Dare alle vittime della schiavitù la possibilità di riprendersi - FreedomUnited.org

Dai alle vittime come Nancy la possibilità di riprendersi

Mi chiamo Nancy e ne sono vittima schiavitù moderna. Mi rivolgo a te, pubblico, per chiedere aiuto perché questo è il mio ultimo sforzo per stare lontano dalla violenza e dagli abusi nel mio paese d'origine.

Sono venuto nel Regno Unito nel 2008 quando un parente mi ha promesso una buona istruzione e una vita migliore. Quando sono arrivato, sono stato ridotto in schiavitù per quattro anni servitù domestica. Non ho ricevuto alcuna istruzione ed ero costantemente sotto la sorveglianza del mio trafficante.

Nel 2011 ho finalmente trovato il coraggio di scappare e sono rimasta senza casa per tre anni, a volte in grado di trovare un divano o una stanza per stare con i membri della chiesa. Ho cercato supporto ovunque e alla fine una signora mi ha parlato della Croce Rossa, che mi ha iscritto nel sistema governativo chiamato National Referral Mechanism (NRM) nel 2014. Fortunatamente, nello stesso anno, sono stata formalmente riconosciuta come vittima di schiavitù moderna.

Sfortunatamente, nel Regno Unito, questo non viene fornito con lo status di immigrazione e ho dovuto fare domanda di asilo. Meno di un anno dopo essermi presentato come vittima, mi è stato negato il permesso di soggiorno perché potevo tornare in sicurezza nel mio paese d'origine, la Nigeria. Per me, non era sicuro perché il mio trafficante era lì.

Poiché ero troppo spaventato per essere rimandato in Nigeria, sono diventato un senzatetto per cercare di trovare un modo per rimanere nel Regno Unito. Sono stato esposto a ulteriori violenze e crimini perché ero per strada. Questo non ha aiutato la mia guarigione. Negli ultimi cinque anni ho lottato senza successo per ottenere asilo e sono ancora a rischio di essere rimpatriato in Nigeria. Dopo aver vissuto senza casa nel Regno Unito per quasi un anno, sono riuscito a trovare ulteriore supporto legale per presentare una nuova domanda di asilo, ma questo ha innescato ancora più traumi.

Sebbene mi fosse stato detto che entrare nel NMR mi avrebbe permesso di iniziare il mio riposo e il mio recupero, non è stato così. Ho subito ulteriori traumi dal processo di NMR e di asilo.

A volte, mi sento come se fossi trasferito di nuovo perché sono stato spostato senza alcun preavviso o informazione su dove verrò trasferito e chi mi verrà a prendere. Mi sono trasferito cinque volte. Mi è stato anche detto che dovrei fidarmi dei fornitori e loro mi aiuteranno a ottenere una vita migliore. Non l'ho visto diventare realtà.

Sono costretto a giustificare la mia storia più e più volte e mi viene detto che sto fingendo i sintomi del trauma. In effetti, la mia ansia, depressione, pensieri suicidi e attacchi di panico sono peggiorati. In quanto richiedente asilo, non sono autorizzato a lavorare, quindi devo stare in un rifugio sicuro e sono lasciato a pensare a tutti gli orribili eventi più e più volte. Posso distrarmi dal problema andando a diverse attività ma il problema più grande e la paura del mio trafficante sono sempre presenti. L'unica cosa che ha aiutato è incontrare altri sopravvissuti che stanno attraversando la stessa cosa e possiamo condividere le nostre paure l'uno con l'altro.

Non sono stato in grado di accedere regolarmente alla consulenza, soprattutto perché la maggior parte dei consulenti non ha esperienza di lavoro con i sopravvissuti di schiavitù moderna.

Circa un anno del mio tempo è stato sprecato, in attesa di una risposta dal Ministero degli Interni solo per sapere che la mia nuova richiesta è stata persa dal governo in un diluvio. Questa affermazione includeva molte prove e documenti che mostravano come il mio traffico ha avuto un impatto sulla mia salute mentale. Quando siamo andati a presentare di nuovo questi documenti, il Ministero dell'Interno ha detto che non erano aggiornati.

Invece di presentare una nuova (terza) domanda di asilo, la mia unica opzione era quella di contestare la decisione originale di negare il mio asilo. Meno di un anno dopo essersi fatto avanti, come può qualcuno essere sicuro di tornare nel proprio paese d'origine quando c'è il trafficante? Come può qualcuno ritenuto essere una vittima di schiavitù moderna essere costretto al punto di essere senzatetto e miseria?

Ti chiedo di aiutarmi a fare appello al Ministero dell'Interno per concedermi il permesso di rimanere nel Regno Unito.

Ho passato quattro anni di traffico, ma ho aspettato sei anni per ricostruire la mia vita. L'Home Office ha il potere di cambiare questa situazione. Entrare nel NMR non era la libertà che mi era stata promessa. Negli ultimi otto anni da quando ho lasciato il mio trafficante, ho fatto affidamento sulla buona volontà di persone come te.

Puoi aiutarmi a ottenere la mia libertà? Se rimango nel Regno Unito, lotterò per la libertà anche degli altri sopravvissuti.

Firma questa petizione e leggi di più sul mio viaggio Il guardiano.

  • Aggiornamento COVID-19: La pandemia limita le opzioni per accedere a rifugi sicuri e sostegno, rendendo i giovani senza casa ancora più vulnerabili alla schiavitù moderna. Come descrive Nancy, il blocco del coronavirus può innescare incredibilmente le vittime di tratta, per le quali avere una libertà di movimento limitata riporta alla memoria difficili ricordi di essere sotto il controllo dei loro trafficanti. Per saperne di più qui.

Entra e aiuta a porre fine alla schiavitù moderna una volta per tutte.

Freedom United è interessata ad ascoltare la nostra comunità e accoglie commenti, consigli e approfondimenti pertinenti e informati che promuovono la conversazione intorno alle nostre campagne e alla nostra difesa. diamo valore inclusività e rispetto all'interno della nostra comunità. Per essere approvati, i tuoi commenti dovrebbero essere civili.

icona di arresto Alcune cose che non tolleriamo: commenti che promuovono discriminazione, pregiudizio, razzismo o xenofobia, nonché attacchi personali o volgarità. Esaminiamo le candidature per creare uno spazio in cui l'intera comunità Freedom United si senta sicura di esprimere e scambiare opinioni ponderate.

ospite
39 Commenti
I più votati
Nuovi Arrivi il più vecchio
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
sudarshankumar
sudarshankumar
2 anni fa

Era ora che il nostro governo fosse a fianco delle vittime della tratta e della schiavitù. Sarebbe disumano rimandarla in Nigeria dopo tutto quello che ha passato. Questo è vergognoso. Se non le viene concesso l'asilo con prove evidenti che è stata vittima e traumatizzata, la legge è priva di significato. Lasciala restare e ricostruire la sua vita.

Wolvo Ex Punk
Wolvo Ex Punk
1 anno fa
Rispondi a  sudarshankumar

La Nigeria è un posto grande. Sicuramente non deve tornare nella stessa città del suo trafficante.

Michael
Michael
2 anni fa

Scommetti che firmerò questa petizione. Quella povera ragazza NON dovrebbe STRESS NON dovrebbe essere rimandata in Nigeria che sia sicura o no. Spiegherò perché a quell'idiota Home Office gestito da Brexiteers che non amano gli stranieri. Rimandarla indietro è come rimandare una vittima di stupro alla vista del suo stupro con il suo stupratore presente. È una follia. Questa ragazza dovrebbe restare al 100% nel Regno Unito.

Janet Bungay
Janet Bungay
2 anni fa

È giunto il momento che il nostro governo sia al fianco delle vittime della tratta e della schiavitù. Sarebbe disumano rimandarla in Nigeria dopo tutto quello che ha passato.

Wendy Ross
2 anni fa

Il mondo moderno non ha posto per la schiavitù. È deplorevole sapere che esiste ancora e che così tanti vengono sfruttati in tutto il mondo. Peccato per il Regno Unito per aver permesso a questa persona di soffrire e vergogna per il Regno Unito per aver consentito qualsiasi tipo di servitù. Appartiene al passato dove avrebbe dovuto rimanere.

Janet
Janet
2 anni fa

Con te, Nancy, nella preghiera e nello spirito che ti venga concesso l'asilo. 🙏🏻🙏🏻🙏🏻

Jeff Wells
Jeff Wells
2 anni fa
Rispondi a  Janet

"Pensieri e preghiere" non significano assolutamente nulla in confronto a * essere coinvolti *!

Esorta il ministro dell'Interno britannico a dare alle vittime come Nancy la possibilità di riprendersi

Aiutaci a raggiungere 30,000 azioni
25,859

Caro Rt. Hon. Priti Patel MP:

Sono profondamente preoccupato per il fatto che le vittime della tratta riconosciute dal governo nel Regno Unito non ricevano il supporto necessario per riprendersi da un trauma e ricostruire le loro vite. Il ministro responsabile ha recentemente affermato che "il governo si impegna a garantire alle vittime il sostegno di cui hanno bisogno".

Nancy è una di queste vittime che, nonostante abbia ricevuto una decisione con motivi conclusivi positivi dopo essere passata attraverso il National Referral Mechanism, è stata ripetutamente bocciata dal Ministero degli Interni. È rimasta senza casa e indigente senza modo di mantenersi, per non parlare del supporto per riprendersi dal trauma mentale di vivere in schiavitù moderna che l'ha lasciata con ansia, depressione e pensieri suicidi.

A seguito di numerose richieste per rimanere nel Regno Unito, dove è al sicuro dai suoi trafficanti per ottenere il sostegno di cui ha bisogno, a Nancy è stato negato il permesso di soggiorno. Di conseguenza, deve tornare nel suo paese d'origine dove attendono i suoi trafficanti, ancora vulnerabile dal trauma della duratura servitù domestica.

Vi esorto a concedere a Nancy il permesso di rimanere nel Regno Unito, dove potrebbe ricevere un sostegno adeguato per poter ricostruire la sua vita libera dalla minaccia di ritraffazione e ritraumatizzazione, e per sostenere l'approvazione della legge sulla schiavitù moderna (sostegno alle vittime) in modo che tutte le vittime siano meglio protette.

Cordiali saluti,

Freedom United lo farà proteggere la tua privacy mentre ti aggiorno su campagne, notizie e storie sulla schiavitù moderna.

Attività recenti

  • Enya H.,
  • Jesse O.,
  • AHMED S.,
  • Mecca Y.,
  • Dan B.,
  • Nick M.,
  • Patrizia R.,
  • Zahir A.,
  • MARIANNA G.,
  • Antonio B.,
Invia ad un amico