Di' al CIO che i diritti umani vengono prima di tutto! - FreedomUnited.org

Uiguri liberi dai lavori forzati in Cina

Assicurati che il tuo nome sia incluso nella nostra trasmissione comune invitando il governo degli Stati Uniti a far rispettare gli uiguri lavoro forzato divieto di merci. Firma la petizione dicendo al Il Comitato Olimpico Internazionale mette i diritti umani al primo posto! Chiama per energia solare senza lavoro forzato! Scrivere a Applemarchi di moda. Scrivere a Allestitori urbani. Leggi La storia di Rahima.

"Se il governo ti dice di lavorare, vai." - Lavoratore uiguro, Aksu, Cina.1

Le persone appartenenti a gruppi etnici, culturali e religiosi nella Cina nord-occidentale, tra cui uiguri, kazaki, kirghisi e hui, sono attualmente l'obiettivo del la più grande detenzione organizzata di una minoranza etno-religiosa che il mondo ha visto dalla seconda guerra mondiale. Dal 2017, finita un milione sono stati arrestati.2

I detenuti vengono fatti lavorare sotto costante sorveglianza, con mentalità assegnate e nessuna libertà di andarsene. Loro lavoro forzato contribuisce alla produzione di beni per numerose multinazionali.

I nativi della regione autonoma uigura dello Xinjiang, nella Cina nordoccidentale, nota ai locali come il Turkistan orientale, appartengono in gran parte a gruppi etnici turchi. Etnicamente e culturalmente distinti dalla maggior parte della popolazione Han cinese, la maggior parte di uiguri, kazaki, kirghisi e hui sono musulmani e le loro lingue, ad eccezione degli hui, non sono correlate al mandarino e al cantonese. Loro hanno a lungo perseguitato per la loro etnia dal governo, che ha represso la loro lingua, religione e cultura insieme all'insediamento di milioni di cinesi Han nella regione uigura. La discriminazione razziale contro i musulmani è un luogo comune.3

Negli ultimi anni, tuttavia, gli sforzi del governo per opprimere e assimilare con la forza persone appartenenti a gruppi etnici a maggioranza turca e musulmana, come gli uiguri, hanno espanso drammaticamente.

I resoconti dei sopravvissuti, i documenti ufficiali trapelati e le immagini satellitari confermano che il governo cinese sta sottoponendo centinaia di migliaia di uiguri, kazaki, kirghisi, Hui e altri turchi e musulmani a sistematico lavoro forzato nei campi di detenzione, nelle carceri e nelle fabbriche. 4 Lealtà forzata al partito comunista, rinuncia all'Islam, sorveglianza costante e tortura sono tra le altre condizioni orribili che devono affrontare.5 Gli esperti sostengono che il lavoro forzato è ora così diffuso nella regione uigura che tutti i prodotti ivi prodotti dovrebbero essere considerati contaminati.6

Quest'anno, i rapporti hanno rivelato che il lavoro forzato di uiguri è stato ampliato oltre la regione uigura, con almeno 80,000 uiguri si trasferirono in fabbriche in tutta la Cina dove non possono andarsene, sono costantemente sorvegliati e devono sottoporsi a "addestramento ideologico" per abbandonare la loro religione e cultura.7

Recenti prove video mostrano che alcuni di questi trasferimenti sono avvenuti all'inizio di quest'anno, quando gran parte della Cina era in stato di blocco a causa dell'esplosione del COVID-19. Questo significa questi operai furono costretti a lavorare ed esposti al virus mentre gran parte della popolazione del paese si rifugiava in casa. 8

Pochi detenuti sono accusati di qualsiasi crimine ma piuttosto vengono presi di mira semplicemente per praticare la loro fede musulmana. 9 Il Comitato delle Nazioni Unite per l'eliminazione della discriminazione razziale afferma che le minoranze musulmane sono ora "trattate come nemici dello Stato basata su nient'altro che sulla loro identità etnico-religiosa ".10 Gli analisti hanno sostenuto che l'uso del governo cinese lavoro forzato come parte di uno sforzo per assimilare forzatamente un gruppo etnico e eliminare una cultura e una religione lo distingue dalle forme più comuni di lavoro forzato e potrebbe rendere colpevole il governo crimini contro l'umanità.11 Alcuni hanno persino descritto le azioni del governo come genocidio culturale.12

Lo lavoro forzato di uiguri e altre persone di etnia turca o prevalentemente musulmana è diventata una parte significativa dell'economia cinese. Un sistema complesso di l'acquisto e la vendita del loro lavoro si sono sviluppati, con molti broker e funzionari locali che pubblicizzano online "lavoratori sponsorizzati dal governo".13

Innumerevoli aziende occidentali ne traggono profitto da questo sistema di lavoro forzato nel loro catene di fornitura. Al di sopra di 20 per cento della fornitura globale di cotone viene coltivata Uiguri Regione,14 con l'84 percento dell'offerta cinese cresciuta nella provincia. Le relazioni recenti implicano almeno 83 aziende, in numerosi settori diversi, a beneficiare del lavoro forzato.

  • Lo Huafu Fashion Co. il mulino di Aksu, nella regione autonoma uigura dello Xinjiang, afferma di fabbricare filati che alla fine si fa strada nei vestiti per i marchi occidentali di moda veloce Più di 4,000 uiguri lavorano lì in isolamento e sotto una rigorosa "gestione di tipo militare", come affermato dalle risorse umane locali bureau. 15
  • Lo Qingdao Taekwang Shoes Co.Ltd. a Laixi City, Shandong è uno dei maggiori produttori mondiali di un'importante azienda di sneaker. A partire dal 2020, circa 600 persone uiguri lavoravano nella fabbrica. Questi lavoratori non sono venuti per scelta, è vietato andarsene e non possono praticare la loro religione. Le fotografie della fabbrica mostrano torri di avvistamento, filo spinato e recinzioni di filo spinato rivolte verso l'interno. 16
  • Un documento del governo locale di settembre 2019 segnalati quel 560 Xinjiang lavoratori sono stati trasferiti a lavorare nelle fabbriche nella provincia centrale dell'Henan, compreso a Foxxcon Technology Co.Ltd.  impianto in Zhengzhou. Zhengzhou è conosciuta localmente come "città dell'iPhone" perché la metà degli iPhone del mondo sarebbe prodotta lì17

Nel maggio 2021, attraverso la Coalizione, abbiamo pubblicato un rapporto accademico condotto da ricercatori della Sheffield Hallam University che ha rivelato il fatto scioccante che quasi l'intera industria globale dei pannelli solari è coinvolta negli uiguri lavoro forzato sistema. 18 Quasi la metà della fornitura mondiale di silicio policristallino, un materiale primario nella produzione di pannelli solari, proviene dalla regione uigura. Inoltre, i quattro maggiori fornitori di pannelli solari al mondo si riforniscono tutti di polisilicio da produttori implicati nell'Uyghur lavoro forzato sistema.

Abbiamo lanciato a nuova azione per dire ai leader mondiali che l'energia pulita deve essere libera da lavoro forzato.

Puoi scrivi direttamente a Tim Cook, CEO di Apple Inc. Mentre il signor Cook l'anno scorso ha dichiarato al Congresso degli Stati Uniti che "lavoro forzato è abominevole ", diversi attuali fornitori di Apple che operano in Cina sono stati implicati negli uiguri lavoro forzato sistema.19 Inoltre, il New York Times ha riferito nel novembre 2020 che i moduli di divulgazione hanno mostrato che Apple ha pagato ai lobbisti $ 90,000 per "istruire i politici" nel tentativo di ammorbidire il linguaggio degli uiguri Lavoro forzato Legge sulla prevenzione che è attualmente all'esame del Senato degli Stati Uniti. 20 Apple ha spiegato di aver proposto "modifiche suggerite per rendere il conto più chiaro e riteniamo più efficace". 21

Apple ha anche ricevuto uniformi dei dipendenti nel giugno 2020 dal gruppo Esquel, che è stato sanzionato nel 2020 dal governo degli Stati Uniti per lavoro forzato presso una società controllata nella regione uigura.22 Apple continua a dire che ha "tolleranza zero" per lavoro forzato allora perché continuano a lavorare con aziende implicate nella schiavitù moderna?

Attraverso l'indumento catene di fornitura, l'intera industria della moda, compresi i prodotti venduti da marchi occidentali, sono potenzialmente contaminati. Chiediamo ai principali marchi e rivenditori di garantire che non supportino o beneficino di questo sistema pervasivo ed esteso di lavoro forzato.23

Tu puoi scrivere scrivi direttamente a Nike, Uniqlo e Zara. Questi sono tre dei più grandi marchi di abbigliamento al mondo per fatturato,24 e ognuno proviene da una diversa regione del mondo: Nord America, Asia ed Europa, rispettivamente.

Nike, Uniqlo e Zara, come quasi tutte le società, affermano di vietare lavoro forzato a loro catene di fornitura, ma offrire nessuna spiegazione credibile su come possono farlo considerando i loro legami con una regione in cui è probabile che tutte le merci vengano contaminate lavoro forzato. Continuando a operare e mantenendo legami con la regione, marchi di moda come questi sono complici di ciò che molti hanno ampiamente riconosciuto crimini contro l'umanità. 

Lo fornitore ufficiale di divise sportive del Comitato Olimpico Internazionale (IOC), Anta Sport, è tra le tante aziende di abbigliamento in tutto il mondo che provengono cotone dalla regione uigura. A marzo 2021, Anta Sports ha dichiarato con aria di sfida: "Abbiamo sempre acquistato e utilizzato cotone prodotto in Cina, compreso il cotone dello Xinjiang, e in futuro continueremo a farlo". 25

La Coalizione ha impegnato privatamente il CIO per otto mesi nel 2021 per cercare informazioni e valutare assicurazioni sulle misure di due diligence che il CIO potrebbe aver adottato per garantire che la merce con il marchio olimpico non fosse prodotta con gli uiguri lavoro forzato. Il 21 dicembre 2021 il CIO ha respinto i termini proposti dalla coalizione per un dialogo a due vie sostanziale, costruttivo e reciprocamente rispettoso. 26 Le Olimpiadi potrebbero essere finite, ma puoi ancora informa il CIO che li stiamo osservando e il loro punto cieco quando si tratta di diritti umani.

Il governo cinese ha difeso i campi dove vengono prodotti cotone e indumenti come "centri di formazione professionale" volontari che servono a fornire opportunità professionali ed eliminare l'estremismo.27 Ma le storie di cui sopra sono solo alcune delle prove crescenti che lo rivelano Sistema di schiavitù moderna per quello che è.

Abbiamo il potere di spingere per il cambiamento. Sebbene il governo cinese continui a negare qualsiasi illecito, possiamo attirare l'attenzione sul problema e fare pressione su di loro per terminare l'uso di lavoro forzato. I governi e le società occidentali devono porre fine al loro coinvolgimento nelle fabbriche implicate. Facendolo né economicamente né politicamente vantaggioso per il governo cinese continuare l'attuale trattamento di queste persone, possiamo fare la differenza.

C'è un movimento in crescita che richiede questi cambiamenti, e ora abbiamo ampia evidenza per discuterne. Alcuni funzionari del governo degli Stati Uniti e di tutto il mondo hanno già iniziato a chiedere leggi che vietano le importazioni dalla regione uigura. Alcune compagnie hanno stretto legami con le loro fabbriche nella regione uigura, mentre altre si sono impegnate a indagare sulle loro catene di fornitura. Approfittiamo di questo slancio e usiamo la nostra voce come società civile per cementare il cambiamento reale.

Esortare il governo cinese a porre fine alla persecuzione e allo sfruttamento degli uiguri e di altri gruppi emarginati attraverso l'uso di lavoro forzato. Partecipa alla campagna firmando la petizione.

Freedom United denuncia i pregiudizi contro le persone basati sulla loro etnia, percepita o meno, che è aumentata a causa dei legami della pandemia COVID-19 con la Cina. 

Note:

  1. https://www.wsj.com/articles/western-companies-get-tangled-in-chinas-muslim-clampdown-11558017472
  2. https://www.csis.org/analysis/connecting-dots-xinjiang-forced-labor-forced-assimilation-and-western-supply-chains
  3. https://www.bbc.com/news/world-asia-china-22278037
  4. https://www.nytimes.com/2018/12/16/world/asia/xinjiang-china-forced-labor-camps-uighurs.html
  5. https://www.cfr.org/backgrounder/chinas-repression-uighurs-xinjiang
  6. https://www.fairlabor.org/sites/default/files/documents/reports/fla-brief-xinjiang_forced_labor_risk_final.pdf
  7. https://www.aspi.org.au/report/uyghurs-sale
  8. https://www.rfa.org/english/video?v=1_yjoodoqr
  9. https://www.cfr.org/backgrounder/chinas-repression-uighurs-xinjiang
  10. https://www.ohchr.org/EN/NewsEvents/Pages/DisplayNews.aspx?NewsID=23452&LangID=E
  11. https://www.ushmm.org/genocide-prevention/blog/simon-skjodt-center-director-delivers-remarks-on-chinas-systematic-persecut
  12. https://foreignpolicy.com/2018/09/19/china-has-chosen-cultural-genocide-in-xinjiang-for-now/
  13. https://s3-ap-southeast-2.amazonaws.com/ad-aspi/2020-03/Uyghurs%20for%20sale_UPDATE-06MAR.pdf?TJHUQi1T50fUpbjD9zKRLeutM8wuWxpv#page=24
  14. https://www.gujcot.com/upload_files/news/Jernigan%20Global%2022-July-2019.pdf
  15. https://www.wsj.com/articles/western-companies-get-tangled-in-chinas-muslim-clampdown-11558017472
  16. https://www.washingtonpost.com/world/asia_pacific/china-compels-uighurs-to-work-in-shoe-factory-that-supplies-nike/2020/02/28/ebddf5f4-57b2-11ea-8efd-0f904bdd8057_story.html
  17. https://www.aspi.org.au/report/uyghurs-sale
  18. https://www.shu.ac.uk/helena-kennedy-centre-international-justice/research-and-projects/all-projects/in-broad-daylight
  19. https://www.aspi.org.au/report/uyghurs-sale
  20. https://www.washingtonpost.com/technology/2020/11/20/apple-uighur/
  21. https://enduyghurforcedlabour.org/wp-content/uploads/sites/44/Response-by-Apple.pdf
  22. https://www.theguardian.com/technology/2020/aug/10/apple-imported-clothes-from-xinjiang-firm-facing-us-forced-labour-sanctions
  23. https://enduyghurforcedlabour.org/call-to-action/
  24. https://www.mckinsey.com/~/media/McKinsey/Industries/Retail/Our%20Insights/The%20state%20of%20fashion%202020%20Navigating%20uncertainty/The-State-of-Fashion-2020-final.ashx
  25. https://www.axios.com/olympic-uniform-supplier-anta-xinjiang-cotton-438a046b-ac3e-4a85-8379-2954ddfbe2d2.html
  26. https://www.wsj.com/articles/olympic-committee-becomes-latest-target-in-standoff-over-treatment-of-uyghurs-11641324698?st=ywrhzihi9qbujq3&reflink=article_email_share
  27. https://www.cfr.org/backgrounder/chinas-repression-uighurs-xinjiang
  • Ottobre 25, 2022: In quella che si crede sia la prima volta in assoluto, un tribunale straniero ha sentito argomentazioni legali degli uiguri per quanto riguarda il lavoro forzato nella regione uigura. Il caso è stato intentato contro il ministro dell'Interno del Regno Unito, HM Revenue and Customs e National Crime Agency (NCA) dal World Uyghur Congress e dal Global Legal Action Network.

  • Ottobre 21, 2022: Un gruppo di importanti aziende statunitensi, tra cui Walmart, General Motors e Intel, nell'ambito del Commercial Customs Operations Advisory Committee (COAC), ha inviato una proposta alla US Customs and Border Protection (CBP) chiedendo che i dati chiave sulle importazioni non fossero divulgati pubblicamente. Ci siamo uniti ai nostri partner nell'invio del CBP un promemoria del loro impegno nella lotta al lavoro forzato.

  • Settembre 14, 2022: L'Unione Europea ha pubblicato la sua proposta di a divieto di prodotti realizzati con il lavoro forzato. Sebbene non includa zone geografiche da evitare, come la regione uigura, e imponga l'onere delle indagini sulle autorità piuttosto che sulle aziende, Freedom United accoglie con favore la mossa come un passo verso il taglio dei legami con i beni del lavoro forzato.

  • Settembre 1, 2022: L'Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani uscente, Michelle Bachelet, infine ha pubblicato il suo rapporto sulla regione uigura poco prima di lasciare l'incarico. In esso rileva: “La portata della detenzione arbitraria e discriminatoria di membri di uiguri e di altri gruppi prevalentemente musulmani, ai sensi della legge e della politica, nel contesto di restrizioni e privazione più in generale dei diritti fondamentali goduti individualmente e collettivamente, può costituire crimini internazionali, in particolare crimini contro l'umanità”.

  • August 17, 2022: Relatore speciale delle Nazioni Unite sulle forme contemporanee di schiavitù, Tomoya Obokata segnalati martedì scorso al Consiglio per i diritti umani che prove sufficienti indicano il lavoro forzato nella regione uigura della Cina.

Entra e aiuta a porre fine alla schiavitù moderna una volta per tutte.

Freedom United è interessata ad ascoltare la nostra comunità e accoglie commenti, consigli e approfondimenti pertinenti e informati che promuovono la conversazione intorno alle nostre campagne e alla nostra difesa. diamo valore inclusività e rispetto all'interno della nostra comunità. Per essere approvati, i tuoi commenti dovrebbero essere civili.

icona di arresto Alcune cose che non tolleriamo: commenti che promuovono discriminazione, pregiudizio, razzismo o xenofobia, nonché attacchi personali o volgarità. Esaminiamo le candidature per creare uno spazio in cui l'intera comunità Freedom United si senta sicura di esprimere e scambiare opinioni ponderate.

ospite
59 Commenti
I più votati
Nuovi Arrivi il più vecchio
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Gerard Smith
Gerard Smith
9 mesi fa

Dovremmo imparare dalle Olimpiadi di Berlino del 36, come gli ebrei furono perseguitati, non stiamo facendo lo stesso con gli uiguri?

Lynn Magnuson
Lynn Magnuson
9 mesi fa
Rispondi a  Gerard Smith

L'ho commentato sopra. L'Olocausto ha lezioni da insegnare... e il mondo NON ascolta!

John logan
John logan
10 mesi fa

Il CIO è responsabile della scelta dei luoghi, uno dei criteri deve essere "senza schiavitù". Questo non deve accadere di nuovo.

Grindl
Grindl
9 mesi fa
Rispondi a  John logan

È un triste stato di cose quando il CIO non può sostenere in modo più positivo i diritti umani e l'anti-schiavitù portando con sé tutti i membri! Questo non è l'esempio che un'organizzazione così internazionale dovrebbe mostrare al mondo! Perché hanno acconsentito a queste Olimpiadi in Cina, su quali basi???

Giuditta Cooper
Giuditta Cooper
10 mesi fa

Il lavoro forzato e la schiavitù non hanno posto nel 21° secolo. Dobbiamo resistere a questo tipo di bullismo.
Boicottare i Giochi Olimpici

Pamela Ann Abbott
Pamela Ann Abbott
10 mesi fa

D'accordo che il lavoro forzato deve essere interrotto. Tuttavia, tutti noi nel Nord del mondo siamo complici della maggior parte dei vestiti che compriamo e il cioccolato che mangiamo, ad esempio, ha il lavoro forzato nella filiera.

Paul
Paul
10 mesi fa
Rispondi a  Pamela Ann Abbott

Diversi livelli di risposta sono appropriati per diverse trasgressioni della decenza umana. Il genocidio e l'espianto di organi sono all'altezza di ciò che è stato fatto agli ebrei e meritano, come minimo indispensabile, un livello simile di repulsione collettiva e non conformità proattiva a tutti i livelli della società e del governo.

Jackie
Jackie
10 mesi fa
Rispondi a  Pamela Ann Abbott

Ben detto. Tutto il mio pensiero!

David Secker
10 mesi fa

LE PERSONE DEVONO CONSEGUIRE GLI ATLETI A BOICOCCARE QUESTI GIOCHI. SE GLI ATLETI HANNO A CUORE I DIRITTI UMANI, SCEGLIERANNO DI NON PARTECIPARE A QUESTI GIOCHI.

Di' al CIO che i diritti umani vengono prima di tutto!

Aiutaci a raggiungere 15,000 azioni
13,636
Leggi il testo completo della petizione

Il Comitato Olimpico Internazionale (CIO) non è riuscito a fornire prove credibili che non ci siano prodotti realizzati con il lavoro forzato nelle migliaia di articoli di merchandising olimpico venduti o indossati in relazione ai Giochi invernali di Pechino.

Inoltre, il fornitore ufficiale di uniformi del CIO, Anta Sports, ha dichiarato: "Abbiamo sempre acquistato e utilizzato cotone prodotto in Cina, incluso il cotone dello Xinjiang, e in futuro continueremo a farlo".

Chiedo al CIO di rivelare immediatamente quali, se del caso, le misure specifiche di due diligence adottate per identificare ed eliminare qualsiasi materiale prodotto con il lavoro forzato uiguro nella merce a marchio Olympic.

Freedom United lo farà proteggere la tua privacy mentre ti aggiorno su campagne, notizie e storie sulla schiavitù moderna.

Attività recenti

  • Aya S.,
  • Colin F.,
  • Sandra G.,
  • Natalia B.,
  • ines a.,
  • Maria A.,
  • Corey S.,
  • Daniele P.,
  • Davide B.,
  • Marzia W.,
Invia ad un amico