Uiguri liberi dai lavori forzati in Cina - FreedomUnited.org

Uiguri liberi dai lavori forzati in Cina

Assicurati che il tuo nome sia incluso nella nostra trasmissione comune invitando il governo degli Stati Uniti a far rispettare gli uiguri lavoro forzato divieto di merci. Firma la petizione dicendo al Il Comitato Olimpico Internazionale mette i diritti umani al primo posto! Chiama per energia solare senza lavoro forzato! Scrivere a Applemarchi di moda. Scrivere a Allestitori urbani. Leggi La storia di Rahima.

"Se il governo ti dice di lavorare, vai." - Lavoratore uiguro, Aksu, Cina.1

Le persone appartenenti a gruppi etnici, culturali e religiosi nella Cina nord-occidentale, tra cui uiguri, kazaki, kirghisi e hui, sono attualmente l'obiettivo del la più grande detenzione organizzata di una minoranza etno-religiosa che il mondo ha visto dalla seconda guerra mondiale. Dal 2017, finita un milione sono stati arrestati.2

I detenuti vengono fatti lavorare sotto costante sorveglianza, con mentalità assegnate e nessuna libertà di andarsene. Loro lavoro forzato contribuisce alla produzione di beni per numerose multinazionali.

I nativi della regione autonoma uigura dello Xinjiang, nella Cina nordoccidentale, nota ai locali come il Turkistan orientale, appartengono in gran parte a gruppi etnici turchi. Etnicamente e culturalmente distinti dalla maggior parte della popolazione Han cinese, la maggior parte di uiguri, kazaki, kirghisi e hui sono musulmani e le loro lingue, ad eccezione degli hui, non sono correlate al mandarino e al cantonese. Loro hanno a lungo perseguitato per la loro etnia dal governo, che ha represso la loro lingua, religione e cultura insieme all'insediamento di milioni di cinesi Han nella regione uigura. La discriminazione razziale contro i musulmani è un luogo comune.3

Negli ultimi anni, tuttavia, gli sforzi del governo per opprimere e assimilare con la forza persone appartenenti a gruppi etnici a maggioranza turca e musulmana, come gli uiguri, hanno espanso drammaticamente.

I resoconti dei sopravvissuti, i documenti ufficiali trapelati e le immagini satellitari confermano che il governo cinese sta sottoponendo centinaia di migliaia di uiguri, kazaki, kirghisi, Hui e altri turchi e musulmani a sistematico lavoro forzato nei campi di detenzione, nelle carceri e nelle fabbriche. 4 Lealtà forzata al partito comunista, rinuncia all'Islam, sorveglianza costante e tortura sono tra le altre condizioni orribili che devono affrontare.5 Gli esperti sostengono che il lavoro forzato è ora così diffuso nella regione uigura che tutti i prodotti ivi prodotti dovrebbero essere considerati contaminati.6

Quest'anno, i rapporti hanno rivelato che il lavoro forzato di uiguri è stato ampliato oltre la regione uigura, con almeno 80,000 uiguri si trasferirono in fabbriche in tutta la Cina dove non possono andarsene, sono costantemente sorvegliati e devono sottoporsi a "addestramento ideologico" per abbandonare la loro religione e cultura.7

Recenti prove video mostrano che alcuni di questi trasferimenti sono avvenuti all'inizio di quest'anno, quando gran parte della Cina era in stato di blocco a causa dell'esplosione del COVID-19. Questo significa questi operai furono costretti a lavorare ed esposti al virus mentre gran parte della popolazione del paese si rifugiava in casa. 8

Pochi detenuti sono accusati di qualsiasi crimine ma piuttosto vengono presi di mira semplicemente per praticare la loro fede musulmana. 9 Il Comitato delle Nazioni Unite per l'eliminazione della discriminazione razziale afferma che le minoranze musulmane sono ora "trattate come nemici dello Stato basata su nient'altro che sulla loro identità etnico-religiosa ".10 Gli analisti hanno sostenuto che l'uso del governo cinese lavoro forzato come parte di uno sforzo per assimilare forzatamente un gruppo etnico e eliminare una cultura e una religione lo distingue dalle forme più comuni di lavoro forzato e potrebbe rendere colpevole il governo crimini contro l'umanità.11 Alcuni hanno persino descritto le azioni del governo come genocidio culturale.12

The lavoro forzato di uiguri e altre persone di etnia turca o prevalentemente musulmana è diventata una parte significativa dell'economia cinese. Un sistema complesso di l'acquisto e la vendita del loro lavoro si sono sviluppati, con molti broker e funzionari locali che pubblicizzano online "lavoratori sponsorizzati dal governo".13

Innumerevoli aziende occidentali ne traggono profitto da questo sistema di lavoro forzato nel loro catene di fornitura. Al di sopra di 20 per cento della fornitura globale di cotone viene coltivata Uiguri Regione,14 con l'84 percento dell'offerta cinese cresciuta nella provincia. Le relazioni recenti implicano almeno 83 aziende, in numerosi settori diversi, a beneficiare del lavoro forzato.

  • The Huafu Fashion Co. il mulino di Aksu, nella regione autonoma uigura dello Xinjiang, afferma di fabbricare filati che alla fine si fa strada nei vestiti per i marchi occidentali di moda veloce Più di 4,000 uiguri lavorano lì in isolamento e sotto una rigorosa "gestione di tipo militare", come affermato dalle risorse umane locali bureau. 15
  • The Qingdao Taekwang Shoes Co.Ltd. a Laixi City, Shandong è uno dei maggiori produttori mondiali di un'importante azienda di sneaker. A partire dal 2020, circa 600 persone uiguri lavoravano nella fabbrica. Questi lavoratori non sono venuti per scelta, è vietato andarsene e non possono praticare la loro religione. Le fotografie della fabbrica mostrano torri di avvistamento, filo spinato e recinzioni di filo spinato rivolte verso l'interno. 16
  • Un documento del governo locale di settembre 2019 segnalati quel 560 Xinjiang lavoratori sono stati trasferiti a lavorare nelle fabbriche nella provincia centrale dell'Henan, compreso a Foxxcon Technology Co.Ltd.  impianto in Zhengzhou. Zhengzhou è conosciuta localmente come "città dell'iPhone" perché la metà degli iPhone del mondo sarebbe prodotta lì17

Nel maggio 2021, attraverso la Coalizione, abbiamo pubblicato un rapporto accademico condotto da ricercatori della Sheffield Hallam University che ha rivelato il fatto scioccante che quasi l'intera industria globale dei pannelli solari è coinvolta negli uiguri lavoro forzato sistema. 18 Quasi la metà della fornitura mondiale di silicio policristallino, un materiale primario nella produzione di pannelli solari, proviene dalla regione uigura. Inoltre, i quattro maggiori fornitori di pannelli solari al mondo si riforniscono tutti di polisilicio da produttori implicati nell'Uyghur lavoro forzato sistema.

Abbiamo lanciato a nuova azione per dire ai leader mondiali che l'energia pulita deve essere libera da lavoro forzato.

Puoi scrivi direttamente a Tim Cook, CEO di Apple Inc. Mentre il signor Cook l'anno scorso ha dichiarato al Congresso degli Stati Uniti che "lavoro forzato è abominevole ", diversi attuali fornitori di Apple che operano in Cina sono stati implicati negli uiguri lavoro forzato sistema.19 Inoltre, il New York Times ha riferito nel novembre 2020 che i moduli di divulgazione hanno mostrato che Apple ha pagato ai lobbisti $ 90,000 per "istruire i politici" nel tentativo di ammorbidire il linguaggio degli uiguri Lavoro forzato Legge sulla prevenzione che è attualmente all'esame del Senato degli Stati Uniti. 20 Apple ha spiegato di aver proposto "modifiche suggerite per rendere il conto più chiaro e riteniamo più efficace". 21

Apple ha anche ricevuto uniformi dei dipendenti nel giugno 2020 dal gruppo Esquel, che è stato sanzionato nel 2020 dal governo degli Stati Uniti per lavoro forzato presso una società controllata nella regione uigura.22 Apple continua a dire che ha "tolleranza zero" per lavoro forzato allora perché continuano a lavorare con aziende implicate nella schiavitù moderna?

Attraverso l'indumento catene di fornitura, l'intera industria della moda, compresi i prodotti venduti da marchi occidentali, sono potenzialmente contaminati. Chiediamo ai principali marchi e rivenditori di garantire che non supportino o beneficino di questo sistema pervasivo ed esteso di lavoro forzato.23

Tu puoi scrivere scrivi direttamente a Nike, Uniqlo e Zara. Questi sono tre dei più grandi marchi di abbigliamento al mondo per fatturato,24 e ognuno proviene da una diversa regione del mondo: Nord America, Asia ed Europa, rispettivamente.

Nike, Uniqlo e Zara, come quasi tutte le società, affermano di vietare lavoro forzato a loro catene di fornitura, ma offrire nessuna spiegazione credibile su come possono farlo considerando i loro legami con una regione in cui è probabile che tutte le merci vengano contaminate lavoro forzato. Continuando a operare e mantenendo legami con la regione, marchi di moda come questi sono complici di ciò che molti hanno ampiamente riconosciuto crimini contro l'umanità. 

The fornitore ufficiale di divise sportive del Comitato Olimpico Internazionale (IOC), Anta Sport, è tra le tante aziende di abbigliamento in tutto il mondo che provengono cotone dalla regione uigura. A marzo 2021, Anta Sports ha dichiarato con aria di sfida: "Abbiamo sempre acquistato e utilizzato cotone prodotto in Cina, compreso il cotone dello Xinjiang, e in futuro continueremo a farlo". 25

La Coalizione ha impegnato privatamente il CIO per otto mesi nel 2021 per cercare informazioni e valutare assicurazioni sulle misure di due diligence che il CIO potrebbe aver adottato per garantire che la merce con il marchio olimpico non fosse prodotta con gli uiguri lavoro forzato. Il 21 dicembre 2021 il CIO ha respinto i termini proposti dalla coalizione per un dialogo a due vie sostanziale, costruttivo e reciprocamente rispettoso. 26

Abbiamo lanciato a nuova azione per dire al CIO che le Olimpiadi devono essere libere da lavoro forzato.

Il governo cinese ha difeso i campi dove vengono prodotti cotone e indumenti come "centri di formazione professionale" volontari che servono a fornire opportunità professionali ed eliminare l'estremismo.27 Ma le storie di cui sopra sono solo alcune delle prove crescenti che lo rivelano Sistema di schiavitù moderna per quello che è.

Abbiamo il potere di spingere per il cambiamento. Sebbene il governo cinese continui a negare qualsiasi illecito, possiamo attirare l'attenzione sul problema e fare pressione su di loro per terminare l'uso di lavoro forzato. I governi e le società occidentali devono porre fine al loro coinvolgimento nelle fabbriche implicate. Facendolo né economicamente né politicamente vantaggioso per il governo cinese continuare l'attuale trattamento di queste persone, possiamo fare la differenza.

C'è un movimento in crescita che richiede questi cambiamenti, e ora abbiamo ampia evidenza per discuterne. Alcuni funzionari del governo degli Stati Uniti e di tutto il mondo hanno già iniziato a chiedere leggi che vietano le importazioni dalla regione uigura. Alcune compagnie hanno stretto legami con le loro fabbriche nella regione uigura, mentre altre si sono impegnate a indagare sulle loro catene di fornitura. Approfittiamo di questo slancio e usiamo la nostra voce come società civile per cementare il cambiamento reale.

Esortare il governo cinese a porre fine alla persecuzione e allo sfruttamento degli uiguri e di altri gruppi emarginati attraverso l'uso di lavoro forzato. Partecipa alla campagna firmando la petizione.

Freedom United denuncia i pregiudizi contro le persone basati sulla loro etnia, percepita o meno, che è aumentata a causa dei legami della pandemia COVID-19 con la Cina. 

Note:

  1. https://www.wsj.com/articles/western-companies-get-tangled-in-chinas-muslim-clampdown-11558017472
  2. https://www.csis.org/analysis/connecting-dots-xinjiang-forced-labor-forced-assimilation-and-western-supply-chains
  3. https://www.bbc.com/news/world-asia-china-22278037
  4. https://www.nytimes.com/2018/12/16/world/asia/xinjiang-china-forced-labor-camps-uighurs.html
  5. https://www.cfr.org/backgrounder/chinas-repression-uighurs-xinjiang
  6. https://www.fairlabor.org/sites/default/files/documents/reports/fla-brief-xinjiang_forced_labor_risk_final.pdf
  7. https://www.aspi.org.au/report/uyghurs-sale
  8. https://www.rfa.org/english/video?v=1_yjoodoqr
  9. https://www.cfr.org/backgrounder/chinas-repression-uighurs-xinjiang
  10. https://www.ohchr.org/EN/NewsEvents/Pages/DisplayNews.aspx?NewsID=23452&LangID=E
  11. https://www.ushmm.org/genocide-prevention/blog/simon-skjodt-center-director-delivers-remarks-on-chinas-systematic-persecut
  12. https://foreignpolicy.com/2018/09/19/china-has-chosen-cultural-genocide-in-xinjiang-for-now/
  13. https://s3-ap-southeast-2.amazonaws.com/ad-aspi/2020-03/Uyghurs%20for%20sale_UPDATE-06MAR.pdf?TJHUQi1T50fUpbjD9zKRLeutM8wuWxpv#page=24
  14. https://www.gujcot.com/upload_files/news/Jernigan%20Global%2022-July-2019.pdf
  15. https://www.wsj.com/articles/western-companies-get-tangled-in-chinas-muslim-clampdown-11558017472
  16. https://www.washingtonpost.com/world/asia_pacific/china-compels-uighurs-to-work-in-shoe-factory-that-supplies-nike/2020/02/28/ebddf5f4-57b2-11ea-8efd-0f904bdd8057_story.html
  17. https://www.aspi.org.au/report/uyghurs-sale
  18. https://www.shu.ac.uk/helena-kennedy-centre-international-justice/research-and-projects/all-projects/in-broad-daylight
  19. https://www.aspi.org.au/report/uyghurs-sale
  20. https://www.washingtonpost.com/technology/2020/11/20/apple-uighur/
  21. https://enduyghurforcedlabour.org/wp-content/uploads/sites/44/Response-by-Apple.pdf
  22. https://www.theguardian.com/technology/2020/aug/10/apple-imported-clothes-from-xinjiang-firm-facing-us-forced-labour-sanctions
  23. https://enduyghurforcedlabour.org/call-to-action/
  24. https://www.mckinsey.com/~/media/McKinsey/Industries/Retail/Our%20Insights/The%20state%20of%20fashion%202020%20Navigating%20uncertainty/The-State-of-Fashion-2020-final.ashx
  25. https://www.axios.com/olympic-uniform-supplier-anta-xinjiang-cotton-438a046b-ac3e-4a85-8379-2954ddfbe2d2.html
  26. https://www.wsj.com/articles/olympic-committee-becomes-latest-target-in-standoff-over-treatment-of-uyghurs-11641324698?st=ywrhzihi9qbujq3&reflink=article_email_share
  27. https://www.cfr.org/backgrounder/chinas-repression-uighurs-xinjiang
  • Marzo 4, 2022: Gli azionisti di Apple hanno tenuto il loro generale annuale riunione (AGM) in cui quasi il 34 per cento degli azionisti votato una risoluzione chiedendo maggiore trasparenza da parte di Apple sull'uso del lavoro forzato nelle loro catene di approvvigionamento

  • Gennaio 11, 2022: Altri due marchi, New Look e Seasalt Cornwall, si sono uniti al stratagemma di sostenitori pubblici della Call to Action della coalizione!

  • Gennaio 4, 2022: A un mese dalle Olimpiadi invernali di Pechino 2022, Freedom United e i nostri partner della Coalizione per porre fine al lavoro forzato nella regione uigura sono chiamando il Comitato Olimpico Internazionale per non aver prodotto un piano di due diligence sui diritti umani per i giochi o per non aver dimostrato che La merce a marchio olimpico non è realizzata con il lavoro forzato uiguro. Leggi la nostra dichiarazione qui

  • Dicembre 23, 2021: Campagna di successo! Il presidente degli Stati Uniti Biden firma l'Uyghur Forced Labour Prevention Act (UFLPA) appena una settimana dopo che è stato approvato dal Congresso! Questa nuova legge vieta l'importazione di tutte le merci dalla regione uigura a meno che le aziende non offrano una prova verificabile che il processo di produzione non abbia comportato il lavoro forzato.

  • Dicembre 16, 2021: Campagna di successo! Il Senato degli Stati Uniti ha approvato la legge sulla prevenzione del lavoro forzato uigura (UFLPA)! Il disegno di legge ora si dirige al presidente degli Stati Uniti Biden per essere firmato in legge. Tlui Coalizione alla fine Lavoro forzato presso Regione uigura rilasciato a dichiarazione all'approvazione del disegno di legge. 

Entra e aiuta a porre fine alla schiavitù moderna una volta per tutte.

Freedom United è interessata ad ascoltare la nostra comunità e accoglie commenti, consigli e approfondimenti pertinenti e informati che promuovono la conversazione intorno alle nostre campagne e alla nostra difesa. diamo valore inclusività e rispetto all'interno della nostra comunità. Per essere approvati, i tuoi commenti dovrebbero essere civili.

icona di arresto Alcune cose che non tolleriamo: commenti che promuovono discriminazione, pregiudizio, razzismo o xenofobia, nonché attacchi personali o volgarità. Esaminiamo le candidature per creare uno spazio in cui l'intera comunità Freedom United si senta sicura di esprimere e scambiare opinioni ponderate.

ospite
207 Commenti
I più votati
Nuovi Arrivi il più vecchio
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Dave M
Dave M
2 anni fa

Che ne dici di nominare le aziende occidentali che utilizzano i prodotti provenienti da questa regione. Allora possiamo scegliere di non acquistare i loro prodotti ... le aziende non si preoccupano di questioni come questa (faranno finta di farlo in modo da sembrare socialmente responsabili) a meno che non costino loro soldi veri e significativi.

Rachel Sutton
Rachel Sutton
3 mesi fa
Rispondi a  Dave M

Qualcuno che ha aiutato con questo movimento ne ha parlato nella nostra chiesa. Ecco un sito web che elenca le organizzazioni che sono complici o stanno compiendo passi per cambiare: https://enduyghurforcedlabour.org/fashion/

Grindl
Grindl
8 mesi fa
Rispondi a  Dave M

Facciamo in modo che la nostra famiglia e i nostri amici si uniscano alla ricerca di aziende che vendono beni provenienti dal lavoro degli schiavi! La campagna 'Stop The Shop Here' potrebbe iniziare ad avere un impatto e consentire alle informazioni di diffondersi!

roberto davies
roberto davies
10 giorni fa
Rispondi a  Grindl

Un'ottima idea, sicuramente. Ma, purtroppo, non ho la salute, l'energia e alcune forme di conoscenza del computer per perseguirlo praticamente.

G Croce
G Croce
9 mesi fa
Rispondi a  Dave M

Sono d'accordo che i nomi sarebbero molto utili.

Julian Townsend
Julian Townsend
1 anno fa
Rispondi a  Dave M

Sono d'accordo, quando si acquistano beni online o nei negozi il paese di origine dovrebbe essere chiaramente visibile.

Giovanna Sceriffo
Giovanna Sceriffo
1 anno fa
Rispondi a  Dave M

Ottima idea Dave. Sì, sono le persone normali che capiscono e prendono le decisioni importanti.

P. McNulty
P. McNulty
1 anno fa
Rispondi a  Dave M

smettere di acquistare Made in China.

David George King
David George King
6 mesi fa
Rispondi a  P. McNulty

Credo che dobbiamo mettere ordine in casa nostra. Siamo stati manipolati nel credere che la CINA sia il cattivo: non sto difendendo per un minuto la Cina o qualsiasi altro paese, ma dobbiamo combattere contro la manipolazione e le bugie del Main-Stream-Media. Nel Regno Unito ci viene costantemente detto che il paese X sta schiavizzando le persone, ma non ci viene detto dell'azienda o dell'organizzazione che fa lavorare le persone ore aggiuntive/extra non retribuite e costrette a lavorare mentre sono malate, perché non hanno diritto all'indennità di malattia - Ho sentito oggi di donne costrette... Leggi il resto »

gloria
gloria
1 anno fa
Rispondi a  P. McNulty

Lo faccio il più spesso possibile. Acquista solo scarpe HOTTER, prodotte in Inghilterra.

Steve Barton
Steve Barton
1 anno fa
Rispondi a  Dave M

Assolutamente d'accordo!

david l
david l
1 anno fa
Rispondi a  Dave M

Meglio ancora. I sindacati escludono tutte le spedizioni dalla Cina.

Islam di Nazrul
Islam di Nazrul
1 anno fa
Rispondi a  Dave M

il cambio del governo cinese potrebbe essere un'ottima soluzione per l'umanità.

Tara
Tara
1 anno fa
Rispondi a  Dave M

Oppure potremmo tutti indossare i nostri vestiti finché non iniziano a fare i buchi, quindi ripararli e continuare a indossarli. È difficile, credimi, lo so! Faccio davvero fatica ad uscire in pubblico, perché mi sento in imbarazzo, ma se tutti lo facessero, non mi sentirei in imbarazzo per il mio aspetto.

Pamela
Pamela
3 mesi fa
Rispondi a  Tara

Perché dovresti vergognarti? Ho i miei vestiti rammendati localmente e continuo a usarli. Mi rifiuto di sostituire gli indumenti perfettamente in buono stato quando possono essere riparati e riutilizzati. Tutti dovrebbero farlo e forse potremmo sfuggire all'etichetta di società dello scarto che abbiamo in questo paese. Ovviamente non comprare vestiti scadenti se puoi evitarlo soprattutto se sono stati spediti dall'altra parte del mondo. Questo non è ecologico né buono per le imprese locali.

Gordon
Gordon
8 mesi fa
Rispondi a  Tara

Non sentirti in imbarazzo, fai risaltare le tue riparazioni, è di moda

Tijuana Clarke
Tijuana Clarke
1 anno fa
Rispondi a  Tara

nessun imbarazzo ... compro vestiti forse ogni 10 anni o più, faccio del mio meglio per mantenerli in buone condizioni non mettendo l'asciugatrice ad asciugare e indossando solo vestiti esterni all'aperto e indumenti speciali per il tempo libero per scatenarti in casa. Questo ha funzionato per me per decenni e mi ha impedito di sprecare soldi nei negozi e di contribuire a questo lavoro forzato/schiavitù.

Rebecca
Rebecca
1 anno fa
Rispondi a  Tara

Non compro vestiti nuovi e non mi vergogno di andare in pubblico. Si tratta di fare la nostra parte nel NON consumare beni fabbricati in Cina di cui NON ABBIAMO BISOGNO per sopravvivere. Questo abbatterà la Cina più velocemente di qualsiasi sanzione. Noi persone siamo altrettanto colpevoli quando compriamo le merci.

G Croce
G Croce
9 mesi fa
Rispondi a  Rebecca

Buon punto. Ora guardo tutti i prodotti che ho intenzione di acquistare ed evito quelli fabbricati in Cina

Maxwell
Maxwell
1 anno fa
Rispondi a  Rebecca

dovrebbero essere persone più premurose come te

Linda Faggio
Linda Faggio
1 anno fa
Rispondi a  Rebecca

Avevo una maglietta di Ben Sherman quando avevo 14 anni (mi dispiace non so dove sia stata fatta). La indossavo ancora quando avevo 25 anni. Mi sono fermato solo perché potevo leggere la stampa sulla copertina dell'asse da stiro attraverso di essa. Adoravo quella maglietta. Ma ad essere onesti odio anche lo shopping.

gloria
gloria
1 anno fa
Rispondi a  Rebecca

Totalmente d'accordo con te

Kaarina
Kaarina
1 anno fa
Rispondi a  Tara

Buona idea, non c'è bisogno di essere imbarazzante

sherry A Clark
sherry A Clark
1 anno fa
Rispondi a  Tara

Questo è molto IN, sai

Cristina Nguyen
Cristina Nguyen
1 anno fa
Rispondi a  Dave M

Nike e Apple sembrano ancora utilizzare il lavoro forzato uigura. https://www.bbc.com/news/business-53481253

Controlla anche le notizie sul Mulan della Disney girato nello Xinjiang (la casa degli uiguri).

Lynette Sunderland
Lynette Sunderland
1 anno fa
Rispondi a  Cristina Nguyen

Niente di ciò che Nike e Apple fanno mi sorprenderebbe. Il denaro, non le persone, è il loro motivatore.

Myroon Halpern
Myroon Halpern
2 anni fa
Rispondi a  Dave M

Voglio davvero vedere questo elenco

Rebecca
Rebecca
1 anno fa
Rispondi a  Myroon Halpern

Guarda Warroom Pandemic. Ci sono almeno 270 società. Steve Bannon tratta questo argomento da 10 anni!

Janet Hudgins
Janet Hudgins
1 anno fa
Rispondi a  Libertà unita

Non vedi un elenco di marchi lì.

Larry
Larry
1 anno fa
Rispondi a  Janet Hudgins

Inizia dall'iPhone di Apple!

Anne Mullan
Anne Mullan
1 anno fa
Rispondi a  Libertà unita

Vedo la coalizione di organizzazioni in quel sito ma non riesco a trovare nessuno dei marchi presi di mira ???

Anne Mullan
Anne Mullan
1 anno fa
Rispondi a  Libertà unita

Grazie per questa informazione. Senza di te non avrei idea di chi evitare - ora almeno ne ho alcuni definiti. Essendo anche vegano, ci sono così tante marche di tutto ciò che scelgo di evitare ma ho bisogno delle informazioni. Attendo con ansia il momento in cui potremo accedere a un elenco di marchi privi di schiavitù!

Tara
Tara
1 anno fa
Rispondi a  Anne Mullan

Mi piacerebbe che tutti si impegnassero a indossare solo abiti riciclati o di seconda mano. So che i vestiti possono essere brutti e può essere difficile trovare vestiti adatti al tuo stile di vita e delle taglie giuste, ma è molto meglio per l'ambiente e inoltre non sosterrai il lavoro schiavo!

Larry
Larry
1 anno fa
Rispondi a  Tara

Per quanto questo sia quello che faccio, cioè indossare qualcosa fino a quando non è consumato, e anche allora, lo aggiusto tanto quanto faccio ca.

I negozi di sudore a Banadesh e in Indonesia dipendono da questo consumismo frivolo e spazzatura in Occidente!

Ultima modifica 1 anno fa di Larry
sherry A Clark
sherry A Clark
1 anno fa
Rispondi a  Tara

Il mio armadio è pieno. Sono vestito al meglio con i Drs. ufficio. Non posso andare da nessun'altra parte. Odio questi tessuti messi insieme per la mancanza di cotone. Non compro molti articoli per questo motivo.

Rosalind Johansson
Rosalind Johansson
2 anni fa

Ho viaggiato nella zona nel 2016. Ho visto che tutte le fattorie uiguri erano state chiuse e le persone si erano trasferite in vistosi villaggi dipinti di rosso con uno stile di vita tradizionale inadeguato, ma la maggior parte dei villaggi erano vuoti, quindi dov'erano le persone? La città vecchia di Kashgar, che esiste da almeno 2000 anni, è stata svuotata (del popolo uiguro che viveva lì) ad eccezione di una famiglia simbolica in mostra ai turisti. I bulldozer erano dentro. Ho visto molte prove di oppressione e da allora ho boicottato la Cina.

Carole Jackson
2 anni fa

NON COMPRARE NESSUNA COSA PRODOTTA IN CINA, OGNI UOMO MERITA IL DIRITTO DI ESSERE LIBERO E LA CINA SI PRENDE QUELLA LIBERTÀ DAL POPOLO ETNICO DELLA CINA, FALSA IN CINA.

sherry A Clark
sherry A Clark
1 anno fa
Rispondi a  Carole Jackson

Il problema è che tutto è fatto in Cina. Dobbiamo ringraziare Obama per questo.

Adele Mercier
Adele Mercier
1 anno fa
Rispondi a  sherry A Clark

Stupido. Non è colpa di Obama per la globalizzazione!

eric
eric
1 anno fa
Rispondi a  Adele Mercier

Sì, lui e i Bush lo sono.

Chris Akinsanya
Chris Akinsanya
11 mesi fa
Rispondi a  eric

in realtà sono Nixon e Reagan che hanno messo in moto la palla per il lavoro in Cina.

Kalyan banerjee
Kalyan banerjee
1 anno fa

Anche il Tibet libero, stanno distruggendo il Buddismo dal Tibet.

michele
michele
2 anni fa

la Cina sta picchiando e uccidendo la nostra gente di colore e invadendo i nostri paesi., non ordinare nulla perché non li sostenga. sono razzisti.

Heinrich Scheuplein
Heinrich Scheuplein
10 mesi fa
Rispondi a  michele

I nostri paesi?

Anna Coffey
Anna Coffey
1 anno fa
Rispondi a  michele

Ha detto la pentola al bollitore.

sherry A Clark
sherry A Clark
1 anno fa
Rispondi a  michele

Sono malvagi

Janet
Janet
1 anno fa
Rispondi a  sherry A Clark

Sono d'accordo ... molto malvagio

Pamela
Pamela
3 mesi fa
Rispondi a  Janet

No, non sono malvagi. La colpa è dei governi, non delle persone. La colpa è delle grandi aziende, che scelgono di rifornirsi più a buon mercato piuttosto che a livello locale e meglio realizzate in modo da poter realizzare profitti maggiori. La colpa è dei grandi affari.

Invita il governo cinese a liberare gli uiguri dai lavori forzati

Aiutaci a raggiungere 100,000 azioni
87,882

Chiedo al governo cinese di porre fine alla persecuzione e allo sfruttamento degli uiguri e di altri gruppi turchi e a maggioranza musulmana attraverso il lavoro forzato.

Esorto il governo cinese a rilasciare immediatamente tutti gli uiguri, kazaki, kirghisi, hui e altri costretti a lavorare nelle fabbriche e nei campi di detenzione nella regione autonoma uigura dello Xinjiang e oltre, e di consentire loro di tornare a casa.

 

مەن ختتاي ھۆكۈمىتىنى ئۇيغۇرلار ۋە باشقا تۈركىې مۇسۇلمان خەلقلەرنى مەجبۇرى ئەمگەك ئارقىلىق جازالاش ۋە كرسالا ۋە كرسالا كرسەالما مەن ختتاي ھۆكۈمىتىنى شنجاڭ ئۇيغۇر ئاپتونوم رايونى ۋە باشقا جايلاردىكى زاۋۇتلار ۋە جازالاگىرلىرىدا ئىشلەشكە مەجبۇرلانغان ئۇيغۇر, قازاق, قىرغىز, خۇيزۇ ۋە باشقا بارلىق كىشلەرنى دەرھال قويۇپ بېرىشكە, ئۇلارنى ئۆيلىرىگە قايتىشغا رۇخسەت قىلىشىغا چاقىرىمەن

 

我 呼吁 中国 政府 结束 其 剥削 与 迫害 维吾尔 人 及 其他 突厥 民族 、 穆斯林 群体 的 强制 劳动。
 
我 敦促 中国 政府 立即 释放 被迫 在 新疆 及 中国 各地 工厂 、 集中营 做工 全部 维吾尔 、 哈萨克 、 柯尔克孜 、 回 及其 他人 ; 立即 让 他们 回家。
Freedom United lo farà proteggere la tua privacy mentre ti aggiorno su campagne, notizie e storie sulla schiavitù moderna.

Attività recenti

  • Harry W.,
  • Michèle C.,
  • Kristine A.,
  • suzanne n.,
  • CECILIA P.,
  • João A.,
  • Jacqueline B.,
  • Anghrad D.,
  • Brian C.,
  • Maria G.,
Invia ad un amico