Aiuta a porre fine al lavoro forzato - FreedomUnited.org

Aiuta a porre fine al lavoro forzato

Il ministro delle relazioni industriali dell'Australia occidentale Bill Johnston riceve la nostra petizione P29
Giornata mondiale contro la tratta di esseri umani - Appello per la fine del lavoro forzato, consegna la petizione
Mind The Gap / Esposizione del divario tra gli standard Int e le esperienze vissute della schiavitù moderna
Tavola rotonda presso la Missione francese alle Nazioni Unite
L'ambasciatore Rodrigo A. Carazo del Costa Rica accetta la nostra petizione sul protocollo di lavoro forzato
Gennaio 2020: tavola rotonda presso la Missione francese presso le Nazioni Unite
Dicembre 2019: tavola rotonda con la Missione del Costa Rica presso le Nazioni Unite
Libertà unita

Il tuo paese deve agire rapidamente per adottare e attuare il diritto internazionale1 prevenire gli abusi, proteggere le vittime e punire coloro che traggono profitto lavoro forzato.

Abbiamo già aspettato decenni per questo nuovo e duro standard globale contro lavoro forzato. Le persone intrappolate nelle fattorie, nelle miniere, nelle fabbriche e in tutti gli altri luoghi dove lavoro forzato fiorisce non dovrebbe aspettare mentre i nostri responsabili politici trascinano i talloni per mettere in pratica questa legge.

Tutti i paesi devono dare la priorità a questo sforzo per porre fine al lavoro forzato: invitare il governo di il tuo paese adottare immediatamente questa legge. 

Questa legge - conosciuta come il protocollo del 2014 alla convenzione 292 - crea nuove responsabilità per i governi nella lotta contro lavoro forzato, le misure chiave riguardano:3

  1. Prevenzione. I governi sono obbligati a creare piani d'azione nazionali per affrontare lavoro forzato e sostenere le imprese per sradicare e rispondere lavoro forzato a loro catene di fornitura.
  2. Migliore protezione per le vittime. Ciò include la salvaguardia dei lavoratori migranti vulnerabili contro pratiche di reclutamento fraudolente e abusive.
  3. Giustizia. Le vittime sono ora protette dall'incriminazione per i crimini che potrebbero aver commesso come conseguenza diretta della loro lavoro forzato. Hanno anche accesso alla giustizia, compresa la possibilità di chiedere un risarcimento per gli abusi subiti, nel luogo in cui si sono verificati.

La nostra voce collettiva può mantenere lavoro forzato all'ordine del giorno e garantire un'azione rapida da parte del governo di il tuo paese. Agisci ora!

Scopri di più visitando il nostro pagina di destinazione.

Paesi ratificati (59) a partire da marzo 2022: 

Antigua e Barbuda, Argentina, Australia, Austria, Bangladesh, Belgio, Bosnia ed Erzegovina, Canada, Cile, Comore, Costa Rica, Cipro, Cechia, Costa d'Avorio, Danimarca, Gibuti, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Islanda, Irlanda, Israele, Giamaica, Kirghizistan, Lettonia, Lesotho, Lituania, Lussemburgo, Madagascar, Malawi, Malesia, Mali, Malta, Mauritania, Mozambico, Namibia, Paesi Bassi, Nuova Zelanda, Niger, Norvegia, Panama, Perù, Polonia, Portogallo, Russia Federazione, Arabia Saudita, Sierra Leone, Spagna, Sri Lanka, Sudan, Suriname, Svezia, Svizzera, Tagikistan, Thailandia, Regno Unito, Uzbekistan e Zimbabwe.

  • Aprile 2, 2022: Grandi notizie! L'Australia finalmente ratifica il Protocollo sul lavoro forzato. Abbiamo consegnato Più di 100,000 Firme della petizione Freedom United all'ambasciatore australiano delle Nazioni Unite Mitch Fifield e inviato la nostra petizione al parlamento dell'Australia occidentale. Hanno risposto alla nostra voce collettiva! Ora che il Protocollo sul lavoro forzato è stato firmato, non vediamo l'ora di beneficiare di tutele più forti.

  • Maggio 26, 2021: Il Regno dell'Arabia Saudita ha ratificato il Protocollo sul lavoro forzato dell'ILO. Sono il primo paese del Consiglio di cooperazione del Golfo (GCC) a ratificare il protocollo, che invita tutti gli Stati membri dell'ILO a sradicare la schiavitù moderna in tutte le sue forme.

  • Marzo 18, 2021: Il Lussemburgo è diventato il 51° paese a ratificare il Protocollo sul lavoro forzato.

  • Marzo 17, 2021: Oggi, la campagna 50 for Freedom ha raggiunto il suo obiettivo! 50 paesi hanno ora ratificato il protocollo ILO sul lavoro forzato. Leggi le nostre attività in "Aggiornamenti" di seguito.

  • Gennaio 19, 2021: Il Cile ha ratificato il protocollo sul lavoro forzato. Il protocollo entrerà in vigore per il Cile il 19 gennaio 2022.

  • 17 giugno 2014: Lanci della campagna

Entra e aiuta a porre fine alla schiavitù moderna una volta per tutte.

Freedom United è interessata ad ascoltare la nostra comunità e accoglie commenti, consigli e approfondimenti pertinenti e informati che promuovono la conversazione intorno alle nostre campagne e alla nostra difesa. diamo valore inclusività e rispetto all'interno della nostra comunità. Per essere approvati, i tuoi commenti dovrebbero essere civili.

icona di arresto Alcune cose che non tolleriamo: commenti che promuovono discriminazione, pregiudizio, razzismo o xenofobia, nonché attacchi personali o volgarità. Esaminiamo le candidature per creare uno spazio in cui l'intera comunità Freedom United si senta sicura di esprimere e scambiare opinioni ponderate.

ospite
160 Commenti
I più votati
Nuovi Arrivi il più vecchio
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Judy
Judy
2 anni fa

Le società esistono solo per realizzare profitti e non sono obbligate dai nostri leader ad assumersi alcuna responsabilità per il loro impatto sulla vita delle persone o sull'ambiente. Purtroppo, possono continuare a fare affari perché continuiamo ad acquistare le loro "sostanze alimentari commestibili" e i loro beni di consumo a buon mercato. Vogliamo avere tutte le ultime mode, i gadget più recenti e guidare in veicoli che bevono gas. Se tutti smettessimo di comprare le loro schifezze, attireremmo la loro attenzione abbastanza rapidamente.

Steve Barton
Steve Barton
2 anni fa
Rispondi a  Judy

Assolutamente d'accordo Judy.

Denise
2 anni fa
Rispondi a  Judy

Solo pensando allo stesso modo. Noi consumatori abbiamo una grande responsabilità, ma ci vorrà molto tempo prima di poter fermare per sempre la schiavitù in questo mondo. Attraverso azioni come FREEDOMUNITED possiamo almeno cooperare per porre fine alla schiavitù nel nostro paese e quando sempre più governi agiranno in questo modo, possiamo sperare che la schiavitù moderna finisca prima in tutto il mondo. Questa è una lunga strada per iniziare con fermezza, onestà e insieme!

Marilyn
Marilyn
2 anni fa
Rispondi a  Judy

Non avremmo potuto dirlo meglio!

Roger Penney
3 anni fa

Molti anni fa la Gran Bretagna fermò la tratta degli schiavi (1807). nel 1834 abbiamo fermato la schiavitù stessa nell'impero britannico. Con nostra vergogna, tutto sta tornando in ogni forma vile e brutta, con alcuni tratti ancora più disgustosamente vili.

Maureen A Astenersi
Maureen A Astenersi
5 anni fa

STOP al commercio di schiavi del sesso in tutto il mondo

Lyn Spraggon
4 anni fa

È semplicemente riprovevole che nel 2017 ancora schiavizziamo, torturiamo e mettiamo gli umani a lavorare come "pit pony" e siamo riusciti a salvare la maggior parte dei pony ma queste persone sfortunate sono state indotte in una vita infernale, non per colpa loro !! È disgustoso e deve essere fermato a tutti i costi !!!

YvI
YvI
4 anni fa
Rispondi a  Lyn Spraggon

Genau das denke ich auch bravo für deinen Post ...

Janet S Beaton
4 anni fa

Penso che questi governi chiudano gli occhi su quello che sta succedendo dovrebbero fermare gli aiuti a questi paesi fino a quando non si riuniranno

Dan
Dan
4 anni fa
Rispondi a  Janet S Beaton

La schiavitù avviene in ogni singolo paese del mondo.

Invita il tuo governo ad adottare il diritto internazionale per porre fine al lavoro forzato

Aiutaci a raggiungere 150,000 azioni
104,322

Chiedo al mio governo di ratificare immediatamente il Protocollo del 2014 alla Convenzione n. 29 sul lavoro forzato del 1930.

Spero di poter contare su di te per fare la storia del lavoro forzato.

Freedom United lo farà proteggere la tua privacy mentre ti aggiorno su campagne, notizie e storie sulla schiavitù moderna.

Attività recenti

  • Sarah J.,
  • Mirna E.,
  • Terry S.,
  • tiffany C.,
  • Anita B.,
  • sajjad s.,
  • Anna C.,
  • Trish J.,
  • Fiona M.,
  • edera cirillo b.,

Partner della campagna

Invia ad un amico