se sono state danneggiate da cattive pratiche commerciali. 

Dite ai ministri di intensificare e proteggere le persone rispetto al profitto

Dobbiamo ricordare ai nostri leader che non lavorano per le grandi imprese ma per noi. Devono dare la priorità alla vita delle comunità e alla salute del nostro pianeta. Quindi la campagna Justice is Everybody's Business ha creato una potente animazione per i nostri leader per rinfrescare la loro memoria.  

Invia l'animazione ai ministri dell'UE e dì loro di anteporre le persone ai profitti! Puoi twittare ai ministri del tuo paese o scegliere dalla nostra lista di priorità qui sotto:

L'animazione apparirà dopo aver postato!

Non nell'UE? Questo ti riguarda ancora e puoi ancora partecipare! Nel mondo di oggi, le catene di approvvigionamento sono globali, quindi anche la nostra azione e la nostra solidarietà devono essere globali. Le aziende che commerciano nell'UE sfruttano i lavoratori e danneggiano le comunità di tutto il mondo. Chiediamo questa legge per dare a queste persone l'accesso alla giustizia nei tribunali dell'UE! Mantenendo le aziende a standard elevati nell'UE, possiamo anche alzare il livello per altre società a livello globale.       

Il tempo è scaduto per le aziende che eludono la responsabilità per il traffico e altri danni

Ci sono tanti esempi di cattivo comportamento aziendale, ma eccone uno solo: un'impresa edile ha trasferito lavoratori in Belgio per costruire un centro commerciale. Facevano turni estenuanti senza pause e molti non venivano pagati. In preda alla disperazione, alcuni lavoratori hanno minacciato di saltare da una gru se i loro stipendi non fossero stati pagati.

I costruttori del centro commerciale belga non hanno mai ottenuto giustizia perché l'impresa edile è sfuggita alla legge nazionale. Hanno creato un modello di business che ha attraversato i confini e ha reso difficile individuare quale azienda fosse responsabile di cosa. [2] E lo vediamo ancora e ancora.

Ecco perché abbiamo urgente bisogno di cambiare le regole del gioco e assicurarci che tutti possano ottenere giustizia di fronte ai grandi affari.

Come Davide vince contro Golia

Il movimento per ritenere le società responsabili sta guadagnando slancio! Proprio la scorsa settimana, i partner dell'UE hanno fatto pressioni sui leader dell'UE affinché votassero contro il trattato sui combustibili fossili tossici, l'ECT. [3]

Pensavamo di essere stati bloccati in questo trattato tossico, consentendo all'industria dei combustibili fossili di fermare l'ambiziosa azione per il clima per i decenni a venire. Ma grazie a persone come te, i governi hanno chiesto la fine di questo trattato e nel frattempo abbiamo cambiato il corso della storia.

Facciamolo di nuovo e spingiamo per regole rivoluzionarie che riterrebbero le società responsabili. È così che rimettiamo il potere nelle mani del popolo! Twitta ora!

, https://friendsoftheearth.eu/press-release/tip-scales-human-rights-corporate-accountability-rules/ 

, https://justice-business.org/story/shopping-mall-built-on-unpaid-work/ 

https://twitter.com/wemoveEU/status/1595022356501917696

La sezione settimana

Il “Patto sulla migrazione” che potrebbe significare la fine dei diritti umani nell’Ue

Dopo quasi un decennio di deliberazioni, il Parlamento europeo ha recentemente approvato una revisione radicale delle norme dell’Unione europea in materia di asilo e migrazione con il cosiddetto “Patto sulla migrazione” che, secondo i sostenitori, porterà ad un aumento delle violazioni dei diritti umani, compreso lo sfruttamento estremo. Secondo Al Jazeera, figure di spicco dell’UE come il cancelliere tedesco Olaf Scholz e il commissario europeo per gli affari interni Ylva Johansson credono in queste riforme

| Mercoledì aprile 10, 2024

Per saperne di più